Politica
19.09.2017 - 16:300
Aggiornamento 19.06.2018 - 15:43

Il Governo ha deciso: inchiesta amministrativa per la funzionaria del DSS

Dopo le cene di Bormio, la responsabile del sevizio richiedenti l'asilo ha già detto di avere intenzione di collaborare. Sul fronte penale il Ministero Pubblico ha ravvisato motivi per procedere nei suoi confronti, dopo l'interrogatorio dei giorni scorsi

11 mesi fa Il PS non ha dubbi: "il soggiorno di Dadò, capogruppo del partito di Beltraminelli, le cene, il dumping e gli stipendi in nero: sulla Argo 1 serve un'inchiesta amministrativa!"
11 mesi fa Il duro attacco di Caratti, "Dadò, perfino Caverzasio ti potrà rinfacciare le cene. Il che è tutto dire. La Lega ha gioco facile nel tiro al piccione"
11 mesi fa Il duro attacco di Caratti, "Dadò, perfino Caverzasio ti potrà rinfacciare le cene. Il che è tutto dire. La Lega ha gioco facile nel tiro al piccione"
BELLINZONA - Il Consiglio di Stato ha deciso di aprire un’inchiesta amministrativa nei confronti della funzionaria del DSS, responsabile del servizio richiedenti asilo, coinvolta nell’ormai nota vicenda della cena di Bormio, consumata con il compagno Fiorenzo Dadò e pagata dal titolare della Argo 1.

Il Governo, come riferisce la RSI, ha preso questa mattina la decisione e la dipendente ha già comunicato di voler collaborare all'indagine per chiarire la sua posizione.

Posizione che, sul fronte penale, è già stata chiusa dal Ministero Pubblico che non ha ravvisato motivi per procedere nei suoi confronti, dopo l’interrogatorio avvenuto negli scorsi giorni.
11 mesi fa Pronzini, "Dadò non può tenere il piede in due scarpe e prenderci in giro. Esca dall'aula quando si parla di Argo 1"
11 mesi fa La verità di Dadò, "il soggiorno l'ho pagato io, e quelle due cene mi parevano una forma di cortesia alla mia compagna da un collaboratore professionale"
Potrebbe interessarti anche
Tags
funzionaria
inchiesta amministrativa
dss
governo
confronti
inchiesta
© 2018 , All rights reserved