Mixer
04.01.2018 - 09:330
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:43

I Frontaliers non si fermano: più di 15mila spettatori in due weekend. Ad Airolo arrivano curiosi da Lucerna, gente mandata a casa perchè il cinema è pieno

Il fenomeno della pellicola diretta da Alberto Meroni non si ferma, anzi, sta andando oltre ogni più rosea aspettativa, qualcosa di mai visto, o raramente. Ad Airolo e Acquarossa c'erano troppe persone in coda... E intanto nei prossimi giorni arriverà il debutto in Svizzera Interna

MENDRISIO - E chi pensava a un fenomeno passeggero, esploso magari per il solo passaparola e nei giorni natalizi, si è sbagliato. Il film Frontaliers Disaster continua a volare, ben oltre le più rosee aspettative.

Nei giorni di Natale e seguenti aveva sbaragliato la concorrenza di Star Wars, adesso continua ad andare fortissimo, con 15'177 spettatori in due weekend! "Un fenomeno mai visto se non in qualche raro caso. C'è qualcosa nell'aria - e non è inquinamento, è qualcosa di magico, un profumo inebriante - che spinge il pubblico nostrano verso i capoluoghi (Mendrisio, Lugano, Bellinzona, Locarno) in cui è proiettato “Frontaliers Disaster”. 15'177 spettatori in neanche due settimane di programmazione sono fedele testimonianza di un fenomeno tutto locale ed insubrico (ancora) in piena eruzione. Il primo lungometraggio di Bernasconi e Bussenghi è il film che tre generazioni di ticinesi e che buona parte dei frontalieri hanno visto o vogliono vedere nelle sale ticinesi", scrive la Morandini Film Distribution-

Addirittura, la gente viene mandata a casa perchè non c'è più posto in sala: sia ad Acquarossa che ad Airolo è stato necessario chiedere a degli spettatori di tornare a un'altra proiezione e aggiungerne altre per accontentare le richieste.

Ad Airolo sono arrivati, udite udite, curiosi anche da Lucerna! È stato dunque deciso di aggiungere un nuvo spettacolo fuori programma per sabato 6 gennaio ore 17.00.

Arrivano "grida di aiuto" anche da Poschiavo e dai Grigioni ed a proposito proprio a Coira, venerdì 5 gennaio alle ore 20.00 al KinoCenter saranno presenti il regista e Flavio Sala a salutare il pubblico. Il film verrà proposto a Coira anche il 6-7 gennaio in anteprima ed una proiezione evento verrà organizzata della Pro Grigioni italiano alla presenza dei Frontaliers RSI. E la pellicola si prepara a sbarcare anche nel resto della Svizzera: il 12 gennaio lancio in anteprima a Ginevra, il 14 a Losanna, il 15 a Zurigo e poi a seguire uscita ufficiale dal 17 gennaio nelle sale svizzere di (Zurigo, Basilea, Ebikon, St. Gallo, Berna, Olten, Wohlen, Ginevra, Losanna, Friborgo). 

Otterrà lo stesso successo? Forse è difficile, ma a quanto pare non c'è record che Bernasconi e Bussenghi non riescano a battere. Nei cinema ticinesi rimarranno sin quando la gente avrà voglia di vederli, in modo che chiunque lo desideri possa avere la possibilità di assistere alla proiezione. Insomma, altro che Star Wars, altro che kolossal... al cinema vincono Usmate Carate, la dogana di Bizzarrone e il made in Ticino! 


Potrebbe interessarti anche
© 2020 , All rights reserved