Piovono radar a catinelle!
Rese note dalla Polizia le postazioni dei controlli mobili per la settimana che va dal 26 febbraio al 4 marzo: tanti e in tutti i distretti!
Cronaca
BELLINZONA - La Polizia cantonale e le polizie comunali comunicano che, in ottica di prevenzione della circolazione stradale, saranno effettuati controlli della velocità mobili nel corso della settimana 9 dal 26.02 al 04.03.2018 nelle seguenti località:


Distretto di Bellinzona
• Sant’Antonino • Claro • Cadenazzo • Bellinzona • Sementina • Gnosca • Monte Carasso

Distretto di Locarno
• Ascona • Ronco sopra Ascona • Intragna • Losone • Minusio • Muralto

Distretto di Lugano
• Curio • Monteggio • Ponte Tresa • Lugano • Rivera • Paradiso • Taverne • Vico Morcote• Muzzano • Sorengo • Molinazzo Monteggio • Madonna del Piano • Tesserete • Cureglia • Comano

Distretto di Mendrisio
• Mendrisio • Chiasso • Morbio Inferiore • Novazzano • Morbio Superiore


Distretto di Blenio
• Malvaglia

Distretto di Leventina
• Giornico

Ricordando che la velocità elevata permane una delle maggiori cause di incidenti, con esiti pure gravi e/o letali, si rinnova l’invito ai conducenti a rispettare i limiti a tutela della propria incolumità e di quella degli altri utenti della strada.

Da questa lista sono esclusi i rilevamenti con le vetture civetta e i controlli con pistola laser, che devono essere utilizzati esclusivamente per contrastare infrazioni gravi alla Legge federale sulla circolazione stradale. Inoltre, la misura non si applica ai controlli mobili sulla rete autostradale come da parere negativo espresso dall’Ufficio federale delle strade (USTRA). Si evidenzia pure che viene comunque data alla sola Polizia cantonale la facoltà di svolgere, straordinariamente, dei controlli non annunciati allo scopo di reprimere infrazioni gravi e garantire la sicurezza degli utenti della strada. I controlli preannunciati possono non aver luogo a causa di esigenze di servizio o problemi tecnici. 

Pubblicato il 24.02.2018 09:00

Guarda anche

Cronaca
Il deputato leghista sui social: "L'aquila bicipite in quel contesto è certamente un gesto divisivo che ricorda il conflitto etnico nei Balcani"
Cronaca
"La maggioranza qualificata – si legge nel testo firmato da altri 50 deputati - non si è raggiunta per delle assenze, tipiche in un Parlamento di milizia, di alcuni deputati che avrebbero sostenuto il credito"
Cronaca
Infine, il consigliere nazionale si esprime anche in merito alla bandiera del Kosovo stampata sulla scarpa di Xherdan Shaqiri. "Se i giocatori possono scendere in campo senza altre bandiere sulle scarpe, sulle calze o sulle mutande è meglio. È doveroso nei confronti del Paese che li ha accolti e che gli permette di giocare"
Cronaca
Controlli mobili della velocità piazzati in tutti i Distretti del Cantone: il Luganese il più colpito