Era sotto un camion per riparare i freni, l'amico lo fa partire e il mezzo pesante lo schiaccia. La tragica morte di un 73enne a Galbisio
L'uomo circolava al volante del camion, il 39enne (entrambi svizzeri domiciliati nel Luganese) lo seguiva con un'auto. Avvertito il guasto, si sono fermati a fianco di una fermata del bus, e il più anziano ha cercato di riparare il guasto. Dopo l'accensione, il mezzo pesante in retromarcia lo ha ucciso, inutili i soccorsi
Bellinzonese
GALBISIO- Un guasto ai freni, un tentativo di riparazione, al segnale "vai" la tragedia: così è morto, schiacciato dal mezzo pesante, un uomo nel Bellinzonese.

La Polizia cantonale comunica che oggi poco dopo le 14 a Galbisio, un 73enne svizzero domiciliato nel Luganese circolava alla guida di un camion sulla strada cantonale diretto in Riviera.

A causa di una panne ai freni ha deciso di fermarsi presso la fermata del bus Alla Rivetta, unitamente ad un 39enne cittadino svizzero domiciliato nel Luganese che lo seguiva a bordo di un'auto nell'ambito del trasporto.

Il 73enne si è infilato sotto il mezzo pesante per effettuare la riparazione. Dopodiché ha richiesto al 39enne, che si trovava sul piazzale a lato della cabina di guida, di mettere in moto il camion.

Stando ad una prima ricostruzione e per cause che l'inchiesta di polizia dovrà stabilire, dopo l'accensione il mezzo pesante ha iniziato a muoversi in retromarcia schiacciando il 73enne.

Sul posto sono intervenuti agenti della Polizia cantonale e i soccorritori della Croce Verde di Bellinzona che non hanno potuto far altro che constatarne la morte a causa delle gra vi ferite riportate.

Pubblicato il 12.02.2018 17:33

Guarda anche

Bellinzonese
Il giovane italiano stava circolando questa mattina poco prima delle 7 verso Biasca quando ha perso il controllo della vettura, ha urtato un carroattrezzi parcheggiato fuori da una carrozzeria e poi una vettura. I soccorritori giunti sul posto non hanno potuto far altro che constatarne il decesso
Bellinzonese
L'incidente di Claro risale a una settimana fa: un 29enne domiciliato in Riviera aveva invaso la corsia opposta, per cause che toccherè all'inchiesta stabilire, urtando la vettura dello sfortunato 54enne mesolcinese, che è deceduto. Rimangono in ospedale il conducente dell'altra vettura e la sua passeggera
Bellinzonese
Le telecamere di un negozio hanno ripreso due persone, il cui volto non è stato ancora identificato, che si avvicinavano all'esercizio pubblico, e poi mentre avveniva il botto, che ha danneggiato vetrine e bucalettere, fuggivano. Ci sono loro dietro il caso che sta interessando tutto il Bellinzonese?
Bellinzonese
La co-coordinatrice dei Verdi (ma non è stata l'unica) aveva proposto questo sistema per ovviare al problema dei troppi bicchieri lasciati in giro durante il Rabadan. Il Municipio farà una prova in occasione di BelliEState, anche perché poi, tra Tour de Suisse e Mondiali, il rischio rifiuti è alto