Politica
29.03.2020 - 12:520
Aggiornamento : 14:54

"Ti ricorderemo sempre come 'il pompiere', come disse il Nano". "Sei stato duro ma le tue parole mi hanno fatto cambiare atteggiamento: grazie"

Cominciano ad arrivare messaggi e ricordi di Attilio Bignasca. Gobbi lo ricorda col nomignolo datogli dal fratello, Tonini svela un retroscena. Robbiani: "Mi hai sempre capito e rispettato, ci mancherai"

LUGANO - La notizia è arrivata quasi all'ora di pranzo di una domenica di quarantena, gettando nello sconforto i rappresentanti leghisti e della politica in generale: Attilio Bignasca, conosciuto come Conte Zio, fratello di Giuliano, se ne è andato.

Stanno arrivando le prime reazioni social.

La Lega lo saluta così: "Addio caro Attilio, ti ricorderemo per sempre! Grazie di cuore per tutto quello che hai fatto per il nostro Cantone e per la Lega, sarai sempre nei nostri cuori".

Norman Gobbi lo ricorda con tristezza: "Caro Attilio, grazie per quanto hai fatto e quanto ci hai insegnato. Ti ricorderemo come “il pompiere” (Nano dixit) e “Conte Zio”. Ci mancherai, tanto! Un abbraccio a Paola, Antonella, Carlotta, Giulianino e Filippo".

Poche e sentite parole per Claudio Zali: "Caro Attilio mancherai a tutti noi".

Anche Massimiliano Robbiani ha voluto dire la sua: "Caro Attilio, caro amico riposa in pace. Sei sempre stato una persona discreta, molto attiva politicamente e molto sensibile. Te ne sei andato in punta di piedi. Hai sempre lottato per il ceto medio e basso.. e collaborato in stretta armonia con tuo fratello Nano. Due caratteri diversi ma con un unico obiettivo, lavorare per il bene dei Ticinesi e del Ticino. Mi hai sempre capito e rispettato anche perché sei sempre stato una persona intelligente e comprensiva. Ci mancherai caro Attilio. Lavorerò e lavoreremo per portare avanti tutto quello che tu hai sempre fatto e voluto per bene del tuo amato Ticino. Riposa serenamente".

Il granconsigliere Stefano Tonini ha svelato un retroscena accaduto durante la campagna elettorale per le cantonali; "Buon viaggio caro Attilio, grazie per tutti i momenti e il tempo che mi hai dedicato in questi anni. È stato molto bello ascoltare i tuoi aneddoti sull’arbitraggio. Ma un grazie te lo dico soprattutto per quello che mi hai detto durante la corsa per le elezioni Cantonali dello scorso anno: parole forti, forse troppo dure, ma che mi hanno fatto cambiare atteggiamento in alcune situazioni e mi hanno dato anche lo stimolo e la motivazione per fare bene e per poi accettare appieno la carica in Gran Consiglio. Grazie, quindi, per avermi portato a fare del mio meglio. In giorni come questi non esistono mai le parole giuste, ma spero comunque che il mio pensiero ti arrivi, là, ovunque tu sia". 

Il sindaco di Bioggio e granconsigliere Eolo Alberti, che sta vivendo un momento difficile avendo contratto il Coronavirus, posta una foto con Bignasca e Zali. "Un grave lutto, che ha colpito il mondo politico e famiglia Bignasca è per noi motivo di dolore e in questa triste circostanza ogni parola suona superflua. Il ricordo di Attilio rimarrà sempre tra di noi.  La vita ci mette sempre a dura prova e per questo abbraccio dal più profondo del cuore Antonella e tutta la famiglia Bignasca.  Riposa in pace Attilio".

Interpellato da La Regione, il capogruppo Michele Foletti è  commosso. "È un pezzo della nostra storia che se ne va, un altro importante pezzo dopo la scomparsa del fratello Giuliano... (..). Quando nel 2013 morì Giuliano, il fondatore del nostro movimento, scoprimmo un nuovo Attilio. Riuscì in un'impresa che a molti parve impossibile, quella cioè di tenere insieme la Lega: riuscì a motivarci tutti e a proseguire. Come coordinatore, riuscì a portare avanti la Lega e a farla crescere".

Anche Daniele Caverzasio gli riserva belle parole, sempre a La Regione: "Attilio mancherà a tutti. Quando iniziai in Gran Consiglio ero suo compagno di banco, mi fece da mentore, spiegandomi tutto quello che c'era da sapere sui meccanismi del parlamento. Lo chiamavamo Conte Zio, lo zio di tutti di noi e una voce, la sua, sempre ascoltata nel movimento, e non solo nel movimento".

Anche i Giovani UDC lo ricordano: "I Giovani UDC Ticino porgono a tutta la famiglia Bignasca e ai cari amici della Lega dei Ticinesi le proprie condoglianze. Caro Attilio, non ti dimenticheremo. Riposa in pace".

Segue di poco un toccante ricordo dell'UDC cantonale, che si rammarica di non poter salutare come si vorrebbe Attilo Bignasca, date le attuali disposizioni sui funerali. "L’UDC Ticino si unisce al dolore dei famigliari e della Lega dei Ticinesi per la scomparsa di Attilio Bignasca. In particolare siamo vicini, in questo momento di tristezza, alla figlia Antonella e suo marito Carlo Danzi. Siamo riconoscenti al coordinatore del movimento leghista per il suo impegno costante nella difesa del Ticino e della Svizzera. Abbiamo combattuto assieme, ognuno nei rispettivi ranghi e nel totale rispetto reciproco, molte battaglie politiche per il bene del popolo ticinese. Ci dispiace che le attuali circostanze non permettano di celebrare un meritevole addio e ultimo saluto degno del rango per una persona che ha contribuito per decenni a proteggere e a cambiare le sorti del nostro cantone. Il vivo ricordo di Attilio Bignasca ci dà la motivazione e l’opportunità per riaffermare con gli amici leghisti gli stessi principi e ideali nei quali crediamo e che ci muovono anche nelle nuove sfide".

Gli rivolge un pensiero il democentrista Tiziano Galeazzi: "Addio caro Attilio fai buon viaggio... avrò sempre un bel ricordo di te. Ora potrai raggiungere tuo fratello Nano e mettete un pò a posto anche il Paradiso.... Sincere condoglianze a tutta la tua famiglia".

© 2020 , All rights reserved