BOS Bruins
5
TOR Leafs
1
fine
(2-0 : 0-1 : 3-0)
SJ Sharks
VEGAS Knights
04:00
 
BOS Bruins
NHL
5 - 1
fine
2-0
0-1
3-0
TOR Leafs
2-0
0-1
3-0
1-0 NORDSTROM
15'
 
 
2-0 JOHANSSON
18'
 
 
 
 
24'
2-1 TAVARES
3-1 KURALY
43'
 
 
4-1 COYLE
58'
 
 
5-1 BERGERON
60'
 
 
15' 1-0 NORDSTROM
18' 2-0 JOHANSSON
TAVARES 2-1 24'
43' 3-1 KURALY
58' 4-1 COYLE
60' 5-1 BERGERON
BOSTON BRUINS wins series 4-3.
Ultimo aggiornamento: 24.04.2019 03:36
SJ Sharks
NHL
0 - 0
04:00
VEGAS Knights
Ultimo aggiornamento: 24.04.2019 03:36
Svizzera
30.01.2018 - 19:530
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:43

"Si apra un'inchiesta su quanto accaduto a Coira, anche per abbattere il muro di omertà". I Giovani Comunisti scandalizzati si scagliano contro l'esercito

Ha suscitato diverse reazioni l'episodio raccontato dal SISA di una recluta costretta a correre in mutande davanti ai commilitoni per punizione. "Episodi simili mostrano l'inabilità al comando di certi fanatici a cui l'esercito ha concesso le mostrine"

1 anno fa Nell'inferno della caserma di Coira: recluta costretta a correre semi nuda di fronte a tutti, minacce e punizioni collettive
1 anno fa "Le reclute non possono spesso ricevere aiuti, e vengono derise dai commilitoni. L'esercito è uno strumento di oppressione e controllo sociale"
1 anno fa "Un'ancora di salvezza! Ho risvegliato sopite passioni per il destino del Locarno". Ghiringhelli riapre la colletta
 COIRA – “La disciplina è fondamentale”, spiega a ticinonews.ch una recluta ticinese a Coira, la caserma dove è avvenuta la punizione umiliante di dover correre seminudo di fronte ai commilitoni, comminata a un ragazzo alla seconda settimana di scuola reclute, e denunciato oggi dal Sindacato Indipendente degli Studenti e degli Apprendisti.

Qualcuno sostiene che ai tempi a militare si dovesse andare “con la testa spenta”, perché non sempre i superiori la pensavano come te. Ma ora le cose appaiono cambiate: orari diversi, e più tempo libero. Soprattutto, nessuna punizione corporale.

Non è quanto racconta, appunto, il SISA, che raccoglie i problemi dei giovani che partecipano alla scuola reclute.

I Giovani Comunisti si sono scandalizzati in merito alla denuncia, e chiedono che la cosa non venga lasciata cadere.  “Minacce del tipo "domani vi faccio morire" dichiarate da un gruppo (!) di sergenti alle reclute alla seconda settimana di servizio, come pare essere avvenuto alla caserma di Coira, oltre ad essere illegali dimostrano l'inabilità al comando di certi fanatici a cui l'esercito ha concesso le mostrine. Lo squadrismo con cui taluni graduati agiscono contro i sottoposti quando non vi sono degli ufficiali presenti a controllare è un altro fattore preoccupante per l'incolumità dei coscritti, soprattutto se politicamente critici verso l'esercito”, si legge in una nota.

“Far correre in mutande una recluta nei corridoi della caserma davanti a tutti per aver "offeso" un superiore durante una libera uscita, come successo nella notte fra mercoledì e giovedì a Coira è umiliante e contro ogni regolamento. Anche se sappiamo che purtroppo queste pressioni sono considerate da molti come "normali" in una Scuola Reclute, non lo sono affatto: punire, insultare e umiliare non dovrebbero essere pratiche accettabili in nessuna struttura, tantomeno in un esercito di un paese democratico”.

Quindi, “positivo quindi che la questione sia stata segnalata dal SISA a chi di dovere, con tanto di indicazioni relative ai responsabili perché ci mancherebbe anche che simili individui possano continuare a indossare l'uniforme e ad avanzare di grado! L'apertura di un'inchiesta è necessaria anche per demolire il muro di omertà!”. La questione avrà un seguito?
Potrebbe interessarti anche
Tags
coira
esercito
reclute
giovani
omertà
recluta
sisa
comunisti
giovani comunisti
comunisti scandalizzati
© 2019 , All rights reserved