14 set 2011 - 10:35

A novembre la procedura di approvazione dei piani


Con l’apertura delle gallerie di base del San Gottardo nel 2016 e del Ceneri nel 2019, le FFS dovranno dotarsi di appositi centri di manutenzione e di intervento. In Ticino sarà Biasca la sede prescelta per la realizzazione delle infrastrutture e della relativa organizzazione. A novembre sarà avviata la procedura di approvazione dei piani. Il tema è stato al centro di un incontro informativo tra le FFS e il Municipio svoltosi la settimana scorsa a Biasca.

Con l’entrata in funzione delle gallerie di base del San Gottardo e del Ceneri in un secondo tempo, le FFS dovranno dotarsi di appositi centri di manutenzione e di intervento. In Ticino la nuova struttura vedrà la luce a Biasca, nella zona posta a sud dell’ex officina FFS. Il Centro di manutenzione sarà destinato agli interventi di controllo, di manutenzione corrente e straordinaria e alle riparazione degli impianti di tecnica ferroviaria dei nuovi tunnel di base del San Gottardo e del Monte Ceneri, come pure della linea esistente. Il Centro d’intervento sarà invece la sede della Difesa Impresa delle FFS e del treno di soccorso e spegnimento appositamente equipaggiato per gli interventi in galleria e sulla linea ferroviaria a cielo aperto. Il futuro complesso ospiterà circa 80 collaboratori delle FFS.

Attualmente è in corso il progetto definitivo. A novembre è prevista la procedura di pubblicazione dei piani della durata di 18 mesi. In base all’attuale pianificazione e in assenza di ricorsi, i lavori di realizzazione del futuro Centro potrebbero iniziare nel corso del 2013 per terminare nel 2015, poco prima della messa in esercizio della galleria di base del San Gottardo.

Il tema è stato al centro dell’incontro svoltosi al termine della scorsa settimana, tra il rappresentante di Infrastruttura delle FFS, i suoi collaboratori e il Municipio di Biasca, rappresentato dal sindaco Jean–François Dominé e dai municipali Nicola Paolucci, Loris Galbusera e Andrea Morini.