Filtra per

Regione Luganese Bellinzonese
Categoria Musica Altro Feste Arte
Philipp Fankhauser
Piazza Maggia , Maggia
21.00

Swiss Blues Night

Ultima serata dedicata al blues di casa nostra. Apre la serata (21:00) Marc Amacher, l’astro nascente del blues svizzero, poi finalmente anche il più acclamato arista blues svizzero, Philipp Fankhauser, calcherà il palco del Vallemaggia Magic Blues (ca. 22:30). 

Star della serata: Philipp Fankhauser
Opening-act: Marc Amacher

 Philipp Fankhauser

The King of Swiss bluesFinalmente anche il più acclamato arista blues svizzero calcherà il palco del Vallemaggia Magic Blues. Nato a Thun nel 1964, ha passato gli anni della prima gioventù a Tegna, ascoltando giorno e notte il Blues di Sunnyland Slim, Buddy Guy, Muddy Waters e B.B. King. Nel 1975 ha ricevuto dalla madre la sua prima chitarra, che ancora oggi possiede. Da allora ha capito quale sarebbe stata la sua strada. Ha formato la sua prima band “Checkerboard Blues Band” nel 1987 e il suo primo album è del 1989 “Blues for the lady”. Iniziò a girare per l’Europa e i suoi album successivi (alcuni “Disco d’oro” o “Disco di platino”) hanno ricevuto le lodi di John Lee Hooker e Johnny Copeland, con il quale ha condiviso il palco durante la prima tournee negli States nel 1994. Rimase in America fino al 2000, girando tra Nashville e New Orleans, attraversando il Texas e suonando con la crème del Blues. Negli anni ha suonato con B.B. King, Bobby Bland e Richard Cousins, invitato anche ai prestigiosi Chicago Blues Festival e Montreux Jazz Festival (2011/2018). Lo scorso anno, con diversi sold out, ha festeggiato 30 anni di carriera. I suoi concerti sono una splendida miscela di ballads e brani dal sapore funky, suonato alla grande dalla sua splendida band, che non deluderà le attese dei suoi numerosi fans, attesi in massa a Maggia per questo evento top.

 

Marc Amacher
Un blues che ti penetra nelle ossa
Da quando Marc Amacher ha entusiasmato pubblico e giuria de “The voice of Germany” è diventato l’astro nascente del blues svizzero. La sua voce roca si impone e risuona dovunque. Difficile inquadrare in un genere specifico la musica della band, è spontaneità, dinamismo ed emozione. Marc Amacher non suona musica, egli è la musica, con anima e corpo. Il vero Blues, l’originale Boogie-woogie e l’autentico Rock’n’Roll, grazie alla voce di Amacher, ti penetrano nella pelle. Autodidatta ha ricevuto la sua prima chitarra dal nonno, che la recuperò dalla latta della spazzatura dicendogli “Toh Märcu, vedi se riesci a cavarne qualcosa!”. Al Vallemaggia Magic Blues lo ricordiamo quale membro del duo Chubby Buddy, con il quale partecipò ad Avegno alla finale della “Swiss Blues Challenge”, arrivando ad un soffio dal vincitore. Gli show con la sua band, nella quale suona un’altra vecchia conoscenza del Vallemaggia Magic Blues, Philipp “Bluedög” Gerber, sono trascinanti, sorprendenti. State attenti: c’è il rischio di diventarne dipendenti!

 

Offerta Backstage
Musica e specialità culinarie al “Vallemaggia Magic Blues”. Acquistando i biglietti "Speciale Backstage" potrete trascorrere una serata a fianco di organizzatori, sponsor, invitati e naturalmente le band che si esibiranno. Aperitivo dalle 19:30 e cena dalle 20.00 al prezzo di 120.00 CHF che comprende: l’ingresso ai 2 concerti sulla piazza, l’aperitivo e la cena con specialità alla griglia (bibite escluse). Posti limitati. Riservazione obbligatoria.

 

Prezzi e Informazioni
Apertura casse in Piazza:              ore 18.30
Entrata ai concerti sulla piazza:      30.00 CHF (prevendita) 35.00 CHF (cassa serale)
Ragazzi (fino a 12 anni):               gratis
Disabili con accompagnatore:         gratis
Offerta Backstage:                       120.00 CHF (prevendita(riservazione obbligatoria)
Ulteriori informazioni sotto:           www.magicblues.ch
Facebook:                                   www.facebook.com/magicblues

LuogoPiazza Maggia
Indirizzo / ViaMaggia
PrevenditaAcquista biglietti su Biglietteria
Acquista biglietti
1001 NOTTE – Joonas Pitkänen (Direttore), Jugend Sinfonie Orchester Bern
Villa Carlotta , Tremezzo
17.30

1001 NOTTE – Joonas Pitkänen (direttore), Jugend Sinfonie Orchester Bern
Siamo agli inizi del Settecento quando il grande studioso arabista Antoine Galland raccoglie e traduce per primo un gruppo di manoscritti arabi . E’ l’inizio della fortuna delle Mille e una Notte e dell’amore per il vicino oriente che si rifletterà  nell’arte Europea in varie forme tra cui celebre opera sinfonica di Rimsky-Korsakov. Sempre nell’ambito del fantastico che tanto si diffonde nel 18° secolo segue l’altra opera in programma: Peer Gynt del compositore norvegese Grieg che contiene tra i brani più famosi del repertorio sinfonico.

***

We are at the beginning of the eighteenth century when the great Arabist scholar Antoine Galland was the first to collect and translate a group of Arab manuscripts. It was the beginning of the fortune of the Thousand and One Nights and of the love for the Near East that will be reflected in European arts in various forms including the famous symphonic work of Rimsky-Korsakov. Still in the field of the fantastic that spreads so much in the 18th century is the other work: Peer Gynt by the Norwegian composer Grieg which contains among the most famous pieces of the symphonic repertoire.

Programma:

E. GRIEG:
Peer Gynt Suite No. 1, Op. 46
L’atmosfera del mattino
La morte di Åse
La danza di Anitra
Nella reggia del Re della Montagna

N.A. RIMSKY-KORSAKOV:
Shahrazade, op. 35
Il mare e la nave di Sinbad
Il racconto del principe Kalandar
Il giovane principe e la giovane principessa
Festa a Bagdad, Il mare, Naufragio della nave sulle rocce sormontate da un guerriero di bronzo

LuogoVilla Carlotta
Indirizzo / ViaVia regina 2 , Tremezzina, Tremezzo
PrevenditaAcquista biglietti su Biglietteria
Acquista biglietti
Corsi estivi Lingue e Sport
Canton Ticino, Bellinzona
20.00

La fondazione Lingue e Sport, in collaborazione con l’Ufficio dello sport del Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS), presenta i corsi estivi 2019 con un programma ricco e completo che spazia dalle scuole dell’infanzia alle scuole medie. Le iscrizioni sono aperte sul sito www.linguesport.ch.

Durante le mattine si ripassano le materie scolastiche con docenti formati, mentre nei pomeriggi si pratica un’ampia scelta di discipline sportive con monitori Gioventù e Sport. Sono inoltre previste uscite e attività alla scoperta del territorio e della cultura ticinese.

Per i bambini che frequentano le scuole elementari sono proposti dei corsi settimanali presenti in 13 località con momenti di francese, attività scolastiche e numerosi sport. A Bellinzona si tengono anche i corsi Luglio Bimbi rivolti ai bambini che frequentano la scuola dell’infanzia.

Per i ragazzi che frequentano le scuole medie sono proposti dei corsi di due settimane consecutive, con o senza pernottamento. Durante le giornate sono svolte lezioni scolastiche al mattino, attività sportive al pomeriggio e animazioni di vario genere la sera.

LuogoCanton Ticino
Indirizzo / ViaBellinzona
PeriodoDal 01.07.2019 al 24.08.2019
GiorniTutti i giorni
Info0918145858
Prezzo CHF
Etàdai 5 anni ai 15 anni
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Arriva l'estate al City 2!
Bar Ristorante Pizzeria City 2, Collina d'Oro
Fino alle 20

L'estate sta arrivando! E al City 2 è già tutto pronto per la grande apertura serale, con i nostri cocktail estivi pronti ad accogliervi tutte le sere - da lunedì a venerdì - fino alle 20.

Cosa state aspettando? Venite a trovarci numerosi!

LuogoBar Ristorante Pizzeria City 2
Indirizzo / ViaVia Cantonale 8A, Collina d'Oro
PeriodoDal 20.05.2019 al 31.08.2019
GiorniLu Ma Me Gi Ve
Info091 980 36 16
Facebook Vai al link di facebook
Play with us. dall’arte popolare all’arte moderna
Hotel Hilton Molino Stucky , Venezia
08.00

Dall’11 maggio al 24 novembre 2019, nel cuore di Venezia, all’interno della suggestiva e prestigiosa cornice dell’Hotel Hilton Molino Stucky affacciato sul Canale della Giudecca, sarà presentata dal Museo Storico della Giostra di Bergantino l’installazione “Play With Us” Dall’arte popolare all’arte moderna con opere dell’artista Naby Byron e texture musicale di Max Casacci dei Subsonica, a cura del Prof. Gian Paolo Borghi, etno-antropologo ed esperto di tradizioni popolari.

L’esposizione si colloca in concomitanza alla 58° Biennale di Venezia e propone al pubblico una particolare e metaforica visione onirica dell’artista che vede al centro della sua narrazione inusuali cavalli da giostra.

L’esposizione, in collaborazione con l’Associazione UFO-Ultimi Futuristi, è realizzata con il patrocinio della Regione del Veneto, della Città di Venezia, del Comune di Bergantino, del Museo della Giostra di Bergantino, del MAF (Museo Mondo Agricolo Ferrarese), di Hilton Stucky Venezia e si colloca all’interno delle celebrazioni del Centenario dalla Fondazione del Gruppo Hilton.

Naby Byron si riappropria di alcune forme della cultura tradizionale adattandole alle aspettative del contemporaneo in una sorta di “provocazione – non provocazione” che mira a cogliere, attraverso le giostre, alcune sfaccettature di un denso percorso storico-antropologico. I cavalli da giostra, infatti, richiamano alla memoria antichi giochi rituali e arcaici di natura medievale.

Naby Byron, tuttavia, non si limita a scegliere artisticamente i cavalli ma, in forma simbolica, li rende liberi dai rigidi meccanismi delle giostre, proiettandoli lontani dalle tradizionali fiere di borghi e paesi in un contesto moderno e contemporaneo, i Luoghi dell’Altrove. Questo forte desiderio di libertà si traduce nella fusione in maniera simbiotica delle sue installazioni con la natura che le circonda. In altri termini, Naby si eleva a paladina di una nuova e rinnovata cultura del “gioco”, trasfigurando alcuni antichi significati nel mondo odierno e offrendoli all’ammirazione e alla disponibilità degli appassionati d’arte del terzo millennio.

Nello specifico “Play with us” Dall’arte popolare all’arte moderna è un’opera relazionale in cui il fruitore interagisce direttamente con l’installazione: i visitatori, infatti, sono invitati a montare sul cavallo e in questo senso il lavoro di Naby Byron rappresenta un’opera unica, in continuo divenire, in quanto cambia col cambiare dello spettatore che desidera mettersi in gioco.

L’esposizione si compone di una parte a “cavalli fissi” nella zona esterna dell’Hotel, e di una a “cavalli mobili” situati negli ambienti interni. Al fianco delle opere è prevista una videoinstallazione a cura del Museo e dell’artista, volta a descrivere per immagini e parole la poetica complessiva dell’evento. Sarà, inoltre, presente una “texture” sonora composta dal musicista Massimiliano Casacci, membro e fondatore dei Subsonica.

NABY

Naby Byron (nome d’arte) nasce a Bologna. Di famiglia borghese, vive la sua infanzia accanto ad uno dei più importanti allevamenti di cavalli d’Europa (allevamento che ha visto i natali della stirpe del trottatore Varenne). Memore dei lunghi pomeriggi passati ad ammirare gli allenamenti e la vita dell’animale più nobile del creato, Naby, laureatasi nel frattempo all’Accademia di Bologna, elegge il cavallo quale simbolo totemico delle sue prime creazioni artistiche, dapprima dipinti ed in seguito installazioni.

Avvicinatasi nel prosieguo di vita al mondo del collezionismo, ha costituito assieme ad alcuni collaboratori il Collettivo U.F.-o Ultimi Futuristi, al’interno del quale è conservato un vastissimo numero di documenti afferenti il Movimento Futurista di Filippo Tommaso Marinetti, altra grande fonte di ispirazione dell’artista soprattutto per quanto attiene al filone aviatorio, seconda passione di Naby Byron ed oggetto precipuo delle sue opere.                                                                               

Hanno curato per lei importanti mostre il critico d’arte Giuseppe Virelli, l’etno-antropologo Prof. Gian Paolo Borghi, lo storico del Futurismo Enrico Bittoto.

Ha esposto in Gallerie a Lucca (“Play With Me” presso Galleria olio su tavola), al PALP Museo di Pontedera (“Play With Me” all’interno della Mostra “Dalla Trottola al Robot”) e in concomitanza con la Biennale di Venezia presso gli ambienti dell’Hilton Molino Stucky all’isola della Giudecca (Installazione “Play With Us” promossa dal Museo dello Giostra di Bergantino).

Hanno collaborato con lei Marta Pederzoli, le Ceramiche Gatti di Faenza, Max Casacci dei Subsonica, il regista Luca Verdone.

Ha vinto diversi premi e riconoscimenti tra i quali ricordiamo il Premio Vergato Arte 2016 sotto la presidenza del Maestro Luigi Ontani.

INFORMAZIONI UTILI

TITOLO: “Play with us” Dall’arte popolare all’arte moderna

OPERE DI: NABY BYRON

A CURA DI: Prof. Gian Paolo Borghi

TEXTURE MUSICALE: Max Casacci dei Subsonica

PRESENTATA DA: Museo storico della giostra di Bergantino

DOVE: Hotel Hilton Molino Stucky - Giudecca 810, Venezia

INAUGURAZIONE: Sabato 11 maggio ore 17,30

DATE: 11 maggio - 24 novembre 2019

ORARI: orari di apertura dell’Hotel

WEB: nabybyron.com

FACEBOOK: https://www.facebook.com/PlayWithHus/

INGRESSO GRATUITO

PATROCINI: Regione del Veneto, Città di Venezia, Comune di Bergantino, Museo della Giostra di Bergantino, MAF (Museo Mondo Agricolo Ferrarese), Hilton Stucky Venezia.

IN COLLABORAZIONE CON: Associazione UFO-Ultimi Futuristi.

AGENZIA DI COMUNICAZIONE E UFFICIO STAMPA

Culturalia di Norma Waltmann

tel : +39-051-6569105 mob: +39-392-2527126

email: info@culturaliart.com web: www.culturaliart.com

facebook: culturalia – Instagram: culturalia_comunicare_arte

LuogoHotel Hilton Molino Stucky
Indirizzo / ViaGiudecca 810, Venezia, Venezia
PeriodoDal 11.05.2019 al 24.11.2019
GiorniTutti i giorni
Info0516569105
EtàPer tutti
Facebook Vai al link di facebook
© 2019 , All rights reserved