Tampona un Tir incolonnato, nulla da fare. Un morto a Quinto
L'autostrada A2 è stata chiusa al traffico in direzione nord e lo rimarrà almeno fino alle 17. L'incidente è accaduto poco prima di mezzogiorno
Tre Valli
QUINTO - La Polizia cantonale comunica che oggi poco prima delle 12 sull'autostrada A2 in territorio di Quinto vi è stato un grave incidente della circolazione stradale, che ha causato la morte di una persona.

Per cause che l'inchiesta di polizia dovrà stabilire, un camion con targhe argoviesi che si dirigeva verso nord, ha tamponato un Tir con targhe lussemburghesi che si trovava incolonnato.

Sul posto sono intervenuti agenti della Polizia cantonale, i pompieri del Centro d'intervento del San Gottardo, i soccorritori di Tre Valli Soccorso e della Rega che non hanno potuto far altro che constatare la morte dell'autista, un 49enne cittadino svizzero domiciliato in Canton Argovia.

L'autostrada A2 in direzione nord è stata chiusa al traffico per consentire le operazioni di soccorso, di ripristino della carreggiata e i rilievi del caso, e lo rimarrà almeno fino alle 17.

Pubblicato il 17.05.2017 14:35

Guarda anche

Tre Valli
È avvenuto uno scontro frontale fra un mezzo pesante e un'autovettura. Due le persone decedute, nonostante i tempestivi soccorsi: erano circa le 9.20. La galleria ovviamente è chiusa in entrambe le direzioni, le informazioni sono ancora frammentarie
Tre Valli
L'incidente sulla A2 provocò la morte di un'intera famiglia germanica, composta da genitori e da due figlie minorenni. Concluse le indagini a carico del 51enne italiano e romeno, che rimase a sua volta gravemente ferito nel sinistro
Tre Valli
La sorella della mamma dell'uomo morto sulla A2 racconta a un portale bergamasco la sua versione. "Era venuto a fare il pastore, aveva trovato persone che gli volevano bene. Quella sera stava tornando a casa, doveva attraversare un ponto ma il buio l'ha tratto in inganno"
Tre Valli
L'arresto è avvenuto nel tunnel, attorno alle 16 di ieri. In manette sono finiti un 45enne svizzero residente in Italia e una 47enne svizzera domiciliata nel Mendrisiotto, erano a bordo di una vettura con targhe ticinesi