Lugano
Friborgo
19:45
 
Langnau
Zurigo
19:45
 
Zugo
Bienne
19:45
 
Ambrì
Losanna
19:45
 
Davos
Lakers
19:45
 
La Chaux de Fonds
Turgovia
19:45
 
Olten
Ajoie
19:45
 
Kloten
GCK Lions
19:45
 
Lugano
LNA
0 - 0
19:45
Friborgo
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 18:54
Langnau
LNA
0 - 0
19:45
Zurigo
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 18:54
Zugo
LNA
0 - 0
19:45
Bienne
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 18:54
Ambrì
LNA
0 - 0
19:45
Losanna
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 18:54
Davos
LNA
0 - 0
19:45
Lakers
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 18:54
La Chaux de Fonds
LNB
0 - 0
19:45
Turgovia
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 18:54
Olten
LNB
0 - 0
19:45
Ajoie
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 18:54
Kloten
LNB
0 - 0
19:45
GCK Lions
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 18:54
Politica
13.12.2018 - 12:150

Caso dumping, "non basta una proposta orale per fare denuncia". Insomma, si può far poco!

Il negozio Terranova offre, come noto, 2'160 franchi per un tempo pieno e 1'080 per un part time. Tanti invocano interventi. Però i sindacati spesso hanno le mani legate, come spiega Gargantini

LUGANO – Hanno destato scalpore gli stipendi offerti a delle commesse presso il negozio Terranova di Piazza Dante a Lugano: 2'160 franchi lordi per un tempo pieno e 1'080 franchi per un tempi parziale, come segnalato dal consigliere comunale luganese Omar Wicht.

Noi di TicinoLibero abbiamo raccolto delle testimonianze di donne che si erano candidate e sono state scartate perché residenti. Al di là del preferire i ticinesi, poco si può fare anche per i salari offerti.
Wicht stesso spiega a La Regione di non poter far altro, in qualità di cittadino e politico, che segnalare pubblicamente la situazione. 

E i sindacati, che si dicono consapevoli che nella vendita e non solo esistono contratti che sono sotto al minimo previsto dal contratto collettivo, non possono far nulla? In assenza di prove reali, ben poco. “Non basta per una denuncia basarsi su proposte orali”, sottolinea sempre al quotidiano bellinzonese Giangiorgio Gargantini di UNIA.

“Ci serve la documentazione per provare che la realtà sia davvero quella”. Ovvero, i versamenti bancari da confrontare con le ore effettivamente lavorate. Non è infrequente, infatti, che qualcuno figuri part time e lavori al 100%, per esempio.

Però, la sola proposta, magari rifiutata dalla lavoratrice, non vale per una denuncia. Per poterla inoltrare, serve un contratto firmato, e la prova che il salario minimo non è rispettato. 

Anche se Gargantini è realista, “anche se entrasse in vigore il nuovo contratto collettivo di lavoro non ci saranno i mezzi per fare controlli efficaci nella vendita”.

Dunque, cosa si può fare? Poco, parrebbe.

1 mese fa "Mi dissero: 'ah sei di qui?' E risatina". Scoppia un nuovo caso-dumping
1 mese fa "Ho svolto uno stage per un posto che era già stato assegnato, a una frontaliera"
Potrebbe interessarti anche
Tags
denuncia
gargantini
proposta
contratto
© 2019 , All rights reserved