Sospettato di aver svuotato un caveau, in manette un 48enne della provincia di Milano
Era gestore di un deposito per valori ubicato in Ticino, e si ritiene si sia impossessato di un'importante somma di denaro a danno di un cliente. Nei suoi confronti l'ipotesi di reato è di furto, è stato fermato a Chiasso un paio di giorni fa dalle Guardie di Confine
Mendrisiotto
CHIASSO - Il Ministero pubblico, la Polizia cantonale e le Guardie di confine comunicano che il 10.10.2017 a Chiasso è stato arrestato un 48enne cittadino svizzero residente in provincia di Milano.

L'uomo, su cui pendeva un mandato di arresto della Magistratura ticinese, è stato fermato in uscita dalla Svizzera dalle Guardie di confine.

Sono in corso accertamenti d'inchiesta per verificare se il 48enne, in qualità di gestore di un deposito per valori ubicato in Ticino, si sia impossessato di una importante somma di denaro a danno di un cliente. L'ipotesi di reato nei suoi confronti è di furto.

L'inchiesta è coordinata dalla Procuratrice pubblica Anna Fumagalli.

Pubblicato il 12.10.2017 11:19

Guarda anche

Mendrisiotto
Sono durate pochissimi giorni le misure tampone contro la concentrazione eccessiva di polveri fini nel Mendrisiotto: dalle 12 si potrà tornare a circolare a 120 chilometri orari anche nella regione e non ci saranno limiti al riscaldamento degli edifici dell'amministrazione cantonale
Mendrisiotto
Si tratta di un cittadino albanese residente all'estero e di una cittadina svizzera e un cittadino italiano domiciliati nel Mendrisiotto, arrestati in due distinte operazioni. Sono sospettati di aver spacciato cocaina ed eroina per consumatori locali
Mendrisiotto
A Mendrisio è stata approvata una mozione che farà piantare un albero per ogni nuovo nato. Per Crimaldi "le finanze navigano in cattive acque, con l'attuale livello in sei anni il capitale della città si azzera. No a iniziative puramente ideologiche". Anche se i costi sono contenuti
Mendrisiotto
Le condizioni dell'aria sono peggiorate, con punte di polveri fini molto alte a Mendrisio e Chiasso: il Dipartimento del Territorio entra in azione e inserisce le misure che avevano già fatto discutere mesi fa. Si consiglia anche di usare i mezzi pubblici in alternativa all'auto