SINNER J. (ITA)
Wawrinka S. (SUI)
14:00
 
BENCIC B. (SUI)
2
MLADENOVIC K. (FRA)
0
fine
(6-3 : 6-4)
SINNER J. (ITA)
0 - 0
14:00
Wawrinka S. (SUI)
ATP-S
ANTWERP BELGIUM
Winner plays Murray A or Humbert.
Ultimo aggiornamento: 19.10.2019 13:46
BENCIC B. (SUI)
2 - 0
fine
6-3
6-4
MLADENOVIC K. (FRA)
6-3
6-4
WTA-S
MOSCOW RUSSIA
Ultimo aggiornamento: 19.10.2019 13:46
Politica
19.07.2019 - 09:300

Dell'Ambrogio punzecchia la Lega: "Il Ticino Cantone più svizzero? Altrove sanno pesare gli interessi"

Non gli è piaciuta l'affermazione fatta dopo il voto sulle armi: interessi. "Noi, condizionati dalle polemiche su frontalieri e concorrenza nell’edilizia, osteggiamo per principio ogni accordo con l’Europa"

di Mauro Dell'Ambrogio*

All’indomani del recente voto sulla modifica della legge sulle armi, accettata dal popolo in tutti i cantoni tranne in Ticino, un parlamentare federale della Lega ha commentato affermando “il Ticino è il Cantone più svizzero”. Mostrando così scarso rispetto del voto col quale il popolo svizzero si era appena espresso e come per dire: “chi non la pensa come me è meno svizzero di me”. 

Vada a dirloa Svittesi e Obvaldesi, svizzeri da secoli prima che ci colonizzassero e dai quali noi Ticinesi abbiamo imparato ad esserlo con pieni diritti da due secoli soltanto. L’affermazione è rivelatrice d’ignoranza su cosa ciò significhi.

Nell’immaginario leghista a dare identità alla Svizzera sono i tiratori emuli di Tell, i cittadini-soldati, la neutralità armata. Nei miti di ogninazione c’è molto folklore e parecchia falsità.
A spiegare che Tell fu inventato secoli dopo l’epoca in cui sarebbe vissuto, che la neutralità storicamente ci fu imposta e che furono i mercenari a garantirla si passa per intellettuali: lasciamo perdere (purché non sia quella la civica da insegnare a scuola). Che non si può
lasciar perdere è invece l’ignoranza di quanto per il nostro benessere, inscindibile dalla nostra
identità, ben più delle radici medievali conti la Svizzera industriale.

A Svitto e in Obvaldo ci sono molte imprese che esportano e c’è consapevolezza di quanto contino i mercati aperti. Nel voto si doveva scegliere (semplifico) tra la libertà di avere più di dieci colpi nel caricatore del fucile e il rischio di essere esclusi da un sistema europeo di visti ai turisti asiatici.

Se là hanno votato diversamente dal Ticino non è certo perché non hanno tiratori e cacciatori, ma perché sanno pesare gli interessi. Noi invece, condizionati dalle polemiche su frontalieri e concorrenza nell’edilizia, osteggiamo per principio ogni accordo con l’Europa. Forse è all’Italia a guida leghista, che addossa tutte le colpe all’Europa, che dobbiamo guardare noi
Ticinesi, quando votiamo così, per vedere a chi assomigliamo.

*ex segretario di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione, da Opinione Liberale

Potrebbe interessarti anche
Tags
ticino
svizzero
voto
ambrogio
ticino cantone
lega
sanno pesare
interessi
cantone
europa
© 2019 , All rights reserved