L'ultima perla di Briatore, "le donne devono lavorare, altrimenti rompono dalla mattina alla sera"
Il manager a volte fa uscite discutibili, questa è addirittura maschilista. "Una donna con figli e carriera è più matura e sicura, e non ha motivo di rompere i m----i. Shopping? D'accordo, ma che soddisfazione può dare l'undicesima borsa?" E riguardo alle donne al volante...
Mixer
ROMA - La donna lavora per una sua affermazione personale? Lavora perché magari in famiglia non basta lo stipendio del marito? Tutte motivazioni valide, ma per Flavio Briatore ce n'è un altro che dovrebbe spingere il gentil sesso ad andare al lavoro e non rimanere a casa.

Ed è decisamente poco nobile, e parecchio maschilista, dunque destinato, come sempre, a scatenare polemiche.

"È giusto che una donna lavori, è fondamentale. Perchè una donna che lavora non ha motivo di romperti i maroni dalla mattina alla sera. Una donna che lavora e ha figli, non ha questi problemi e diventa più matura e sicura". 

Su maturità e sicurezza, forse, si potrebbe non obiettare, ma sul resto...

E, lui che vive a Montecarlo, vede spesso gentil donzelle passare la giornata affaccendate in shopping. "Ma quando hai già 10 borse, che soddisfazione ti dà l'undicesima?", si domanda. Meglio lavorare, quindi.

Attenzione, però, che c'è un'altra cosa, secondo Briatore, che le donne non dovrebbero fare: guidare l'auto al posto del proprio uomo. "Non ho mai fatto guidare la mia auto alla compagna di turno, anche se era ricca e famosa. Chi guida è il numero uno, e io lo sono, dunque loro stanno sul sedile del passeggero".

Evoluzione, eh?


Pubblicato il 13.09.2017 11:36

Guarda anche

Mixer
Il manager aveva detto che una donna che non lavora "rompe i m----i". La sindacalista, "il fatto di non avere un lavoro può logorare indipendentemente dal sesso. La percezione degli straricchi credo sia completamente stravolta e difficilmente applicabile al Ticino"
Mixer
Durissimo commento della consulente in sessuologia Kathya Bonatti ai recenti casi di cronaca: "in alcune culture non c'è rispetto per la libertà altrui di dire no, dovremmo fare dei corsi. Come donna e come cittadina, orgogliosa del concetto che sta dietro al voto svizzero sui minareti"
Mixer
Abbiamo chiesto al Dottor Orlando Del Don un'opinione sull'esperimento di cui abbiamo parlato ieri. "Sarebbe una deriva della psichiatria, per fortuna sono pochissimi coloro i colleghi che cadranno nella rete. Le depressioni si curano con la relazione terapeutica, l'unica possibile"
Mixer
Una società farmaceutica con sede a Londra ha intenzione di testare le sostanze su 400 pazienti in 8 paesi diversi per tre mesi. "Ora conosciamo il funzionamento di alcuni medicinali, con essi facciamo progredire la scienza". Già si sa che cambiano la personalità