Politica
19.07.2018 - 11:400
Aggiornamento 20.07.2018 - 13:33

Dal 'famoso' post al like a "ci vorrebbe zio Adolfo". Sartori finisce nella bufera e sul Blick!

La Municipale di Balerna inciampa ancora sul social e i Verdi chiedono di riconsiderare la sua posizione

BALERNA – Ci risiamo. Adriana Sartori, Municipale leghista di Balerna, è di nuovo al centro della bufera, e parrebbe di dire che quel che è successo due anni fa non ha fatto scuola. Infatti, un suo post dedicato ai migranti fece scalpore: "Hai pensato che il pesce che arriva sulla tua tavola, ha mangiato i profughi morti?”, scrisse allora.


Il PS gridò allo scandalo, chiedendo le dimissioni. Adesso Facebook la rigetta in mezzo alle polemiche. Non è lei a scrivere direttamente, ma sotto la lente di ingrandimento ci sono alcuni suoi like a post piuttosto forti e inneggianti al nazismo.


Per esempio, “Il gas sistema molte cose”, “Buttateci una bomba”, oppure “Ci vorrebbe Zio Adolfo”. Frasi scritte da suoi ‘amici’ social in risposta a un post sui migranti e sul centro Pasture.


I Verdi sono stati i primi a muoversi. Simona Arigoni Zürcher, Daniela Benzoni e Alberto Benzoni hanno inoltrato un'interpellanza con cui chiedono al Municipio di "riconsiderare il suo ruolo in seno al dicastero Polizia. Secondo l’esecutivo, non si pone in chiara contraddizione il fatto che la Municipale responsabile del dicastero polizia si esponga pubblicamente (tramite Facebook) iniettando astio e paure nella popolazione e provocando un moto di odio nei confronti di coloro che ancora non hanno messo piede a Balerna?"


Ora la questione è finita anche sul Blick, che con una foto di Sartori si chiede “da lei lo zio Adolfo è benvenuto”?. 


Lei ritiene di non dover nascondere le sue opinioni politiche. Facebook ferisce ancora, dunque: in questi giorni, era già balzato in cronaca il caso della promozione di Edy Imperiali, che inneggiò a sua volta al nazismo, a sergente maggiore della Polizia. Ora, di nuovo, Adriana Sartori. Un like che può pesare.

Tags
post
sartori
balerna
adolfo
like
zio
zio adolfo
blick
municipale
bufera
© 2018 , All rights reserved