Cuore di mamma. Mette un annuncio sul giornale per cercare "un lavoro dignitoso" per il figlio 41enne. Specchio di una situazione complicata
Malgrado il mercato del lavoro stia conoscendo una fase caratterizzata da diminuzione di disoccupazione e aumento di posti di lavoro, ci sono molti casi complicati. Emblematico il gesto della donna, che si rivolge a "negozi e aziende di Mendrisiotto e Luganese". L'uomo è disposto a fare stage di prova
Economia
LUGANO – I numeri, spiegati dall’esperto dell’IRE (vedi suggeriti), parlano di un mercato del lavoro in un buon periodo, con disoccupazione in diminuzione e posti di lavoro in aumento. A suo dire, a far vedere nero sono le modifiche intercorse nella realtà, che ha reso insicure le persone.

Però poi si sentono, a volte, le storie delle singole persone, e ci si chiede dove stia la realtà. Il mercato non sta male, ma per qualcuno non è facile, assolutamente. Quando cominci, è dura trovare, così come quando per un motivo o l’altro esci dal mondo del lavoro.

Oggi sul Corriere del Ticino è stato pubblicato un annuncio che fa riflettere: una mamma cerca lavoro per il figlio, che non è un apprendista, ma un uomo di più di 40 anni. La disperazione ha fatto arrivare la donna a mettere sul giornale la richiesta.

“Sono una mamma che si rivolge a negozi, aziende del Mendrisiotto o Luganese, per aiutare mio figlio a trovare un lavoro dignitoso”, si legge.

L’uomo è disponibile anche a uno stage di prova.

Che dire, cuore di mamma. L’augurio, per lei e per il figlio, è che qualcuno lo legga e dia una mano al 41enne.


Pubblicato il 03.03.2018 17:20

Guarda anche

Economia
Il Consiglio di Stato ha dato il via libera alla modifica del Regolamento della Legge tributaria che definisce i dettagli, tra cui i requisiti di innovazione, necessari per beneficiare delle misure fiscali alle nuove imprese
Economia
I ricavi, in base ai dati di fine aprile, parlano di un avanzo di 35.5 milioni di franchi. Il miglioramento del risultato d'esercizio è influenzato dalla quota sull'utile della BNS, di 56,3 milioni di franchi, il doppio di quanto stimato. Meno spese per contributi AFI e API, per asilanti, case anziani e assegni di studio
Economia
"Per creare lavoro, le ditte ticinesi devono incassare", afferma lo storico commerciante di Chiasso. "Qualcuno addirittura prova la merce, saluta e poi ordina su Internet. L'e-commerce ci ha danneggiato, così come gli acquisti oltre frontiera: sicuri che per tutto valga la pena? 300 ditte hanno chiuso..."
Economia
Il leghista non ha affatto gradito lo scritto del presidente della Camera di Commercio in merito ai circa 7'000 disoccupati incollocabili. "Se lo fossero, sarebbero in AI. Prima dell'invasione da sud, un lavoro almeno di manovalanza lo trovavano: non tutti devono fare i manager"