Cronaca
19.05.2020 - 16:060

"Era calmo e riflessivo, non un violento". L'incredulità di chi conosceva l'ex poliziotto

A parlarne è Giorgio Galusero, che vive a Giubiasco ed aveva lavorato con l'uomo che ha ucciso la moglie da cui si stava separando e il compagno di lei. Che parevano prossimi alla convivenza, oppure per alcuni vivevano già assieme

GIUBIASCO – Sono passati due giorni dalla tragedia che ha stroncato tre vite, quelle di una donna originaria dell’Ungheria, 47enne, cameriera all’Osteria degli Amici, quella del suo nuovo compagno, un 60enne ed anche quella di colui che li ha uccisi, un ex poliziotto di 64 anni. Ma a Giubiasco nessuno si da ancora una ragione di quello che è successo.

Giorgio Galusero, ex agente, ex deputato PLR, che vive a Giubiasco, conosceva bene l’ex collega. Ed è incredulo. “È sempre stato un uomo assolutamente calmo e riflessivo. Non violento. Sportivo. Quindi quello che è successo mi ha davvero sorpreso. Non avrei mai immaginato”, ha detto, sconvolto, a bluewin.ch. I due si erano trovati assieme nel primo gruppo di antiterrorismo, poi in federazione e si vedevano spesso.

Insomma, nessuno avrebbe mai creduto che potesse uccidere la donna da cui si stava separando. Raptus o omicidio premeditato? Gli inquirenti stanno cercando di capirlo.

La coppia, composta dalla 47enne e dal nuovo compagno, assieme da circa un anno, stava pensando di andare a convivere, anzi secondo alcuni, senza clamore, lo aveva già fatto, non lontano dall’Osteria degli Amici.

© 2020 , All rights reserved