Estero
29.03.2018 - 09:300
Aggiornamento 19.06.2018 - 15:43

Dalle Maldive alle terme, gli youtuber: "amiamo il nostro territorio e vogliamo trasmetterne le bellezze. La gente associa il turismo a qualcosa di negativo, ma basta un po' di organizzazione!"

"Le Maldive di Milano rimarrà uno dei nostri migliori video, non siamo in grado di prevedere un eventuale sorpasso", dicono Federico Sambruni e Capedit dopo il lancio della pozza termale a Bormio. "Il nostro focus è valorizzare il territorio, condividendo esperienze vivibili da tutti, nel rispetto della natura"

8 mesi fa They are back. Dopo le Maldive di Milano, le terme gratis. Un nuovo video virale, e le proteste dei locali: copione già visto. E le visualizzazioni esplodono
10 mesi fa Un corteo, un anno di eventi. Al Rabadan sfilano il caso Argo, Crotta, le Maldive e l'elezione di Cassis
1 anno fa Verzasca international! Ma la BBC punge, "chiunque sarebbe contento di essere paragonato alle Maldive, non gli abitanti di Lavertezzo"
MILANO - Dopo le Maldive di Milano, ovvero la Verzasca, le terme a gratis, a Bormio. Federico Sambruni e Capedit coi loro video hanno dato visibilità italiana a perle come la nostra valle o la pozza d'acqua calda valtellinese: nel primo caso, hanno creato il caos, nel secondo si vedrà ma qualche abitante della zona non sembra entusiasta.

Ma chi sono i due youtuber che sfornano video sulle bellezze locali e ogni anno lanciano una hit, destinata a divenire virale? Li abbiamo contatti per scoprirlo.

Avete pubblicato un nuovo video virale, vi aspettate un successo come quello delle Maldive di Milano? 
"Le Maldive di Milano rimarrà uno dei nostri migliori video: non siamo in grado di prevedere un eventuale sorpasso. Detto questo, ne abbiamo fatti e ne faremo molti altri di uguale appeal!"

Chi siete voi, oltre a youtuber con tantissime visualizzazioni? 
"Siamo due videomaker: lavoriamo e creiamo tanti generi di video (Aziendali, Spot, Eventi, ecc.), ma vogliamo soprattutto raccontare il bellissimo territorio che ci circonda. Visti i nostri successi creati da più di un anno e le numerose richieste da parte di enti e privati, abbiamo capito che possiamo arrivare ad un ampio pubblico per sponsorizzare dei luoghi magnifici e aumentare il turismo".

Come scegliete i luoghi da mostrare? Li conoscete personalmente oppure vi vengono segnalati? Devono avere determinate caratteristiche per far sì che li scegliate?
"Li troviamo su internet, ci vengono segnalati da amici e altri li conosciamo noi".

Qual è la motivazione che vi spinge a mostrarli, dato che, da quanto si sa, non siete retribuiti dai luoghi stessi?
"Come già abbiamo detto, amiamo il nostro territorio e vogliamo trasmettere le sue bellezze a chiunque abbia voglia di passare una giornata avventurosa".

Spesso la gente del luogo se la prende con voi. Perché non vogliono che siano resi noti? La notorietà porta confusione, però anche indotto. Come li giudicate a livello di mentalità turistica?
"Noi puntiamo a valorizzare il territorio e aiutiamo gli enti a promuovere il turismo. Spesso le persone del posto associano il turismo a qualcosa di negativo, ma come si è già visto in passato, basta un po' di organizzazione per trasformarlo in una risorsa per tutti quanti. Il nostro focus è e sarà sempre quello di valorizzare il territorio, condividendo esperienze vivibili da tutti, nel rispetto della natura".

1 anno fa Le Maldive di Milano prese d'assalto, ma i verzaschesi si lamentano, "ci servono questi turisti che intasano le strade, posteggiano selvaggiamente, sporcano e non spendono?"
Potrebbe interessarti anche
Tags
video
territorio
maldive
milano
turismo
maldive milano
bellezze
gente
terme
negativo
© 2018 , All rights reserved