Un Beltra... pronostico verso Berna. Tifa Cassis e prevede...
Il Consigliere di Stato pipidino si è espresso sulla corsa alla successione di Didier Burkhalter. Come Caprara, ipotizza un ticket Cassis-Moret, "il partito vodese ha scelto la stessa strategia di quello ticinese. Sarà una lotta dura, secondo me un passo avanti c'è..."
Politica
BELLINZONA - La corsa per la successione di Didier Burkhalter, con le prime designazioni ufficiali, oltre a quella di Ignazio Cassis, da parte delle varie sezioni dei partiti liberali, sta entrando nel vivo. Il PLR ticinese, per bocca del presidente Bixio Caprara, ha pronosticato un ticket formato dal ticinese e da Isabelle Moret, si trova d'accordo con lui il Consigliere di Stato Paolo Beltraminelli, che su Facebook ha parlato della sfida per un posto a Berna.

Facendo anche un pronostico...

Ecco il suo intervento:

"Tre candidati alla successione di Didier Burkhalter (senza considerare il papà di Max Herber, Harry!). I liberali vodesi hanno deciso la stessa strategia dei ticinesi, una sola candidata, Isabelle Moret.

Azzardo un pronostico, sarà un ticket per il 20 settembre, Moret e Cassis, due candidature forti, sarà dura, ma vedo Ignazio Cassis un passo avanti.

Il giorno del mio compleanno mi piacerebbe festeggiarlo con l'elezione di un valido ticinese.

Beltraforzaignazio".


Pubblicato il 11.08.2017 22:29

Guarda anche

Politica
Il Comitato Cantonale dei socialisti ha bocciato il pacchetto fiscale legato a quello sociale. "Continuando con una politica sistematica di tagli di spesa, a lungo termine lo Stato si troverà nella condizione di nuovo di non avere più risorse sufficienti per far capo ai bisogni"
Politica
I socialisti contro il Corriere del Ticino. "Non è accettabile definirli infiltrati di UNIA: esprimiamo il più il nostro più disaccordo riguardo a questi metodi a un modo di fare giornalismo che invece di fare luce squalificare il valoro delle testimonianze e del lavoro sindacale"
Politica
Il Gran Consiglio potrebbe dire la sua sul progetto della Sottocomissione della vigilanza, fatto proprio dalla Gestione, già nella prossima seduta. La Procura conferma che Morini è un teste affidabile, adesso si scopre che un altro agente Argo 1 passava le informazioni all'esterno
Politica
La testimonianza di un 33enne, "della generazione ibrida", del Sud, "medaglia di sfigato al petto", una laurea presa lavorando per mantenersi e "tanti sogni in un cassetto che non si aprirà mai. A un certo punto, sono partito per il Ticino. Ma il Paradiso non è di questa Terra"