25 mar 2011 - 13:10

Il Coordinamento donne della sinistra invita l’elettorato a sostenere le candidature femminili sulle liste della sinistra, in modo da aumentare la quota rosa in parlamento.

Il Coordinamento donne della sinistra, in vista delle elezioni del 10 aprile 2011 per il rinnovo del Gran Consiglio e del Consiglio di Stato, invita le elettrici e gli elettori a sostenere le candidature femminili. Nel lontano 1969, con l’introduzione del diritto di voto e di eleggibilità alle donne, il numero dei seggi in Gran Consiglio è stato portato da 65 a 90. Nel 1971 entrarono le prime 10 donne nel Legislativo, ma oggi, a più di quarant’anni di distanza, ce ne sono ancora solamente 12 che siedono nel nostro Parlamento cantonale. Con questo dato il Ticino si colloca in fondo alla classifica nazionale della rappresentanza femminile nei Legislativi.

In occasione di queste elezioni “chiediamo a tutti i votanti di sostenere le donne che si sono messe a disposizione sulle liste della sinistra, in quanto sono preparate, motivate e competenti”. Il Coordinamento donne della sinistra è convinto che queste donne, con le loro specifiche sensibilità, sono un’importante risorsa che va valorizzata, per il bene della nostra società.