Un Beltra... pronostico verso Berna. Tifa Cassis e prevede...
Il Consigliere di Stato pipidino si è espresso sulla corsa alla successione di Didier Burkhalter. Come Caprara, ipotizza un ticket Cassis-Moret, "il partito vodese ha scelto la stessa strategia di quello ticinese. Sarà una lotta dura, secondo me un passo avanti c'è..."
Politica
BELLINZONA - La corsa per la successione di Didier Burkhalter, con le prime designazioni ufficiali, oltre a quella di Ignazio Cassis, da parte delle varie sezioni dei partiti liberali, sta entrando nel vivo. Il PLR ticinese, per bocca del presidente Bixio Caprara, ha pronosticato un ticket formato dal ticinese e da Isabelle Moret, si trova d'accordo con lui il Consigliere di Stato Paolo Beltraminelli, che su Facebook ha parlato della sfida per un posto a Berna.

Facendo anche un pronostico...

Ecco il suo intervento:

"Tre candidati alla successione di Didier Burkhalter (senza considerare il papà di Max Herber, Harry!). I liberali vodesi hanno deciso la stessa strategia dei ticinesi, una sola candidata, Isabelle Moret.

Azzardo un pronostico, sarà un ticket per il 20 settembre, Moret e Cassis, due candidature forti, sarà dura, ma vedo Ignazio Cassis un passo avanti.

Il giorno del mio compleanno mi piacerebbe festeggiarlo con l'elezione di un valido ticinese.

Beltraforzaignazio".


Pubblicato il 11.08.2017 22:29

Guarda anche

Politica
Dopo quelle a Dadò, il direttore de La Regione Matteo Caratti indirizza una serie di domande anche al Ministro del PPD, a capo del DSS, il dipartimento colpito dal caso Argo 1. "Perché avete dato tutti quei mandati diretti nel capo dell'asilo in violazione delle leggi?"
Politica
Il direttore del quotidiano torna a parlare del caso Argo, a dieci mesi dallo scoppio, per porre una serie di domande a vari attori, fra cui il presidente del PPD. "Come ha reagito il gruppo parlamentare del tuo partito alla lettera a tutti i fuochi? Perché hai pagato la vacanza in contanti?"
Politica
Parallelamente, con un'iniziativa di Chiesa e una di Pinoja, i democentristi chiedono che aumenti la cifra deducibile dall'imposta federale diretta (di fatto, raddoppiandola) e dalle imposte cantonali (con un aumento del 20%). Due iniziative concrete che raccolgono consensi
Politica
I giovani attaccano: "in quel partito non ci riconosceremmo. Il documento del Ministro e di altri esponenti è la strategia di chi ha paura di perdere". Il vicepresidente concorda: "togliamo gli sgravi e tolgono le misure sociali? Sarà referendum di nuovo"