Cronaca
11.04.2019 - 16:290

4'000 franchi? No, 1'500 euro in contanti. Si appropriò anche dell'indennità assicurativa di un impiegato

Rinvio a giudizio per l'ex gerente Denner di Chiasso. Le ipotesi di reato a carico del 56enne sono quelle di usura qualificata, siccome commessa per mestiere, e di appropriazione indebita

BELLINZONA - In relazione all'inchiesta per usura ai danni di 11 dipendenti di due piccoli supermercati nel Mendrisiotto e in Leventina, il Ministero pubblico comunica che gli accertamenti penali sono giunti a conclusione.

Il Procuratore generale Andrea Pagani ha in particolare rinviato a giudizio, dinanzi a una Corte delle assise Correzionali, un 56enne cittadino italiano domiciliato nel Mendrisiotto, ex gestore delle citate attività commerciali. 

I fatti oggetto del procedimento vanno dall'agosto 2014 al giugno 2017 e riguardano un indebito vantaggio pecuniario pari a circa 130 mila franchi. Importante notare come gli 11 lavoratori siano stati nel frattempo integralmente risarciti, secondo i parametri dei contratti collettivi vigenti, grazie ai sequestri disposti tempestivamente dal Ministero pubblico. 

Le ipotesi di reato a carico del 56enne (che era stato scarcerato dopo aver scontato quasi due mesi di detenzione preventiva) sono quelle di usura qualificata, siccome commessa per mestiere, e di appropriazione indebita. Reato, quest'ultimo, da porre in relazione ai fondi per alcune migliaia di franchi derivanti da un'indennità assicurativa spettante a un impiegato.

A quanto si sa, oltre ad aver creato un clima pesante con minacce di licenziamenti per ristrutturazione, l'uomo, gerente del Denner di Chiasso, era stato denunciato da alcuni dipendenti: distribuiva buste paga dove si diceva che percepissero 3'500-4'000 franchi, la retribuzione reale era invece di 1'5000 euro in contanti. 

1 anno fa Prometteva 3'500-4'500 franchi ma dava 1'500 euro in contanti. Arrestato l'ex gerente di due filiali Denner
Potrebbe interessarti anche
Tags
indennità assicurativa
usura
indennità
impiegato
56enne
reato
contanti
© 2019 , All rights reserved