L'ultima perla di Briatore, "le donne devono lavorare, altrimenti rompono dalla mattina alla sera"
Il manager a volte fa uscite discutibili, questa è addirittura maschilista. "Una donna con figli e carriera è più matura e sicura, e non ha motivo di rompere i m----i. Shopping? D'accordo, ma che soddisfazione può dare l'undicesima borsa?" E riguardo alle donne al volante...
Mixer
ROMA - La donna lavora per una sua affermazione personale? Lavora perché magari in famiglia non basta lo stipendio del marito? Tutte motivazioni valide, ma per Flavio Briatore ce n'è un altro che dovrebbe spingere il gentil sesso ad andare al lavoro e non rimanere a casa.

Ed è decisamente poco nobile, e parecchio maschilista, dunque destinato, come sempre, a scatenare polemiche.

"È giusto che una donna lavori, è fondamentale. Perchè una donna che lavora non ha motivo di romperti i maroni dalla mattina alla sera. Una donna che lavora e ha figli, non ha questi problemi e diventa più matura e sicura". 

Su maturità e sicurezza, forse, si potrebbe non obiettare, ma sul resto...

E, lui che vive a Montecarlo, vede spesso gentil donzelle passare la giornata affaccendate in shopping. "Ma quando hai già 10 borse, che soddisfazione ti dà l'undicesima?", si domanda. Meglio lavorare, quindi.

Attenzione, però, che c'è un'altra cosa, secondo Briatore, che le donne non dovrebbero fare: guidare l'auto al posto del proprio uomo. "Non ho mai fatto guidare la mia auto alla compagna di turno, anche se era ricca e famosa. Chi guida è il numero uno, e io lo sono, dunque loro stanno sul sedile del passeggero".

Evoluzione, eh?


Pubblicato il 13.09.2017 11:36

Guarda anche

Mixer
L'artista ci parla del suo cd, "Non ascoltare in caso di incendio": "Il singolo che lo lancia, "Te ne vai", è un inedito... del 1992. Poi racconto di un trombettiere morto sul Carso e di una donna picchiata dal marito alcoolista. A causa della malattia scrivo con rabbia interiore" ASCOLTA IL SINGOLO
Mixer
Le commoventi parole di Andrea Caschetto, che ha girato l'Argentina in sedia a rotelle in onore della sua amica Azzurra. "I miei amici mi vedevano come il ragazzo con il tumore e la cicatrice, ma erano adolescenti. Grazie a loro non lascerò mai nessuno da solo. Voglio scuotere le coscienze"
Mixer
Se il filmato sulla masturbazione aveva provocato polemiche, probabilmente lo farà ancor di più la puntata di "Sternstunde Philosopie" dedicata all'argomento. Ospiti un produttore di film porno, che si rallegra, una filosofa, uno scrittore e un'esperta di questioni legate alla sessualità
Mixer
Scelta particolare e stuzzicante per lo chef Fontana del ristorante luganese: nel menù, tre variazioni, da declinare assieme o in singole portate. Ci sono anche specialità autunullai, tutto fatto in casa, e due carte: una più leggera per il mezzogiorno e una per la sera