ULTIME NOTIZIE Politica
Politica
09.10.2021 - 09:460

Orlandi, il funzionario indagato per il caso targhe, fu la gola profonda sui frontalieri di Ghiggia?

Lo chiede l'MPS in una interpellanza, dove ipotizza che l'ex funzionario venne spostato dalla Sezione Immigrazione, da dove era venuto in possesso delle informazioni, alla circolazione, posto che ha perso a causa dell'inchiesta

BELLINZONA - Simone Orlandi, ex dipendente della Sezione della circolazione, licenziato a causa dell'indagine che lo coinvolge per aver venduto in modo non legale delle targhe con numeri rari, sarebbe la gola profonda che ha svelato che Battista Ghiggia impiegava dei frontalieri? Lo chiede l'MPS in una interpellanza.

Secondo i suoi deputati, da iscritto all'URC Orlandi trovò lavoro alla Sezione della popolazione, Ufficio della migrazione, l'ufficio di Gobbi. Per il Movimento, grazie alla sua militanza nell'UDC. Ma cosa successe dopo? Orlandi sarebbe venuto a sapere che Ghiggia, candidato al Consiglio degli Stati per la Lega dei Ticinesi, aveva dei dipendenti frontalieri, ovvero segretarie e badanti. La questione fece scalpore e Chiesa, candidato UDC, ne trasse vantaggio alle urne.

Per l'MPS, fu proprio Orlandi, anch'egli candidato nelle fila dell'UDC, a passare a chi di dovere la notizia. E per questo sarebbe stato trasferito alla Sezione della circolazione.

Secondo La Regione, il trasferimento avvenne invece dopo un periodo di disoccupazione. Orlandi smise di lavorare alla Sezione immigrazione, si iscrisse ancora agli URC e poi trovò il nuovo posto dopo aver partecipato al concorso aperto in seguito a un posto (a nomina) resosi vacante.

Potrebbe interessarti anche
© 2021 , All rights reserved