Arriva in bici, sega le sbarre della finestra, rompe il vetro, ruba e scappa. Come in un film... ma il 18enne rapinatore viene fermato
Un giovane cittadino italiano domiciliato nel Locarnese attorno alla 1 di questa notte ha compiuto un furto con scasso alla Posta di Gordevio. La Polizia lo ha fermato e in seguito arrestato: ora addirittura si dovrà verificare il suo coinvolgimento in altri casi analoghi
Locarnese
GORDEVIO - La Polizia cantonale e la Polizia Città di Locarno comunicano che questa mattina verso le ore 00.50 a Gordevio, presso i locali che ospitano La Posta, è scattato l'allarme scasso.

Sono quindi prontamente intervenute sul posto sia le pattuglie della Polizia cantonale che quelle della Polizia città di Locarno.

Quest'ultima ha fermato l'autore dello scasso, un 18enne cittadino italiano domiciliato nel distretto, mentre si apprestava a fuggire dalla finestra posteriore dello stabile.

Dai primi accertamenti il giovane è giunto sul posto con una bicicletta, ha segato le sbarre di una finestra per poi infrangere il vetro con un martello e accedere ai locali. A seguito della perquisizione fatta sulla persona sono stati rinvenuti diversi attrezzi da scasso.

L'inchiesta di polizia avviata dovrà appurare il suo coinvolgimento in altri casi analoghi.

Dopo la sua verbalizzazione il giovane è stato arrestato.

Pubblicato il 13.02.2018 11:27

Guarda anche

Locarnese
Parole durissime di Orlando Guidetti, che è anche consigliere comunale. "Io sono decisamente più leale di lei, caro Alfredo Soldati: non tradisco ma difendo i miei elettori. Lei di che area è? Cari abitanti di Losone, scegliete meglio i vostri rappresentanti, sempre nella nostra lista"
Locarnese
Lo sfortunato protagonista è un 44enne operaio italiano della provincia di Como, che stava lavorando si una scala a circa 1,5 metri d'altezza per ripristinare una stalla danneggiata da un incendio nelle scorse settimane. L'attrezzo che aveva in mano gli ha causato la ferita
Locarnese
Un'interrogazione interpartitica (firmata da un liberale, come il capo dicastero Sicurezza Salvioni) spiega che "è stata espressa la volontà di eliminare i tradizionali festeggiamenti serali trasferendo tutto in un capannone" per il rischio attentati. "Il timore di sonda su informazioni e segnalazioni o su una generica paura?"
Locarnese
Ecco la seconda parte del video che, preso dai social, racconta come l'incauto automobilista è uscito dalla improbabile situazione in cui si era cacciato. E lo fa con una manovra ancor più azzardata, bloccando il traffico e immettendosi poi in via Luini GUARDA IL VIDEO