Svizzera
14.10.2017 - 18:000
Aggiornamento 19.06.2018 - 15:43

ProTell decisa a contrastare ciò che vuole il Consiglio Federale sulle armi. E Cassis vi aderisce

Il nuovo Consigliere Federale, che entrerà in carica il 1o novembre, è entrato nell'associazione nove giorni prima della sua elezione. Non è proibito e non esiste l'obbligo di rendere pubblica l'appartenenza, ma ProTell è contraria alla normativa UE che dobbiamo applicare come membro Schengen

1 anno fa La prima conferenza di Cassis, "l'elezione mi ha scaricato una responsabilità dalle spalle. Porto il mio essere originario di un Cantone di frontiera e il saper trattare con l'Italia"
1 anno fa Cassis è in Governo, per i ticinesi... "non cambierà nulla"
12 mesi fa Caprara, "il successo dell'operazione lo dobbiamo esclusivamente a Cassis: nelle nostre istituzioni, il lavoro serio viene premiato"
BERNA – ProTell desidera la liberalizzazione delle armi, andando contro la nuova direttiva dell’UE sulle armi che verrebbe attuata in virtù dell’accordo di Schengen.

L’associazione è pronta a combattere in ogni modo la soluzione definita pragmatica presentata, sulla scia della direttiva UE, dal Consiglio Federale, un’unione fra appunto quanto raccomandato in essa e la tradizione nazionale.

Dov’è il problema? Riguarda, se di problema si può parlare, Ignazio Cassis, che fra un paio di settimane entrerà in carica come Consigliere Federale. Egli ha infatti aderito a ProTell nove giorni prima dell’elezione, e sarà lui, come Ministro degli Esteri, ad avere a che fare tra gli altri con l’UE.

Nulla di vietato, per carità: l'iscrizione a gruppi di lobby come Pro Tell, Auns, Nebs o WWF non è proibita e non esiste anche alcun obbligo di renderla pubblica.

Ma come membro Schengen il nostro Paese deve applicare la normativa, e la posizione di Cassis, che è dichiaratamente per lo status quo, spiegando che per adattarsi alle norme UE bisogna trovare la via giusta.
11 mesi fa Il miracolo della Fanfara unita, le sorelle con cui litigava ma si vuole un gran bene, i ricordi di Cotti e l'abbraccio collettivo: il Ticino è tutto per Cassis
Potrebbe interessarti anche
Tags
ue
protell
federale
cassis
armi
consiglio
consiglio federale
schengen
© 2018 , All rights reserved