Politica
20.09.2018 - 11:400

"La Svizzera è più svizzeroitaliana e il Ticino più vicino a Berna". Un anno del "fabbro" Cassis in Consiglio Federale

Il 20 settembre dello scorso anno l'elezione del ticinese: il PLR lo celebra. Caprara: "gli interessi svizzeri con l'UE messi sul tavolo con trasparenza e intelligenza"

BERNA – Un anno fa, il Ticino tornava nella stanza dei bottoni a Berna. Battendo Isabelle Moret e Pierre Maudet, al secondo turno Ignazio Cassis diventata Consigliere Federale, come era nelle previsioni: si definì, nelle prime ed emozionate parole, un fabbro.

"Voglio sottolineare i punti di forza della nostra che è una Willensnation, con le diversità ma unita nella libertà: rafforziamo la coesione! Mi vedo come un fabbro, voglio unire di più il paese. Farò del mio meglio per non deludervi. Desidero essere un membro leale di un organo collegiale, con chi la pensa in modo diverso, difenderò le decisioni prese anche se durante la discussione avrò pensato in modo differente", disse pochi minuti dopo aver accettato la carica.

Fu una grande festa per il PLR, che aveva seguito in massa il suo candidato a Berna. E ora lo celebra, con un video che ricorda quei momenti senza dubbio emozionanti per un partito che aveva puntato da subito forte su Ignazio Cassis.

"Un anno fa l'elezione di Ignazio Cassis in Consiglio federale, una forte emozione. Da allora il Ticino è sicuramente più vicino a Berna, la Svizzera è un po' più svizzeroitaliana e gli interessi svizzeri nei rapporti con l'UE sono stati messi sul tavolo con grande trasparenza e intelligenza", ha detto il presidente Bixio Caprara.

Tags
berna
cassis
fabbro
federale
ticino
ignazio
ignazio cassis
svizzera
consiglio federale
consiglio
© 2019 , All rights reserved