Per Capodanno, altro che mete tradizionali... fate un giro a Heracleion, dove passarono anche Elena di Troia e Paride Video
In anni di indagini e ricerche, è stata scoperta una sorprendente città sotterranea, grande come Parigi e più antica di Roma e Alessandria, perfettamente conservata dal Mediterraneo. Il tutto è partito dagli scritti di Erodoto e Strabone... GUARDA FOTO E VIDEO
Estero
ABOUKIR (EGITTO) – Immaginate una città, grande come Parigi e antica più di Roma e Alessandria. Possibile? Ci sono voluti anni di ricerca e tecnologie, ma un ex consulente finanziario, con un nonno che era esploratore subacque, l’ha scoperta.

Ma probabilmente non riuscirà mai a vedere tutto, a trovare tutti i tesori: sono previsti almeno due secoli prima di scoprirla tutta, e Franck Goddio, oggi 70enne, ci lavora dal 1999.

Ecco a voi, se non ci credete, Heracleion: prende il nome dal dio greco Ercole ed era la Venezia dell’antichità. Nasconde templi, muri, 700 anfore e 70 imbarcazioni, gioielli, monete, piatti e persino una boccetta di profumo ateniese decorata con una pantera. Qualcosa è in mostra al museo di Alessandria, la maggior parte della città, perfettamente conservata, è rimasta sott’acqua, come vuole l’Unesco.

Affascinati da immagini e video? Sentite allora le leggende che parlano di Heracleion. Costruita su una rete di canali, lungo i quali scorrevano le processioni per Osiride, dio dell’Oltretomba, Heracleion, detta Thonis dagli egizi, era il porto obbligato per entrare nel Regno dell’Egitto e uno snodo per i commerci marittimi internazionali. Ne parlò pure lo storico greco Erodoto nel V secolo a.C. e, tra i vip di passaggio, si dice che vi furono Elena e il suo amante Paride, che vi fecero tappa prima della guerra di Troia.

Probabilmente, è sprofondata a causa del peso degli edifici – tra cui templi e statue colossali – costruiti su una base di argilla, complici un maremoto o un terremoto. In fondo, una fortuna, dato che è ancora conservata in modo impeccabile. L’area mappata fino ad adesso è larga undici chilometri e lunga 15 ed è stata scoperta grazie ai testi di Erodoto e del geografo Strabone, poi è intervenuta la tecnologia: i sonar, la batimetria e soprattutto la risonanza magnetica nucleare, che, misurando i valori elettromagnetici della terra, crea mappe dei fondali estremamente precise, individuando i possibili reperti, e un sistema di montacarichi, aerostati e gru, con cui gli archeologi hanno fatto emergere statue da più di 5 tonnellate.

Pronti per un giro virtuale?


Pubblicato il 31.12.2017 15:02

Guarda anche

Estero
Il noto youtuber si concentra sulle condizioni delle strade, filmandone una in Provincia di Milano, una principale. I rifiuti ai bordi sono di ogni genere, e lui si indigna, "se fossimo stati a Napoli, lo mostravano a tutti i tg. Non ho più parole, vomitevole". GUARDA IL VIDEO
Estero
Il cantiere che dovrebbe facilitare il transito da Gaggiolo è fermo all'altezza del Baranzello e il sindaco di Arcisate ha fatto sapere che "i lavori sono temporaneamente sospesi" dato che "è emersa la necessità di regolarizzare le autorizzazioni che servono al completamento dell'opera"
Estero
Due giorni dopo il primo torico evento LGTB in Città, il Circolo Partito della famiglia di Seriate, con la collaborazione di altri enti, organizza presso la chiesa del convento dei Frati Cappuccini un'adorazione di riparazione. Angeloni: "si condanna implicitamente chi partecipa al Pride, andando contro le parole del Papa"
Estero
La strada è chiusa da quando, il giorno di Pasqua, una frana è costata la vita a due ticinesi. Si sono riuniti autorità politiche, ANAS e ARPA per parlare della messa in sicurezza temporanea e dei lavori previsti da anni che dovrebbero partire fra un anno. La riapertura aiuterà anche il turismo