24 feb 2012 - 23:09

Volantino a tutti i fuochi dei Verdi liberali democratici, “appoggeremo chi vuole le aggregazioni”


I Verdi Liberali Democratici del Medio Vedeggio hanno inviato ad ogni fuoco un volantino informativo per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di aggregazione di Bedano, Cadempino, Gravesano, Lamone, Taverne-Torricella.

“Raggruppare i Comuni del Medio Vedeggio in un sol Comune con una popolazione di oltre 10 mila abitanti sarà il nostro obiettivo politico più ambito durante la prossima legislatura”, spiega in una nota Werner Nussbaumer. “Con un’industria fiorente, rispettosa dell’ambiente, un buon prodotto interno lordo, una crescita economica sostenibile e un vantaggioso moltiplicatore d’imposta il Medio Vedeggio sarà un Comune importante, tra i più ricchi e vivibili del Ticino, una comunità emergente che non temerà di confrontarsi con le mire espansionistiche della grande Lugano. Armonizzando la viabilità e i complessi urbanistici con infrastrutture e servizi unitari fra i diversi comprensori e valorizzando luoghi pubblici di aggregazione, ricreativi, di sport e di svago, ammodernando parchi pubblici, percorsi vita e un’architettura più adatta alla popolazione che invecchia, ai bambini, ai giovani e alle famiglie, otterremo un Comune a misura d’uomo importante e invidiabile”.

“Con un Comune unico potremo salvaguardare la nostra identità, le nostre tradizioni, la nostra qualità di vita, il nostro verde e la nostra autonomia per non diventare una anonimo quartiere dormitorio di periferia”, spiega ancora Nussbaumer. “I sei Comuni di cui auspichiamo l’aggregazione sono Bedano, Cadempino, Gravesano, Lamone, Manno, Taverne-Torricella. Per la corsa al rinnovo dei poteri comunali di aprile appoggeremo i partiti e i movimenti che si dichiarano favorevoli alle fusioni dei comuni anzidetti”.

Per questi motivi i Verdi liberali democratici hanno inviato una lettera a tutti i gruppi politici attivi sul territorio per costituire un comitato intercomunale apartitico atto a studiare le strategie, le tecniche i metodi ed i mezzi necessari per formare il Comune unico del Medio Vedeggio, “certi di ricevere il prezioso sostegno di tutti gli abitanti della zona che hanno a cuore un futuro migliore per la nostra realtà socio, economica, culturale e politica”.