Le richieste d'asilo diminuiscono di un terzo!
Nei primi nove mesi dell'anno, i dati sono i più bassi dal 2010. Sia nell'ultimo trimestre che nel mese di settembre la diminuzione è stata di circa il 30%: stabili gli eritrei, scendono di molto i somali. "C'è stata una netta diminuzione del flusso attraverso il Mediterraneo da luglio"
Svizzera
BERNA – I rifugiati che arrivano in Svizzera stanno diminuendo. Il dato registrato nei primi nove mesi dell’anno è infatti il più basso dal 2010 ad oggi.

Si parla, secondo i numeri diffusi dalla Segreteria di Stato per la Migrazione, di 13 916 domande d’asilo.

Nell’ultimo trimestre, ovvero da luglio a settembre, sono state 4’793, il 33% (dunque un terzo) in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno passato, e anche i dati di settembre sono più bassi di più di un terzo.

I motivi? La SEM parla di “netta diminuzione del flusso migratorio attraverso il Mediterraneo centrale da metà luglio” e del “fatto che i migranti in arrivo in Europa occidentale non scelgono in prima linea la Svizzera come Paese di destinazione”.

Essi arrivano dall’Eritrea, paese da cui le domande sono rimaste più o meno stabili, dalla Siria dall’Afghanistan, dallo Sri Lanka e dalla Somalia, con numeri calanti, in particolare da ques’ultimo paese, con una diminuzione di più del 50%.

Nello stesso mese, la Segreteria di Stato della migrazione ha evaso in prima istanza 2142 domande d’asilo: 536 con decisione di non entrata nel merito (di cui 512 in virtù dell’Accordo di Dublino), 598 con la concessione dell’asilo e 623 con l’ammissione provvisoria.

Sempre in settembre, 591 persone hanno lasciato la Svizzera sotto il controllo delle autorità o sono state rimpatriate. Il nostro Paese ha chiesto ad altri Stati aderenti alla Convenzione di Dublino di prendere in carico 679 richiedenti l’asilo, e 181 persone sono state trasferite nello Stato competente. Dal canto suo la Svizzera ha ricevuto 555 domande di presa in carico presentate da altri Stati aderenti alla Convenzione di Dublino, e 77 persone sono state trasferite nel nostro Paese.

In due anni, verranno accolti 2’000 siriani, e 377 sono già arrivati. Inoltre, per il programma di ricollocazione dell’UE, ovvero il trasferire in un altro Stato europeo richiedenti l’asilo già registrati in Italia o in Grecia, due Paesi aderenti alla Convenzione di Dublino chiamati a gestire un numero elevato di domande alla frontiera esterna dello spazio Schengen, la Svizzera ha ricevuto179 persone provenienti dai due paesi.


Pubblicato il 19.10.2017 14:30

Guarda anche

Svizzera
Singolare iniziativa di una novantina di abitanti di un paese vallesano, che si sta spopolando: sono disposti a pagare 25mila franchi per ogni adulto che si trasferisce e 10mila per ogni bambino, però le condizioni sono ben precise. Il Consiglio comunale voterà a fine mese
Svizzera
Ignazio Cassis sta svolgendo il primo viaggio all'estero da Ministro, a Roma dove ha incontrato Alfano. Nessun passo avanti per quanto concerne l'accordo fiscale, "deciderà l'Italia se vorrà firmare prima di andare alle urne". Si è parlato anche di immigrazione
Svizzera
Scoppiettante serata con Sergio Ermotti, che ha toccato diversi temi, sia leggeri che più complessi. "Ci sarà un momento in cui i giovani non vorranno più pagare per i più anziani: il sistema va ripensato. Inoltre c'è contrarietà all'immigrazione. Non vogliamo meno regole, ma neppure di più"
Svizzera
Ieri l'arresto di dieci persone, fra cui uno svizzero e la sua compagna colombiana ma residente in Svizzera, ha fatto grande effetto sull'opinione pubblica. Anne Giudicelli, "in passato già identificate filiere nelle zone, possibile vi sia un'alta concentrazione di profili radicalizzati"