Cronaca
06.06.2019 - 11:370

"Ci hanno rubato le insegne!". I gestori del Living: "Riportatecele, senza conseguenze e amici come prima"

Lo storico locale ha chiuso da poco, con grande rammarico della Lugano by night. Adesso sono sparite le insegne, che hanno un valore importante per i gerenti che dunque lanciano un appello per chi abbia informazioni o addirittura le abbia prese

LUGANO – La chiusura del Living Room a Lugano ha scatenato parecchie reazioni: tanto dispiacere, prima di tutto, per un locale che è legato ai ricordi di molte persone che lo hanno sempre frequentato, parecchia preoccupazione per la Lugano by night che offre sempre meno.

Qualcuno, non si sa se in un impeto di nostalgia o con quali scopi, ha rubato le insegne del locale! Lo rendono noto i gestori sulla loro pagina Facebook, corredando il tutto con foto.

“Carissimi amici del Living, purtroppo dobbiamo constatare che l’amore per il nostro club è andato un po’ oltre il normale e qualcuno preso malissimo dalla chiusura ci ha sottratto le storiche insegne, quella sopra la porta d’entrata e quella sulla facciata del palazzo (!)”, si legge.

“Siamo commossi da cotanto affetto e immaginiamo che appese al muro della cameretta siano uno spettacolo, ma quelle insegne sono molto importanti anche per noi. Pensavamo di recuperarle senza clamore con un paio di telefonate ma per ora nulla”.

“Lanciamo quindi un appello a tutti voi. Ci aiutate a ritrovarle? Avete informazioni? Ti sei pentito/a e ce le riporti? Puoi lasciarle comodamente di notte davanti alla porta d’ingresso. Te ne saremmo molto grati. Nessuna conseguenza, amici come prima”. Non c’è dunque l’intenzione di sporgere denuncia, rivogliono solo le insegne. 

<iframe src="https://www.facebook.com/plugins/post.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Flivingroomlclub.ch%2Fposts%2F10157413830483336&width=500" width="500" height="756" style="border:none;overflow:hidden" scrolling="no" frameborder="0" allowTransparency="true" allow="encrypted-media"></iframe>

3 mesi fa Chiusura Living, "Lugano è come una Ferrari col motore di una Fiat"
© 2019 , All rights reserved