Mixer
23.01.2018 - 15:000
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:43

Di post vergognosi e simili... ci risiamo. "Da quando c'è l'ipovedente al DECS..." E un'altra rincara la dose: "non è in AI per nepotismo"

Squallidi attacchi a Manuele Bertoli dopo il caso della scuola elementare di Mendrisio. Il colmo lo si raggiunge nei commenti: "come mai ha una carica così importante e non è invece in AI, come accadrebbe a un normale cittadino?". Forse per volontà di superare i problemi, e volontà degli elettori, aggiungiamo noi?

BELLINZONA – Lo ha sottolineato, tanto per fare un esempio, Jessica Bottinelli nell’intervista di questa mattina: sempre più spesso, si ascolta chi grida più forte (stava elogiando la pacatezza della lettera inviata da Piero Marchesi ai colleghi presidenti o coordinatori di partito). In molti fano notare come i toni, da quando si parla di No Billag, siano saliti troppo.

I social, in generale, sono un “contenitore” di discussioni che sfociano in insulti. Un modo di fare che non ci piace, e che stigmatizziamo e sottolineiamo appena ne abbiamo l’occasione, basti vedere il post su un gruppo anti-frontalieri di qualche giorno fa.

Adesso rieccoci. Il tema del giorno è senza dubbio il caso alla scuola elementare di Mendrisio, non il primo riguardante i docenti in questo periodo. E qualcuno ha pensato di prendersela col Ministro che regge il DECS, in modo assolutamente da condannare.

Si tratta di un rappresentante leghista, che ha postato: “Da quando al DECS vi è l'ipovedente, non passa settimana che vi siano usi impropri ed abusi in seno alla scuola...incompetenza politica e come sempre vengono sminuiti fatti gravi!! Vergognoso!”

Insomma, non è la critica che contestiamo, ma il fatto di infilare in un argomento che nulla ha a che vedere il problema di salute di Bertoli, che per gli auguri di buon anno ci aveva riso su, dando una lezione.

E i commenti non sono da meno. “Mi chiedo come mai un consigliere di Stato ipovedente ha una carica così importante e non sia un caso di AI. Se fosse un cittadino comune di sicuro sarebbe stato messo in AI.. E questo non è nepotismo?”, scrive un’utente.

No, la chiamiamo integrazione, volontà di superare i problemi con le competenze e la voglia di fare (indipendentemente, ripetiamo, da meriti e demeriti politici di Bertoli).” Integrazione sociale per chi vogliono, per me questo è nepotismo!!!! Finiamola che ci prendono per il c--o, e pensano che tutti i cittadini sono fessi. Certo che in AI si percepiscono massimo 3’000 fr. al mese, non 20000 al’ mese!!!!!!”.

Che dire? Chi ha votato Bertoli lo ha fatto senza pensare al suo problema di salute, ma valutando quelle che a loro avviso erano le competenze del socialista. Come è giusto che sia per chiunque sia in lista.

Questi commenti parlano da soli. Il mondo, purtroppo, non sempre appare un bel posto.

(Ci scusiamo per la qualità dell'immagine, ma abbiamo voluto cancellare le identità, perchè l'intento è segnalare e non mandare in pasto a nessuno le persone che hanno scritto).
Potrebbe interessarti anche
Tags
bertoli
nepotismo
decs
ipovedente
post
no
volontà
scuola
commenti
© 2019 , All rights reserved