Ancora terrore, questa volta a Parigi. Un uomo noto alle forze dell'ordine scrive "voglio uccidere dei poliziotti", nella sparatoria morto un agente
C'è stata una sparatoria sugli Champs-Elysées. L'attentatore è stato ucciso, si cerca un suo complice con cui è arrivato in auto
Estero
PARIGI – Torna, ancora una volta, l’incubo terrorismo, e colpisce la Francia. Un poliziotto e l’attentatore sono deceduti, due agenti sono rimasti feriti in modo grave.

Il tutto è avvenuto attorno alle 21.00. Sui celebri Champs-Elysées.c’è stato uno scontro a fuoco: a sparare per primo sarebbe stato un uomo poi ucciso dalla Polizia. Secondo le prime informazioni, si tratta di una persona già nota alle forze dell’ordine per terrorismo.

C’è anche un complice, che è fuggito facendo perdere le sue tracce. Al momento, è ricercato. I due sono arrivati sul posto in auto e immediatamente l’uomo deceduto, appena sceso dalla vettura, ha cominciato a sparare contro un camioncino della Polizia.

Gli Champs-Elysées sono stati evacuati ed è stato chiesto ai cittadini di non recarsi in zona.

L’attentatore avrebbe addirittura preannunciato tramite Telegram (utilizzato spesso da militanti ISIS) il gesto, scrivendo: “voglio uccidere dei poliziotti”.

Nel frattempo è in corso una perquisizione nella casa dell’uomo, a est di Parigi.


Pubblicato il 20.04.2017 22:49

Guarda anche

Estero
Maurizio Gasparri ha accostato la foto del piccolo Aylan, morto sulle spiagge di Bodrum, con quella di un bambino vittima dell'attentato di Barcellona. Una scelta shock? "Entrambe devono far riflettere", commenta. C'è spazio per il dolore di tragedie più grandi di noi
Estero
Una 21enne, dopo l'attentato di Barcellona, scrive: "il Mondo ha bisogno di noi, del nostro amore. Noi giovani siamo il futuro. Ad Amsterdam ho provato una fottuta, pietrificante paura, ma non era una sensazione mia: apparteneva a loro"
Estero
"Ci riprenderemo la terra dei nostri avi", esulta l'ISIS, che si riferisce alla Spagna col termine al Andalus. A guidare il furgone sarebbe stato il 18enne Moussa Oukabir. Fra gli arrestati c'è anche suo fratello
Estero
Riesplode il terrore: un uomo con un furgone si getta sulla folla e la calpesta per 600 metri, ferendo almeno una ventina di persone. Poi fugge a piedi, e non si è ancora certi che sia uno dei due uomini all'interno del locale. Si parla di terrorismo