Cronaca
07.03.2019 - 14:000

Rovio, i Municipali della Lega rispondono a Karaci: "Alcune sue considerazioni vanno puntualizzate"

I municipali della Lega di Rovio replicano alla lettera con la quale Karaci spiegava alla popolazione le sue dimissioni

ROVIO – “Purtroppo, con il passare del tempo mi sono reso conto che le mie aspettative erano disilluse. La collegialità rivolta all’interesse pubblico è stata dissipata da un clima fatto di discussioni al di sopra delle righe, da insulti e provocazioni dirette a intimidirmi”. Con queste parole Kristjan Karaci, ex municipale di Rovio, ha spiegato alla popolazione i motivi delle sue dimissioni dall’Esecutivo.

Karaci ha scritto che se “con una parte dei miei colleghi Municipali si è riusciti a discutere costruttivamente per trovare soluzioni atte a migliorare il benessere della nostra comunità, con l’altra parte l’interesse pubblico è stato accantonato, per lasciare il posto a rivendicazioni e attacchi scorretti alla mia persona. Sono arrivati anche a mettere in discussione la mia professione, inviando lettere con accuse false al mio datore di lavoro”.

Nella sua lettera, l’ex Municipale di Rovio ha quindi spiegato che “non sono più disposto a tollerare queste minacce alla mia sfera privata e professionale”.

Dichiarazioni e spiegazioni che sono andate di traverso ai Municipali della Lega di Rovio, i quali intendono rispondere punto per punto a Karaci. Riceviamo e pubblichiamo la seguente presa di posizione firmata da Raffaella Zucchetti, vicesindaco e candidata al Gran Consiglio, e Sergio Tacchella.

"Il Municipale Karaçi, di fede rossa, dal doppio passaporto, settimana scorsa, ha rassegnato le dimissioni con effetto immediato. Ha poi deciso di pubblicare sui media le motivazioni di tale decisione, segnalando attacchi, insulti e accuse in seno al collegio municipale.

Peccato però che su molte sue considerazioni dobbiamo puntualizzare. Nello scritto parla di:

-“avete riposto in me nel 2016 la vostra fiducia”, ma ricordiamo però che una parte della popolazione ha deciso di cambiare completamente le forze politiche all’interno del Municipio

-di una mancata collegialità, ma forse Karaçi si dimentica che una segnalazione in tal senso era già stata presentata con un’istanza alla SEL nel mese di marzo del 2018, da altri municipali, ma proprio nei suoi confronti. Sicuramente gli era più comodo, fino alla passata legislatura, essere in seno alla maggioranza assoluta.

-rispetto delle leggi, ma forse le leggi dovrebbero essere fatte rispettare a tutti i cittadini, senza disparità e non devono servire per tutelare gli abusi di taluni, che a detta loro vengono fatti solo e sempre in assoluta “buona fede”

-discussioni non costruttive, ma discutere con opinioni diverse non significa non fare discussioni costruttive. Fino alla scorsa legislatura non si discuteva, in Municipio c’era una netta maggioranza partitica e quindi era facile essere costruttivi (o distruttivi) tutti uniti nella medesima direzione

-aver messo in discussione la sua professione, ma il cittadino attento ha il diritto segnalare dei comportamenti non consoni di un dipendente di un ente pubblico. Poi se il datore di lavoro ritiene che trattasi di segnalazioni false, non interverrà in nessuna maniera. Ma ultimamente non sono più giunte segnalazioni, forse il comportamento è cambiato nel frattempo? Come mai se prima tutto era corretto?

-dimissioni di validissimi collaboratori. I datori di lavoro nel privato segnalano gli errori ai propri dipendenti, nel pubblico non è possibile? Il Municipale dimissionario ha fatto un valido e attendibile resoconto finanziario di quanto è stato (purtroppo) perso causa questi errori? Ovviamente prima le osservazioni non venivano fatte in quanto sempre dello stesso gruppo politico o amici di…. È più facile far finta di non vedere per far piacere al dipendente. Invece, dopo le segnalazioni di errori vari, sta poi al dipendente, reagire e lavorare come richiesto dalla carica oppure, come successo, scegliere di cambiare posto di lavoro e trovarne più consono al proprio sistema e modo di operare e di essere

-attacchi, insulti e false accuse, ma ci sono delle prove oggettive a conferma di quanto K. K. ha dichiarato, o si tratta solo di “proiettare” il proprio atteggiamento sugli altri?

Ovviamente passare da un municipio dove 3/5 rappresentavano PS a un Municipio con maggioranza relativa Lega, può per alcune persone porre qualche problema. Non si può più, fare il bello e il brutto come si faceva prima a spese del contribuente. Diventa indispensabile discutere e forse qualche volta anche accettare decisioni che non possono proprio piacere.

E allora benvenuto al prossimo municipale, sperando in una persona con la quale sia più facile dialogare e comunicare, che abbia la capacità di accettare delle idee diverse e disposta a discutere costruttivamente, relazionandosi collegialmente"

Potrebbe interessarti anche
Tags
karaci
rovio
municipali
lega
lavoro
municipio
dimissioni
municipali lega
k
segnalazioni
© 2019 , All rights reserved