L'ennesima rapina a un distributore di benzina. Dogane chiuse per cercare i malviventi
Si tratta di due uomini, uno sui 40 anni e uno sui 65. Uno era a viso coperto, il suo complice ha minacciato le dipendenti con un'arma da fuoco, poi sono fuggiti col bottino verso il valico
Mendrisiotto
SAN PIETRO DI STABIO – Dogane, momentaneamente, chiuse, in zona San Pietro di Stabio. Si cercano infatti due rapinatori che hanno preso di mira un distributore di benzina, già visitato in passato dai ladri, riuscendo a fuggire con dei soldi.

Come comunica la Polizia Cantonale, oggi pomeriggio poco dopo le 13.30 due persone, una a viso scoperto e una con viso coperto, sono entrati nel distributore. Il rapinatore a viso scoperto ha minacciato con un'arma da fuoco le dipendenti facendosi consegnare del denaro. Dopodiché sono fuggiti a bordo di un'Audi A2 di colore nero, con alla guida un terzo complice, in direzione del vicino valico.

Non si lamentano feriti.

Le ricerche subito intraprese non hanno dato, finora, esito positivo. Le Guardie di Confine, anche se nel comunicato della Polizia non viene specificato, hanno chiuso temporaneamente le dogane. Si rischia un altro strascico di polemiche, come avvenne per la rapina di Monteggio?

In ogni caso, la Polizia cerca testimoni, e ha diffuso i connotati dei due rapinatori. Uno ha circa 40 anni, capelli lunghi scuri, corporatura snella, indossava una berretta e una sciarpa scura, una giacca a vento rossa con cappuccio, pantaloni jeans blu, scarpe da ginnastica nere con suola bianca.  L’altro invece ha circa 65 anni, capelli grigi scuri, baffi e pizzetto grigi, occhiali da vista, portava un gilet grigio scuro con colletto marrone chiaro e rosso, una camicia a maniche corte a quadretti, jeans blu, scarpe da ginnastica nere con stringhe bianche. Chiunque avesse visto movimenti sospetti, è pregato di chiamare lo 0848 25 55 55.



Pubblicato il 18.04.2017 17:53

Guarda anche

Mendrisiotto
Si tratta di un cittadino albanese residente all'estero e di una cittadina svizzera e un cittadino italiano domiciliati nel Mendrisiotto, arrestati in due distinte operazioni. Sono sospettati di aver spacciato cocaina ed eroina per consumatori locali
Mendrisiotto
A Mendrisio è stata approvata una mozione che farà piantare un albero per ogni nuovo nato. Per Crimaldi "le finanze navigano in cattive acque, con l'attuale livello in sei anni il capitale della città si azzera. No a iniziative puramente ideologiche". Anche se i costi sono contenuti
Mendrisiotto
Le condizioni dell'aria sono peggiorate, con punte di polveri fini molto alte a Mendrisio e Chiasso: il Dipartimento del Territorio entra in azione e inserisce le misure che avevano già fatto discutere mesi fa. Si consiglia anche di usare i mezzi pubblici in alternativa all'auto
Mendrisiotto
Cinzia Frei ha scritto il suo lavoro di laurea magistrale sul tema. "È difficile trovare qualcosa, gli studi sono datati, e la povertà statisticamente è divisa: non ho dunque cifre certe. Ma essa non è più solo mancanza di soldi. Nelle grandi città, è più facile chiedere aiuto"