Cronaca
04.07.2019 - 16:200
Aggiornamento : 05.07.2019 - 14:37

"Sono rimasto colpito dal modo in cui una donna è stata aggredita"- Calci e pugni alla vettura di una funzionaria del DSS

Gli aggressori sarebbero rappresentanti del Collettivo R-Esistiamo. Un agente: "Una situazione incredibile, tornata alla normalità prima del nostro intervento"

CAMORINO – I rappresentanti del Collettivo R-Estitiamo avevano scritto nella loro nota di aver incontrato una funzionaria del DSS. Le loro parole in merito al colloqui non erano state di lode.

Ora ticinonews ha raccolto la testimonianza di un poliziotto presente che getterebbe decisamente un’altra luce sull’accaduto: i manifestanti avrebbero aggredito una funzionaria. La vettura della donna sarebbe stata presa a calci e pugni mentre usciva dal centro, dopo aver parlato con due rappresentanti. 

Si è ovviamente spaventata, per fortuna è riuscita ad allontanarsi senza danni. "Una situazione davvero incredibile. Fortunatamente la situazione è tornata alla normalità ancora prima del nostro intervento, ma sono rimasto colpito dal modo in cui una donna è stata aggredita", ha detto l’agente.

A quanto pare, non è stata sporta denuncia. 

Poco fa anche Norman Gobbi ha smentito buona parte delle accuse portate dai membri del Collettivo. 

2 sett fa Gobbi dice la sua. "Quel migrante è un caso Dublino. Non lasciavano il bunker? Per il wi-fi gratuito"
2 sett fa Le nuove bombe su Camorino. "Le colpe sono di De Rosa e Gobbi. A Fiorini diciamo che... E James è scomparso"
2 sett fa "Non c'è più assistenza sanitaria. Ora ci vivono in 8 con 4 securini a sorvegliarli". R-Esistiamo sul bunker ne ha per tutti
Tags
donna
funzionaria
collettivo
stata aggredita
rimasto colpito
dss
donna stata
situazione
calci
rappresentanti
© 2019 , All rights reserved