Estero
16.11.2017 - 11:300
Aggiornamento 19.06.2018 - 15:43

"Salviamo l'umanità dai politici". Stufo dei Governi di tutto il mondo, sogna una città galleggiante con uno stile di vita completamente nuovo

Lui è il presidente di PayPall e ha in mente il progetto di una città nell'Oceano vicino alla Polinesia francese, totalmente servita da energia solare e eolica, dove si possano sperimentare il reddito di base univerale, il libero mercato, la democrazia e il comando dei burocrati

SAN FRANCISCO – I governi di tutto il mondo sono inefficienti? E noi andiamo a vivere in una città  con le proprie regole, leggi e trattati commerciali.

Non esiste ancora, ma la vorrebbe fondare entro il 2020 il presidente di PayPall Joe Quirk. "I vari governi nel mondo non stanno facendo bene. Sono ancora bloccati ai secoli scorsi. E questo è dovuto alla terra, che incentiva un violento monopolio per il suo controllo. Più gente si sposterà sulle città galleggianti, più alta sarà la possibilità di vedere lo sviluppo di di pace, prosperità e innovazione", ha detto al New York Times.

Il sogno è liberare l’umanità dai politici, per cui sulla città galleggiante verranno addirittura esplorati “diversi modi di convivenza che li rendano più felici. Alcuni coloni potrebbero voler introdurre un reddito di base universale; altri potrebbero preferire le soluzioni del libero mercato. Alcuni si affideranno alla democrazia diretta, altri potrebbero lasciare la pubblica amministrazione ai burocrati, altri ancora a una combinazione di queste cose”, ha aggiunto il suo socio Patri Friedman.

La città avrà una struttura modulare costituita da undici piattaforme quadrate o pentagonali di dimensioni ridotte e connesse tra loro. Le piattaforme saranno realizzate in cemento armato e su di queste verranno costruiti una serie di edifici di massimo tre piani che ospiteranno al loro interno residenze, uffici, alberghi e qualsiasi altro servizio indispensabile alla vita dei propri abitanti. Forte l’impronta ecologista, dato che nelle idee la città sarà alimentata solo da energia solare e eolica, utili anche per togliere il sale dall’acqua marina.

Quante persone potranno viverci? L’obiettivo è di arrivare entro il 2050 a migliaia di persone, sebbene si dovrebbe partire solo con 200-300 residenti.

È già stato scelto anche il luogo, le acque della Polinesia francese, che sono abbastanza calme da permettere alla città di galleggiare senza pericolo. Secondo Quirk ha affermato che entro il 2050 saranno migliaia le città galleggianti sparse per l'Oceano: il progetto non è destinato, secondo lui, a rimanere isolato.

Si realizzerà? Staremo a vedere, ma la base, ovvero persone scontente dei Governi, di sicuro non basta. Che poi il tutto sia fattibile, è un’altra storia, soprattutto per lo stile di vita completamente diverso sognato dal presidente di PayPall.
Tags
città
governi
mondo
vita completamente
umanità
stile
governi mondo
presidente
politici
città galleggiante
© 2018 , All rights reserved