BOS Bruins
5
TOR Leafs
1
fine
(2-0 : 0-1 : 3-0)
SJ Sharks
VEGAS Knights
04:00
 
BOS Bruins
NHL
5 - 1
fine
2-0
0-1
3-0
TOR Leafs
2-0
0-1
3-0
1-0 NORDSTROM
15'
 
 
2-0 JOHANSSON
18'
 
 
 
 
24'
2-1 TAVARES
3-1 KURALY
43'
 
 
4-1 COYLE
58'
 
 
5-1 BERGERON
60'
 
 
15' 1-0 NORDSTROM
18' 2-0 JOHANSSON
TAVARES 2-1 24'
43' 3-1 KURALY
58' 4-1 COYLE
60' 5-1 BERGERON
BOSTON BRUINS wins series 4-3.
Ultimo aggiornamento: 24.04.2019 03:36
SJ Sharks
NHL
0 - 0
04:00
VEGAS Knights
Ultimo aggiornamento: 24.04.2019 03:36
Svizzera
01.02.2018 - 13:270
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:43

Caserma di Coira, la Giustizia militare indaga. Cosa ha portato alla punizione? Il sergente ha agito da solo?

A quanto pare, ci sono circa 2mila reclami all'anno, però il caso denunciato dal SISA non è piaciuto alla Giustizia, che ha inviato sul posto la polizia militare e un giudice istruttore. La recluta ticinese e tre sergenti sarebbero stati già sentiti. Potrebbero esserci fatti di rilevanza penale

1 anno fa Coira, "siamo preoccupati, sarebbe inammissibile". Dall'esercito indagheranno sulla punizione alla recluta. Il web insorge, "generazione di bimbominkia"
1 anno fa "Si apra un'inchiesta su quanto accaduto a Coira, anche per abbattere il muro di omertà". I Giovani Comunisti scandalizzati si scagliano contro l'esercito
1 anno fa "Le reclute non possono spesso ricevere aiuti, e vengono derise dai commilitoni. L'esercito è uno strumento di oppressione e controllo sociale"
COIRA – La recluta oggetto dell’umiliante punizione di correre seminuda davanti ai commilitoni è stata sentita dalla polizia militare. Con essa, anche tre sergenti sono stati convocati e interrogati in merito alla vicenda.

Nonostante la Giustizia militare debba far fronte a circa 2mila reclami l’anno, si è mossa tempestivamente di fronte alla denuncia del Sindacato Indipendente degli Studenti e degli Apprendisti. Come riporta La Regione, infatti, il caso sarebbe ritenuto qualcosa di inammissibile, e subito sono stati mandati sul posto la polizia militare, appunto (martedì) ed anche un giudice istruttore (ieri).

Diverse le domande a cui rispondere. In primo luogo, verificare che cosa è davvero accaduto al ragazzo, che è comunque ancora in servizio. Tutto sarebbe partito da un alterco, oltretutto banale, durante una libera uscita? È stato il sergente a infliggere la punizione? Ha agito da solo o d’accordo con altri graduati?

Una volta risposto, si potrà far richiesta al comandante di avviare un’istruzione preparatoria contro persone, oppure verranno presi provvedimenti, ma non è escluso che quanto accaduto possa essere di rilevanza penale.

Intanto, fra i giovani che stanno svolgendo la scuola reclute pare si stia cercando di capire chi abbia riferito i fatti al SISA: davvero, come ritengono in molti, c’è paura di ritorsioni nella vita fuori dalla caserma o, in modo ancor più immediato, per quella durante il periodo di servizio, timori che portano all’omertà?

Un caso che ha riaperto un dibattito sull’esercito, seppur quelli che lo mettono in discussione tout court sono davvero pochi. Si parla, semmai, dei metodi.
1 anno fa Nell'inferno della caserma di Coira: recluta costretta a correre semi nuda di fronte a tutti, minacce e punizioni collettive
1 anno fa Sinistra contro destra. Il servizio militare "momento di disagio con cieca obbedienza, machismo e diritti calpestati" oppure "prova dove scoprire che puoi contare sugli altri"?
Potrebbe interessarti anche
Tags
giustizia
punizione
sergente
polizia militare
caserma
giustizia militare
coira
polizia
© 2019 , All rights reserved