Frontalieri dei rifiuti, Lambrenedetto difende gli svizzeri. "Quello del servizio era un comasco... Non potete diffamare i ticinesi facendo credere che gli italiani sono i migliori" Video
Il noto youtuber è furioso per un video che mostra un frontaliere scaricare la spazzatura. "Gli svizzeri la gettano nel cassonetto, come questi, vedete? Dovreste chiedere scusa, io se fossi un rossocrociato sarei molto arrabbiato. Fate disinformazione e il popolino ci crede. E il Tapiro, dov'è?"
Estero
LUGANO – L’articolo di Yahoo Italia che attacca gli svizzeri, pure con modi poco carini che in un periodo di rapporti già tesi forse si potrebbero evitare, ha fatto molto rumore.

Del tema si è occupato anche lo youtuber Lambrenedetto XVI, italiano che da sempre parla bene del nostro paese. In un video, da Lugano, spiega: “si era parlato di un’auto svizzera che deponeva i rifiuti oltre confine: ma io l’avevo detto subito che non poteva essere uno svizzero!”.

Mostra i cassonetti, “uno svizzero scende e getta lì i suoi sacchi. Gli svizzeri possono avere mille difetti, ma non potete diffamarli, soprattutto i ticinesi, con queste p-------e, solo per far credere che gli italiani sono i migliori e gli altri sono tutti deficienti”, tuona.

“Quello che avete visto è un italiano che vive a Como, con l’auto targata Svizzera. Avete fatto un bel servizio, in molti avete detto ‘ma guardate gli svizzer’!”. Mentre parla, un nostro connazionale si ferma e getta il sacco della spazzatura.

“Adesso che avete fatto un servizio sp---------i, ne farete un altro? Chi consegna i Tapiri glielo porterà? Certamente no…”, prosegue Lambrenedetto, arrabbiato. “Continuate a fare disinformazione e il popolino ci crede. Se fossi svizzero, sarei molto arrabbiato. Dovreste chiedere scusa!”.


Pubblicato il 05.04.2018 16:20

Guarda anche

Estero
La Corte del Tribunale d’Appello del Baden-Wurttemberg ha ribaltato la sentenza di quello di Stoccarda, che non voleva far applicare la pena comminata in Ticino al 42enne che compì dei folli sorpassi nella galleria del Gottardo, e che si era sempre fatto beffe della Svizzera...
Estero
In occasione del 25 aprile, festa della Liberazione, pubblichiamo la dura analisi sulla Penisola di oggi da parte di un giurista internazionale, che giudica Berlusconi e Renzi "frutti velenosi di una pessima classe dirigente", attacca la Lega Nord, parla di una "stagione cupa" ma poi apre alla speranza
Estero
Il bambino di 23 mesi soffre di una rara malattia, e come nel caso di Charlie Gad, si impone di staccare le macchine. Ancora una volta, l'Italia si è detta pronta a accoglierlo e gli ha dato la cittadinanza. Ieri è stato tolto l'ossigeno, ma poi... Una storia commovente di forza e speranza
Estero
Il segretario di Stato per le questioni finanziarie internazionali Jörg Gasser ha specificato che la Svizzera sarebbe stata pronta a firmare anche con Gentiloni. "L'accordo come sarebbe ora è un buon compromesso per entrambi. La road map non dovrebbe cambiare, l'intesa sui frontalieri chissà. Per quanto riguarda le banche..."