AMARCORD - LA NOSTRA TV
La grande fuga dell’uomo che ci ha regalato la storia di Gandhi

La grande fuga dell’uomo che ci ha regalato la storia di Gandhi

È morto ieri a 90 anni l’attore e regista britannico Richard Attenborough, premio oscar come miglior film e migliore regia con “Gandhi” (1983) e interprete in film come “Brighton Rock”, “La Grande fuga” e “Jurassic Park”

«Osate cambiare, cercate nuove strade», il professore che ha cambiato una generazione

«Osate cambiare, cercate nuove strade», il professore che ha cambiato una generazione

In omaggio a Robin Williams, morto suicida all’età di 63 anni, alcuni spezzoni di un film che ha dato speranze ad una generazione, “L’attimo fuggente”

«La vita è uguale a una scatola di cioccolatini», 20 anni fa usciva Forrest Gump

«La vita è uguale a una scatola di cioccolatini», 20 anni fa usciva Forrest Gump

Vent’anni fa, il 6 luglio del 1994, debuttava nelle sale cinematografiche americane Forrest Gump, film diretto da Robert Zemeckis con Tom Hanks come attore protagonista. Un enorme successo, 680 milioni di dollari di incasso al botteghino, tanto che agli Oscar riuscì ad oscurare Pulp Fiction, capolavoro di Quentin Tarantino, uscito qualche mese prima.

«È morto un padre». Quando la sinistra aveva un vero leader

«È morto un padre». Quando la sinistra aveva un vero leader

Durante un comizio a Padova, il 7 giugno 1984, Berlinguer ebbe un malore. Pochi giorni dopo, l’11 giugno, trent’anni fa, il segretario del PCI morì.

Ecco come si fa ad avere tutto e sognare più. 35 anni fa la “rinascita” di Silvio.

Ecco come si fa ad avere tutto e sognare più. 35 anni fa la “rinascita” di Silvio.

In un giorno come questo, 35 anni fa, Silvio Berlusconi presa la tessera della Loggia massonica P2, era il 5 maggio 1978 (almeno stando alla favola di Paolo Rossi). Il comico milanese presentò questa sua favola nel programma “Su la Testa”, condotto da lui e da Cochi Ponzoni (celebre compagno di Renato Pozzetto nella celebrata coppia “Cochi e Renato”, che era assente dalla televisione da molti anni e proprio con Paolo Rossi firma il suo ritorno in video, sulla terza rete Rai). Siamo nell’autunno 1992, la satira in tv conosce una delle migliori stagioni, con programmi come “Tunnel” ed “Avanzi” (entrambi condotti da Serena Dandini con Corrado Guzzanti), “Su la Testa”, “Celito Lindo” (con Claudio Bisio), “Porca miseria” (quiz ironico-satirico condotto da Fabio Fazio, Bruno Gambarotta e Patrizio Roversi) e tanto altro. Questa stagione di “libertà creativa” per gli autori televisivi è sicuramente dovuta al fatto che proprio in quegli anni il potere politico in Italia è profondamente in crisi a seguito di “Mani pulite” di Gerardo D’Ambrosio e Gherardo Colombo da una parte, e dall’altra grazie al gruppo dirigente di Raitre, con Angelo Guglielmi e Bruno Voglino, che sapranno più di chiunque altro innovare il linguaggio televisivo. Poi nel 1994 Silvio Berlusconi “scenderà in campo” (Paolo Rossi non può immaginarlo in questo sketch) e la “normalizzazione” della televisione sarà uno degli obiettivi politici, perseguito a destra quanto a sinistra da D’Alema.

Il “Romanzo popolare” musicato da Enzo Jannacci

Il “Romanzo popolare” musicato da Enzo Jannacci

“Romanzo popolare” è un film di Mario Monicelli del 1974, con musiche di Enzo Jannacci, con il grande Ugo Tognazzi, Ornella Muti e Michele Placido

Quelli che… amavano il grande ed unico Enzo Jannacci

Quelli che… amavano il grande ed unico Enzo Jannacci

La parte finale della trasmissione televisiva speciale del 2011, condotta da Fabio Fazio, dedicata ad Enzo Jannacci

Damiani, colui che parlava di Giustizia

Damiani, colui che parlava di Giustizia

Due giorni fa è morto il regista italiano Damiano Damiani, cineasta che più di altri si è concentrato sul raccontare di giustizia, mafia, criminalità organizzata e quant’altro. È Damiano Damiani il “papà” della prima “Piovra”, lo sceneggiato italiano più importante di tutti i tempi, che è stato trasmesso dalle televisioni di mezzo mondo. Per ricordarlo vi proponiamo “Girolimoni, il mostro di Roma”, film di Damiani del 1972, con Nino Manfredi che parla di pedofilia ed errori giudiziari. Buona visione.

Morte e (omo)sessualità

Morte e (omo)sessualità

Quarto episodio di “Queer as Folk”, fra crisi adolescenziali e d’identità, sesso e riflessioni sull’eutanasia. Continua la nostra proposta di una delle serie televisive più “particolari” che sia mai stata mandata in onda da una tv italiana. La visione è consigliata ad un pubblico adulto.

Queer ad Folk, la serie tv che non piace alla RSI

Queer ad Folk, la serie tv che non piace alla RSI

Terzo episodio della prima stagione di “Queer as Folk”, la serie tv mandata in onda da Jimmy di Sky che la RSI non manderà mai in onda