Politica
27.01.2016 - 11:580
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:43

Poliziotto razzista: aperta un'inchiesta amministrativa

Aperta un'inchiesta amministrativa, la Polizia cantonale stigmatizza il tenore dei contenuti del post del proprio sergente

BELLINZONA - Sono bastate poche ore alla polizia cantonale per reagire alla pubblicazione dei post razzisti, inneggianti a fascismo e nazismo, da parte di un sergente della polizia cantonale, attivo presso il Centro di Cooperazione di polizia e doganale di Chiasso (leggi qui). In un comunicato i vertici della polizia fanno sapere di aver «celermente disposto un provvedimento disciplinare con l'apertura di un'inchiesta amministrativa». «Il Comando della Polizia cantonale stigmatizza il tenore dei contenuti dei post ed il Comandante ha recentemente sensibilizzato, durante il rapporto di Corpo annuale, sul corretto utilizzo dei social media come previsto nelle raccomandazioni dell'Amministrazione cantonale e nell'Ordine di Servizio relativo al "Comportamento dell'agente di polizia"», conclude il comunicato. Sulla questione è intervenuto anche il Procuratore Generale John Noseda, che ha aperto d'ufficio un procedimento nei confronti di un sergente della Polizia cantonale, ipotizzando il reato di istigazione alla discriminazione razziale secondo l'articolo 261 bis del Codice penale.
Potrebbe interessarti anche
Tags
polizia
polizia cantonale
inchiesta
inchiesta amministrativa
sergente
post
© 2019 , All rights reserved