Politica
14.06.2019 - 11:110

Tonini: "La 'parità dei sessi' l'avete ottenuta giustamente col diritto di voto. Non condivido lo sciopero"

"Ogni giorno dovrebbe essere la festa della donna e non solo l'8 marzo", scrive il deputato leghista, a cui non piace l'emblema dello sciopero, ovvero il pugno chiuso: "Io non riesco e non voglio vedere violenza nella figura della donna"

di Stefano Tonini*

Ogni giorno dovrebbe essere la festa della donna e non solo l’8 di marzo.

Questo sciopero però non lo condivido, come non condivido il pugno chiuso nell'emblema dello sciopero, il pugno vuol dire violenza e personalmente non riesco e non voglio vedere violenza nella figura della donna.

La "parità dei sessi" l'avete giustamente ottenuta il 7 Febbraio 1971 con il diritto di voto alle donne.

Rispetto per tutte le donne indipendentemente dallo sciopero.

*deputato Lega

2 gior fa Donna per me è... Sognare la favola, poter accudire i figli e non rinunciare al lavoro. È tutto
4 gior fa Failla risponde a una nostra lettrice: "Uomini e donne con ruoli diversi? Sono solo gabbie di genere"
4 gior fa "È una pagliacciata". "Vorrei uno sciopero che comprenda tutti". "Porto rispetto indipendentemente dal gingillo nelle mutande"
5 gior fa Lo 'sciopero' alternativo delle liberali. "Il nostro sistema è concepito in modo che alle donne non valga la pena lavorare"
5 gior fa Perchè scendo in piazza? "Uomini, ecco cos'è il rispetto. E se piangete non siete meno virili, siete più voi"
© 2019 , All rights reserved