TIPRESS
ULTIME NOTIZIE Attualità
Cronaca
09.03.2021 - 09:320

"Basta molinari, il Municipio passi dalle parole ai fatti"

L'UDC di Lugano dopo la manifestazione non autorizzata di ieri: "Necessarie azioni concrete per risolvere un grave problema che da troppi anni si protrae a Lugano"

LUGANO – "Basta molinari, il Municipio passi dalle parole ai fatti". Lo chiede l'UDC di Lugano per il tramite del presidente Alain Bühler dopo la recente manifestazione non autorizzata alla stazione di Lugano. "Nella serata di ieri – si legge nella presa di posizione – gli ex-molinari hanno per l’ennesima volta creato disordini, obbligando le forze di polizia a intervenire per gestire i manifestanti che, non solo hanno organizzato l’evento senza un’autorizzazione, ma hanno pure perturbato il traffico ferroviario e aggredito le forze dell’ordine".

"Il motivo della manifestazione è la non accettazione da parte degli autogestiti dell’approvazione popolare dell’iniziativa UDC “Si al divieto di dissimulare il proprio volto”, dimostrando ancora una volta poco rispetto per la nostra democrazia diretta. Le accuse sono le solite: razzismo e intolleranza. L’unica intolleranza che vige ora, però, è quella dei cittadini luganesi verso i soliti “figli di papà” che non rispettano le regole, che creano disordine, che vandalizzano le proprietà altrui a ogni occasione e che cagionano costi a carico dei contribuenti che pagano le tasse".

L’UDC esige che "il Municipio agisca di conseguenza, decidendo lo sgombero immediato dell’ex Macello da attuare in modo definitivo entro il 20 marzo 2021. L’UDC si attende ora azioni concrete atte a risolvere un grave problema che da anni, troppi anni, si protrae a Lugano. L’abusivismo e l’arroganza degli ex-molinari deve finire. A loro un posto a Lugano non va più concesso. L’iniziativa che l’UDC lancerà a giorni darà risposte concrete in tal senso".

© 2021 , All rights reserved