Sampdoria
1
Fiorentina
1
2. tempo
(0-1)
Ajax
1
Aek Athens
0
2. tempo
(0-0)
Shakhtar Donetsk
1
1899 Hoffenheim
2
2. tempo
(1-2)
Benfica
Bayern Monaco
21:00
 
Manchester City
Lyon
21:00
 
Real Madrid
Roma
21:00
 
Plzen
Cska Moscow
21:00
 
Young Boys
Manchester Utd
21:00
 
Valencia
Juventus
21:00
 
Sierre
1
Friborgo
2
pausa
(1-2)
HC Star Forward
1
Bienne
2
1. tempo
(1-2)
Hockey Huttwil
0
Lugano
0
pausa
(0-0)
Zugo Academy
0
Langenthal
0
pausa
(0-0)
EHC Bulach
0
Zurigo
1
pausa
(0-1)
EHC Thun
1
Olten
0
1. tempo
(1-0)
SC Rheintal
0
Kloten
1
1. tempo
(0-1)
Dubendorf
0
Lakers
2
1. tempo
(0-2)
Sampdoria
SERIE A
1 - 1
2. tempo
0-1
Fiorentina
0-1
 
 
13'
0-1 SIMEONE GIOVANNI
SALA JACOPO
38'
 
 
LINETTY KAROL
51'
 
 
1-1 CAPRARI GIANLUCA
60'
 
 
SIMEONE GIOVANNI 0-1 13'
38' SALA JACOPO
51' LINETTY KAROL
60' 1-1 CAPRARI GIANLUCA
Venue: Stadio Luigi Ferraris.
Turf: Natural.
Capacity: 36,685.
Distance: 231km.
Sidelined Players: SAMPDORIA - REGINI VASCO (Injured).
Ultimo aggiornamento: 19.09.2018 20:22
Ajax
CHAMPIONS UEFA
1 - 0
2. tempo
0-0
Aek Athens
0-0
1-0 TAGLIAFICO NICOLAS
46'
 
 
46' 1-0 TAGLIAFICO NICOLAS
MATCH SUMMARY: Ajax beat AEK home & away in 94/95 #UCL GROUP stage.
AEK lost all 5 previous UEFA fixtures in Netherlands.
Hosts embarking on 1st #UCL group_name campaign since 14/15.
AEK last competed at this level in 06/07.
Matchday 2: Bayern Mu00fcnchen v Ajax, AEK v Benfica.
Venue: Johan Cruyff Arena.
Turf: Natural.
Capacity: 54,033.
Referee: Carlos Del Cerro (ESP).
Assistant referees: Juan Yuste (ESP) & Roberto Alonso (ESP).
Fourth official: Abraham Alvarez Canton (ESP).
Ultimo aggiornamento: 19.09.2018 20:22
Shakhtar Donetsk
CHAMPIONS UEFA
1 - 2
2. tempo
1-2
1899 Hoffenheim
1-2
 
 
6'
0-1 GRILLITSCH FLORIAN
1-1 ISMAILY DOS SANTOS
27'
 
 
 
 
29'
GRILLITSCH FLORIAN
 
 
38'
1-2 NORDTVEIT HAVARD
MORAES JUNIOR
45'
 
 
PATRICK ALAN
52'
 
 
GRILLITSCH FLORIAN 0-1 6'
27' 1-1 ISMAILY DOS SANTOS
GRILLITSCH FLORIAN 29'
NORDTVEIT HAVARD 1-2 38'
45' MORAES JUNIOR
52' PATRICK ALAN
MATCH SUMMARY: Teams meeting for 1st time in UEFA competition.
Shakhtar drew last 5 UEFA home games v German sides.
Hoffenheim making #UCL GROUP stage debut.
Shakhtar have won last 4 #UCL home fixtures.
Matchday 2: Hoffenheim v Man.
City, Lyon v Shakhtar.
Venue: Arena Lviv.
Turf: Natural.
Capacity: 34,915.
Referee: Jakob Kehlet (DEN).
Assistant referees: Lars Hummelgaard (DEN) & Heine Su00f8rensen (DEN).
Fourth official: Christian Brixen (DEN).
Ultimo aggiornamento: 19.09.2018 20:22
Benfica
CHAMPIONS UEFA
0 - 0
21:00
Bayern Monaco
Ultimo aggiornamento: 19.09.2018 20:22
Manchester City
CHAMPIONS UEFA
0 - 0
21:00
Lyon
Ultimo aggiornamento: 19.09.2018 20:22
Real Madrid
CHAMPIONS UEFA
0 - 0
21:00
Roma
Ultimo aggiornamento: 19.09.2018 20:22
Plzen
CHAMPIONS UEFA
0 - 0
21:00
Cska Moscow
Ultimo aggiornamento: 19.09.2018 20:22
Young Boys
CHAMPIONS UEFA
0 - 0
21:00
Manchester Utd
Ultimo aggiornamento: 19.09.2018 20:22
Valencia
CHAMPIONS UEFA
0 - 0
21:00
Juventus
Ultimo aggiornamento: 19.09.2018 20:22
Sierre
COPPA SVIZZERA
1 - 2
pausa
1-2
Friborgo
1-2
1-0 RIMANN
3'
 
 
 
 
13'
1-1 MOTTET
 
 
20'
1-2
3' 1-0 RIMANN
MOTTET 1-1 13'
1-2 20'
Ultimo aggiornamento: 19.09.2018 20:22
HC Star Forward
COPPA SVIZZERA
1 - 2
1. tempo
1-2
Bienne
1-2
 
 
4'
0-1 RAJALA
 
 
6'
0-2 NEUENSCHWANDER
1-2
16'
 
 
RAJALA 0-1 4'
NEUENSCHWANDER 0-2 6'
16' 1-2
Ultimo aggiornamento: 19.09.2018 20:22
Hockey Huttwil
COPPA SVIZZERA
0 - 0
pausa
0-0
Lugano
0-0
Ultimo aggiornamento: 19.09.2018 20:22
Zugo Academy
COPPA SVIZZERA
0 - 0
pausa
0-0
Langenthal
0-0
Ultimo aggiornamento: 19.09.2018 20:22
EHC Bulach
COPPA SVIZZERA
0 - 1
pausa
0-1
Zurigo
0-1
 
 
18'
0-1 NOREAU
NOREAU 0-1 18'
Ultimo aggiornamento: 19.09.2018 20:22
EHC Thun
COPPA SVIZZERA
1 - 0
1. tempo
1-0
Olten
1-0
1-0 REYMONDIN
4'
 
 
4' 1-0 REYMONDIN
Ultimo aggiornamento: 19.09.2018 20:22
SC Rheintal
COPPA SVIZZERA
0 - 1
1. tempo
0-1
Kloten
0-1
 
 
7'
0-1 FUGLISTER
FUGLISTER 0-1 7'
Ultimo aggiornamento: 19.09.2018 20:22
Dubendorf
COPPA SVIZZERA
0 - 2
1. tempo
0-2
Lakers
0-2
 
 
14'
0-1 KNELSEN
 
 
15'
0-2 SCHWERI
KNELSEN 0-1 14'
SCHWERI 0-2 15'
Ultimo aggiornamento: 19.09.2018 20:22
Politica
12.03.2018 - 09:300
Aggiornamento 19.06.2018 - 15:43

"Autoreferenziale, confusionaria nei contenuti, nei metodi e negli obiettivi, dettata dall'imminenza delle prossime cantonali e non dal buon senso", Marchesi contro La scuola che verrà

Il presidente dell'UDC si è scagliato contro la riforma di Bertoli, "livellerà l'istruzione verso il basso e conferirà ulteriore potere centralista al Dipartimento". Attacca anche gli altri partiti, "mal si comprende la spettacolare e riprovevole giravolta di PPD e PLR dopo qualche concessione"

BELLINZONA – Da oggi, avrà inizio una nuova seduta di Gran Consiglio, e si parlerà della riforma “La scuola che verrà”. PLR e PPD ora paiono approvare l’idea di Bertoli, ricreando dunque il triciclo. Ma sicuramente non sarà un tema all’acqua di rose, e ad aprire il dibattuto ci hanno pensato il presidente dell’UDC Piero Marchesi e lo stesso Bertoli.

Il sasso lo ha lanciato Marchesi qualche giorno fa, bocciando su tutta la linea la riforma. Si è detto convinto che una revisione serva e non c’è alcuna preclusione da parte del suo partito, ma non vuole qualcosa di imposto dall’alto, bensì idee condivise col corpo insegnanti.

“Questa pressante modalità d’azione sembrerebbe essere dettata più dall’imminenza delle prossime elezioni cantonali piuttosto che dal buon senso. Bisogna riconoscere a Bertoli di aver avuto il coraggio di proporre una riforma, evento sempre meno presente a queste latitudini”, ha scritto, sottolineando comunque come serva il coinvolgimento di tutti.

“La scuola che verrà”prevede l’eliminazione dei livelli di insegnamento e un’educazione alla carte, dove l’allievo potrà decidere quali materie preferire e quali tralasciare. Inverte il concetto di parità di partenza di ogni singolo allievo con la parità di arrivo, questo sarà il grimaldello per uniformare qualitativamente tutti gli allievi verso il basso, invece di aiutarli ad ottenere il massimo in base alle singole potenzialità”, è sicuro, oltre a credere che le competenze sociali saranno più importanti di quelle istruttive, che verranno minimizzate.

“Come se non bastasse, conferisce ulteriore potere centralista al Dipartimento che potrà imporre, regolare e standardizzare l’educazione cantonale in modo eccessivo, relegando i Comuni a fare da semplici spettatori paganti, penalizzando inoltre le scuole private che forniscono una valida complementarietà alla scuola pubblica. Questa impostazione non può evidentemente essere condivisa perché, in un mondo del lavoro sempre più selettivo verso i meno preparati e formati, aumenterà ancor di più il fossato tra il mondo dell’educazione e l’economia privata”, prosegue Marchesi.

Che poi attacca PLR e PPD, “ mal si comprende la spettacolare e riprovevole giravolta, che fino a qualche settimana fa erano ferocemente contrari al progetto e che, dopo aver ottenuto un paio di concessioni da Bertoli con la sperimentazione anche di un modello alternativo, si sono ammansitie dichiarati pronti a sostenere il credito di oltre 6 milioni di franchi che il Parlamento sarà presto chiamato a votare. L’UDC e il nostro gruppo parlamentare La Destra hanno ben altre aspettative sul tema, presentando un’iniziativa parlamentare dal nome “La scuola che vogliamo”,sono state messe sul tavolo alcune proposte che meritano di essere prese in considerazione”.

Insomma, la riforma di Bertoli per lui è “autoreferenziale, confusionaria nei contenuti, nei metodi e negli obiettivi”.
Potrebbe interessarti anche
Tags
bertoli
marchesi
riforma
buon senso
imminenza
cantonali
metodi
udc
educazione
obiettivi
© 2018 , All rights reserved