Filtra per

Regione Luganese Locarnese Mendrisiotto Italia Bellinzonese
Categoria Arte Musica Appuntamenti Cinema Conferenze Musei Altro
Oggi leggiamo… Forme e fantasia di Eleonora Cumer
Museo in erba, Lugano
10.00

Sta venendo a trovarci un bruco carico di libri sull’arte! Accogliamolo nel nostro atelier e divertiamoci con lui tra letture e atelier.

In collaborazione con l’Istituto svizzero Media e Ragazzi.


Per bambini da 4 a 11 anni
Orario atelier: 10.00 – 11.30
Mattina al museo: 9.00 – 12.00

*Su prenotazione


Dal 4 all’8 luglio: “Il Libruco fa tappa al Museo in erba”

 
Prenotazioni: Tel. 091 835 52 54
ilmuseoinerba@bluewin.ch

LuogoMuseo in erba
Indirizzo / ViaRiva Caccia 1 (1° piano - Central Park), Lugano
Prezzo20 CHF
EtàPer bambini da 4 a 11 anni
Sito webVai al sito
Lunedì Jazz
Bar Incontro, Muralto
20.00

Dalle 20h00
Concerto, Cena e Jam Session
Al Bar Incontro di Muralto
 

Lunedì Jazz 4 Luglio

Alessio Isgrò Chitarra
Achille Giglio Contrabbasso
Gianni Masotti Batteria

 

CENA Sfr. 25.- SU PRENOTAZIONE AL NUMERO:
078 791 60 36

 

Per informazioni: www.jazzclublocarno.ch

Vi aspettiamo numerosi

Jazzclub Locarno

LuogoBar Incontro
Indirizzo / Viavia Municipio 2, Muralto
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Youtube Vai al link di YouTube
Visita guidata alla Biennale con Riccardo Cordero
Alpe Foppa, Monte Tamaro, Rivera
11.00

Lunedì 4 luglio, vi sarà la diretta radio con Rete Uno. Avrete inoltre l’opportunità di partecipare alla visita guidata della Biennale “L’universo di Riccardo Cordero”. Riccardo Cordero stesso vi introdurrà alla sua arte guidandovi attraverso la sua mostra. Vi sarà inoltre una diretta radio con Rete Uno.

Il punto di incontro per la visita guidata con l’artista è alle ore 11.00 sulla terrazza del Ristorante Alpe Foppa. Il numero di partecipanti è limitato, pertanto è necessaria l’iscrizione per partecipare a questa esperienza unica.

Riccardo Cordero
Riccardo Cordero nasce nel 1942 ad Alba in provincia di Cuneo (Italia). Nel 1965 si diploma «con lode» in Scultura presso l’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino. Inizia quindi la sua carriera come insegnante presso il Liceo Artistico di Torino. n seguito, sarà titolare della cattedra della Scuola di Scultura presso la stessa accademia fino al 2002. Oltre ad essere docente e professore, ha sempre operato come scultore con una preferenza per il metallo, l’acciaio e il bronzo come materia per la realizzazione delle sue opere.

Qui trovate ulteriori informazioni sulla Biennale “L’universo di Riccardo Cordero” e sull’artista.

 

La partecipazione alla visita guidata su iscrizione è gratuita. Il viaggio in telecabina rimane a carico del partecipante.

 

LuogoAlpe Foppa, Monte Tamaro
Indirizzo / ViaVia Campagnole 6, Rivera
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Suoni d'acqua
Mendrisiotto, Castel San Pietro
21.00

I musicisti che animano la stagione estiva Suoni d’Acqua, sono selezionati, oltre che per l’indubbia qualità artistica, anche per appartenere a un’area di artisti fantasiosi e immaginifici, compositori, improvvisatori e creatori di nuovi percorsi sonori e ardite mescolanze, all’insegna dell’incontro: di generi, culture, esperienze, processi creativi.

In questi quattordici anni di storia dell’amatissima rassegna estiva di Musica nel Mendrisiotto, sono stati selezionati alcuni luoghi che meglio consentono l’integrazione degli spazi dal punto di vista acustico, paesaggistico e logistico, con la tipologia di concerti che vengono rappresentati.

L’affezionato pubblico di Suoni d’Acqua ama questi momenti di scambio e una rappresentazione del concerto che abbatta ogni barriera e che favorisca la condivisione.

 

Il tre concerti si svolgono nel mese di Luglio, a cadenza settimanale, a Castel San Pietro (alla Masseria Cuntitt) Cabbio (nella nuova e rinnovata piazza della chiesa), e Monte (nella Piazzetta della Chiesa).
 

Quest’anno Suoni d’Acqua ospiterà:

 

 

 

 

 

Venerdi 1 Luglio ore 21

Castel San Pietro Masseria cuntitt

(In caso di maltempo: Scuola Elementare di Rancate)

 

INSEGUENDO QUEL SUONO

 

Alessandro De Rosa, voce narrante

Fausto Beccalossi, fisarmonica

Claudio Farinone, chitarra

 

 

Spesso considerata come elemento di semplice abbellimento, la musica per il cinema rischia di ricoprire un ruolo di secondo piano all'interno della produzione filmica. Ennio Morricone è stato invece il compositore che ha reso la musica l'elemento protagonista, conferendole autorevolezza. Una esperienza professionale e di vita ricca e a tratti ancora misteriosa che lo ha portato ad interagire con tutti i contesti che il XX secolo potesse offrire ad un musicista (dal Conservatorio a Darmstadt, dalle sessioni come turnista, alla musica scritta e improvvisata, dal cinema alla sala da concerto passando per il mondo discografico, le canzoni, il teatro, la radio e la televisione). Quali sono i segreti che si celano dietro il suo percorso? In che modo il Maestro è divenuto un’icona riconosciuta e riconoscibile in tutto il mondo attraverso la sua musica?

Raccontare Ennio Morricone non significa discutere solamente del suo fecondo e straordinario rapporto col cinema, ma può spalancare ampie riflessioni sulla musica, sulla società e la cultura del suo e del nostro presente. Discutere la modernità, l’oggi. Un importante percorso per assumere prospettiva ed orientarsi anche attraverso il percorso formativo, artistico e di vita di questo Maestro conosciuto in tutto il mondo, ripercorrendo alcune delle sue intramontabili pagine musicali.

 Alessandro De Rosa, compositore e scrittore, è coautore insieme ad Ennio Morricone di "Inseguendo quel suono" (Mondadori Libri, 2016-2020-2021), autobiografia ufficiale del Maestro romano in forma di conversazioni tradotta in svariate lingue tra le più parlate al mondo, da Morricone stesso definito il più significativo libro che lo riguarda. Nello spettacolo a tre voci, attraverso filmati inediti e spezzoni di film, Alessandro racconta alcuni tratti salienti della vita e dell'opera del Maestro, creando un filo rosso con le interpretazioni di Fausto Beccalossi e Claudio Farinone, che rileggono alcuni passi più o meno noti del suo percorso musicale, plasmandoli sui loro strumenti.

 

 

 

 

Sabato  9 Luglio ore 21

Cabbio Piazza della Chiesa

(In caso di maltempo: Museo Etnografico della Valle di Muggio)

 

YPSILON

 

Motus Laevus

 

Tina Omerzo voce, pianoforte, tastiere
Edmondo Romano, sax soprano, clarinetti, chalumeau, whistle, zurne
Luca Falomi, chitarra acustica, classica, 12 corde
Olmo Andres Manzano Anorve, darabouka, tombak, wavedrum, cajon, drumset

 

Motus Laevus in latino ha numerosi significati ed interpretazioni: letteralmente tradotto in movimento inverso può̀ significare anche senso antiorario o “moto sinistro”, anche nell’accezione positiva attribuita dai latini all’oriente.  Tutto e il contrario di tutto, a sottolineare il fatto che le parole, come la musica, racchiudono in se molteplici direzioni e forme, nel tempo e nel luogo, un mondo senza confini. Nel progetto Motus Laevus coesistono in modo naturale suoni e linguaggi musicali di strumenti antichi e moderni, acustici ed elettrici, brani originali e tradizionali, in un melting pot dove la musica world si avvicina al jazz contemporaneo, canti sloveni e cultura europea si fondono con danze nordafricane e orientali, composizioni dell’est dai tempi composti vengono miscelate a scale mediorientali greco turche. In questo “Motus” tutto si evolve e si trasforma ad ogni esecuzione del gruppo.In concerto, melodia e improvvisazione trovano il loro spazio all'interno di composizioni che si distanziano dai cliché e sintetizzano nuovi vocaboli sonori e mondi musicali.
Esce nel giugno del 2020 il loro primo lavoro discografico dal titolo Y distribuito a livello internazionale dalla prestigiosa etichetta di world music Felmay, prodotto dai compositori Pivio e Aldo De Scalzi, distribuito in Italia da Egea Music, curato nelle riprese dallo studio Orange Home Records di Raffaele Abbate e nel mix e mastering da Marco Canepa e dai Motus Laevus. La fenicia lettera Y rappresenta l’incognita, una coordinata, in molte culture è la lettera del rito, l’iniziazione, rappresentazione grafica dell’uomo, simbolo dell’elevazione al cielo, metafora dai mille significati.

 

Venerdi 15 Luglio ore 21

Monte Piazzetta della chiesa

(In caso di maltempo: Scuola Elementare di Rancate)

 

MEDITERRANEO BATTENTE

 

Giovanni Seneca voce, chitarra classica e battente composizioni e arrangiamenti
Anissa Gouizi voce, percussioni

 

Musiche e canti ispirati alle diverse culture del mediterraneo e al dialogo tra i popoli. Nello spettacolo, s’intrecciano composizioni originali a canti tradizionali che abbracciano l'insieme delle tradizioni mediterranee in varie lingue e dialetti: arabo, ladino, greco, serbo-croato, napoletano, pugliese, abruzzese e marchigiano. In un continuo vagare e mescolarsi di suggestioni musicali idealmente ispirate al mare e al mediterraneo, si incontrano suoni e colori diversi. Protagoniste sono le voci e le corde del mediterraneo. Di particolare interesse l’utilizzo della chitarra battente, tipica della tradizione del sud Italia fin dal XIV secolo. Il suono di questo antico strumento è inconfondibile ed è diametralmente opposto a quello delle normali chitarre ed è più simile ad un clavicembalo o un saz. E’ ancora molto usato nella musica tradizionale, ma attraverso le composizioni di Seneca approda a  nuove sonorità che ne esaltano la sua anima antica e popolare al tempo stesso. Nelle composizioni originali e negli arrangiamenti presentati troviamo riferimenti e citazioni che provengono da diverse aree geografiche e musicali. Il viaggio musicale nel mediterraneo parte dalle sonorità del sud Italia e passando   per i Balcani, la Grecia, la Turchia e il Maghreb, approda fino alla Spagna. La voce versatile di Anissa e le percussioni si fondono con le corde interpretando alcune canzoni tradizionali riarrangiate per questo duo.

LuogoMendrisiotto
Indirizzo / ViaCastel San Pietro
PeriodoDal 01.07.2022 al 15.07.2022
GiorniTutti i giorni
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Youtube Vai al link di YouTube
Festival Como Città della Musica
Arena del Teatro Sociale, Como
21.00

Torna all’Arena del Teatro Sociale di Como il Festival Como Città della Musica, dopo due anni passati in altri luoghi.

Questa quindicesima edizione è intitolata Prediletti dalle stelle, citazione tratta da L’elisir d’amore, opera che inaugura il Festival, ma che vuole riferirsi alle stelle in maniera più ampia: dalla volta celeste e al cielo notturno che faranno da splendida cornice ai nostri spettacoli, fino alle stelle del cinema con un richiamo a Charlie Chaplin nell’immagine e un leitmotiv cinematografico che si intreccerà nella programmazione.

 

Come ormai da dieci anni, il Festival inaugura con 200.Com Un progetto per la città, giunto all’ottava edizione. Il titolo scelto per quest’opera partecipativa del Teatro Sociale di Como è ancora una volta L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti, in scena mercoledì 29 giugno, venerdì 1 e sabato 2 luglio. A dirigere Orchestra 1813, coro e cantanti professionisti ci sarà la Direttrice Azzurra Steri. La regia è di Manuel Renga che ha studiato l’Arena, trasformandola in “un set cinematografico che ci ricorda le ambientazioni e i personaggi di Modern times di Charlie Chaplin o di Animal crackers dei Fratelli Marx”. Protagonisti i cantanti AsLiCo vincitori e finalisti delle passate edizioni del Concorso per giovani cantanti lirici: Claudia Urru (Adina), Nico Franchini (Nemorino), Lodovico Filippo Ravizza (Belcore) e Matteo Mollica (Dulcamara).

 

Giovedì 7 luglio torna ad esibirsi nella sua città d’adozione la regina della musica africana Fatoumata Diawara, impegnata in un tour internazionale. Accompagnata dalla sua band, presenterà Fenfo, l’album che le è valso due nomination ai Grammy Awards nel 2019. Audacemente sperimentale ma rispettoso delle sue radici, è un disco che la definisce come la voce della giovane donna africana, orgogliosa della sua eredità, ma con una visione che guarda con sicurezza al futuro e con un messaggio universale.

 

Si passa poi alla musica classica venerdì 8 luglio. In questa serata il celebre violinista comasco Davide Alogna si esibirà insieme all’AYSO Orchestra (Apulian Youth Symphony Orchestra), guidati dalla bacchetta della Direttrice Teresa Satalino. In programma le musiche di L. Bernstein, J. Brahms, F. Mendelssohn, I. Stravinskij.

 

Ampio spazio avrà la danza.

Primo appuntamento sabato 9 luglio con Kataklò Athletic Dance Theatre, la più importante compagnia italiana di physical theatre, torna sulle scene inneggiando alla ripartenza: we are Back to Dance! L’atletismo e la poesia che hanno reso la compagnia ambasciatrice del Made in Italy nel mondo, tornano sulle scene ad ammaliare e a diffondere vitalità.

Domenica 10 luglio è in programma uno spettacolo acrobatico, comico e musicale, che richiama il cinema. Sulle travolgenti note della colonna sonora del leggendario film di John Landis, i Black Blues Brothers fanno rivivere uno dei più grandi miti pop dei nostri tempi a colpi di piramidi umane, limbo col fuoco, salti acrobatici con la corda e nei cerchi. I cinque artisti kenioti sono strabilianti equilibristi, sbandieratori, saltatori e acrobati col fuoco. Ogni oggetto di scena diventa uno strumento per acrobazie mozzafiato e coinvolgimento costante del pubblico.

Mercoledì 13 luglio la Compagnie Hervé Koubi chiude la danza con Boys don’t cry, creazione del 2018 di Hervé Koubi, artista francese di origine algerina che ha creato la sua compagnia nel 2000 ottenendo un rapido successo a livello internazionale. Lo spettacolo alterna momenti di contemporanea, hip-hop e di parlato, e racconta cosa significa scegliere di diventare ballerino quando sei un ragazzo, specialmente quando provieni da Paesi dove la differenza di genere pesa ancora tanto sui destini individuali.

 

La settimana successiva vedrà in Arena giovedì 14 luglio Oblivion summer show, uno spettacolo degli Oblivion, gruppo comico che ama giocare con la musica e il teatro, una sorta di Spotify vivente che spazia dai Queen a Gianni Morandi. Faranno passare agli spettatori una piacevole e divertente serata in musica.

 

Venerdì 15 luglio La lunga Notte Jazz inonderà la città di musica jazz. In arena si esibirà Bebo Ferra Voltage Trio, accompagnato dall’icona del jazz internazionale Enrico Rava, special guest. Prima e dopo il concerto, dalle 18.30 alla 1 di notte, sarà possibile assistere alla jam session di numerose band in diverse parti della città, da Piazza San Fedele a Piazza Volta, passando per l’Aeroclub, l’Ostello Bello, e per chiudere infine a Giulietta al Lago. Il 23 maggio verrà pubblicato un bando per dare la possibilità a tutti i musicisti jazz di partecipare alla notte.

 

Gli ultimi due eventi in Arena sono in collaborazione con MyNina Spettacoli.

Samuele Bersani sceglie Como per dare via al suo Cinema Samuele Tour Estate, sabato 16 luglio. Un tour che attraverserà l'Italia e porterà la musica di uno degli artisti più amati di sempre in un incontro di suoni e immagini tra le note e le storie dei suoi album precedenti, in una versione completamente riarrangiata, e quelle del suo ultimo apprezzatissimo disco. La scaletta è il racconto in note di trent'anni di carriera, ma anche, e soprattutto, di quelle delle “sale” del suo ultimo album, da ascoltare e guardare come un film.

Chiude il Festival domenica 17 luglio Alla scoperta di Morricone, omaggio al celebre nome italiano del cinema. Il tributo unico dell’Ensemble Symphony Orchestra, diretta dal Maestro Giacomo Loprieno, alle musiche del grande compositore italiano si arricchisce di nuove pagine in gran parte meno conosciute ma di grande bellezza nello sconfinato repertorio del M° Morricone per dar vita a questo nuovo spettacolo. Non solo un concerto, ma un percorso di parole, suggestioni e performance solistiche che guidano lo spettatore attraverso i decenni che hanno reso grande il cinema e la musica italiana e internazionale.

 

SOSTENIBILITÀ

Insieme al fil rouge cinematografico, non può mancare il grande tema della sostenibilità, molto caro alla Presidentessa AsLiCo Simona Roveda. La sostenibilità questa volta sarà soprattutto sociale.

 

Una collaborazione per noi molto importante è con la Piccola Casa Federico Ozanam, che accoglie e assiste da 90 anni bisognosi senza fissa dimora, in via prevalente uomini anziani e soli, in difficoltà economiche. Impegnata in percorsi di reinserimento sociale dei suoi ospiti, la Piccola Casa ha dato il via al progetto “Social Street Food”, una soluzione originale di formazione, inserimento lavorativo e relazione con la cittadinanza attiva. Il pubblico potrà quindi trovare in Arena l’Ape car Solidale, un servizio bar, interamente gestito da volontari Ozanam insieme ai suoi ospiti.

 

Per raggiungere il concerto alla Torre del Baradello, si potrà partecipare ad una passeggiata organizzata da Slow Lake Como e il Parco Spina Verde, tra storia, natura, curiosità, e infine musica, con partenza dal Teatro. Un tour che permetterà di attraversare fisicamente la storia di Como connettendo due dei suoi simboli, il Teatro Sociale e il Castello Baradello, attraversando la città fino al Parco Spina Verde, un autentico cuore verde, un parco protetto ma quasi urbano, una natura a tratti selvaggia eppure così vicina e così indissolubilmente legata alla città.  La passeggiata sarà tenuta dalle guide di Slow Lake Como, anima turistica a cui il parco ha affidato l’incarico di gestione delle attività al Baradello, che punta a valorizzare il patrimonio storico, culturale, gastronomico e ambientale del Lago di Como, attraverso un turismo rispettoso e sostenibile.

 

Come da tradizione, oltre all’Arena c’è in programma Intorno al Festival, rassegna gratuita molto apprezzata dal pubblico che si ritrova così a scoprire e ri-scoprire luoghi particolarmente affascinanti della nostra città e del nostro lago.

Dall’alba al tramonto, dai parchi, agli hotel, passando per le piazze centrali della città, fino al Parco Negretti, in periferia, con spettacoli per bambini, concerti d’opera, cori, musica classica e jazz… il leitmotiv è sempre il cinema, che prende piede nella musica.

Un ringraziamento particolare ai partner con cui è stato possibile fare rete e creare questi Intorno: gli hotel Sheraton Lake Como e Hilton, i bar Ostello Bello e Giulietta al Lago, Associazioni e Enti come Aero Club Como, EXPOMUS/AMRe-Play.

 

Una nuova collaborazione è con Como Lake Cocktail Week, l’evento che trasforma Como e il suo Lago in un palcoscenico su cui si celebra l’Arte della Mixology e del Food Pairing, coinvolgendo più di 30 Cocktail Bar sparsi per il centro storico, nei ristoranti e negli hotel di lusso che si affacciano sul Lago di Como. In programma dal 30 giugno al 4 luglio, non solo la concomitanza di date la legano al Festival, ma anche il tema scelto, Like a Movie: il cinema diventa storytelling di incantevoli scorci del Lago riletti in cocktail che accompagneranno gli ospiti in un tour alla scoperta dei luoghi di celebri pellicole. In occasione di L’elisir d’amore, nelle serate del 29 giugno, 1 e 2 luglio, il cocktail bar @home metterà in lista Elisir, un low alcohol drink dedicato all’opera di Donizetti.

LuogoArena del Teatro Sociale
Indirizzo / ViaComo
PeriodoDal 29.06.2022 al 17.07.2022
GiorniTutti i giorni
Prezzo20 CHF
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Youtube Vai al link di YouTube
Esposizione. Esci dall’atelier ed entra nel cubo
Biblioteca cantonale, Bellinzona
08.00

La mostra itinerante dell’Associazione svizzera degli scultori del legno giunge nel Ticino, la prima tappa a Palazzo Franscini (10 giugno-13 luglio) e poi a LaFilanda (15 luglio-31 agosto). Nelle torri formate da cubi di diverse dimensioni saranno esposte oltre 40 opere di scultori, per illustrare la varietà delle loro creazioni a partire da un’unica materia: il legno.

Elenco degli scultori: https://www.holzbildhauerverband.ch/cubes-aktuell/holzbildhauer-innen/


Orari di apertura: lunedì 8.00-21.00; martedì-venerdì 10.00-19.00; sabato 9.00-13.00. Chiusura nei giorni festivi.

LuogoBiblioteca cantonale
Indirizzo / ViaViale S. Franscini, 30 a, Bellinzona
PeriodoDal 10.06.2022 al 13.07.2022
GiorniLu Ma Me Gi Ve Sa
EtàPer tutti
Festeggiamo 75 anni di Locarno Film Festival
Locarnese e Valli, Locarno
21.30

I film del Festival sotto le stelle della regione

In occasione del 75° anniversario del Locarno Film Festival la regione del Locarnese e Valli offre alla popolazione un’interessante occasione d’incontro e di avvicinamento al Festival, opportuno omaggio al di fuori dei dieci giorni dell’avvenimento cinematografico nazionale per eccellenza. Nasce così l’idea di proporre una rassegna di cinema all’aperto itinerante, portando l’esperienza del grande schermo in otto suggestive località della regione.

 


Programma

Le seguenti proiezioni avranno inizio alle ore 21:30, dopo una breve presentazione del progetto e del Locarno Film Festival:

Venerdì 3 giugno 2022 – Lido di Locarno
Little Miss Sunshine, di Jonathan Dayton e Valerie Faris

Venerdì 10 giugno 2022 – Portigon di Minusio
Europa ’51, di Roberto Rossellini


Venerdì 17 giugno 2022 – Piazza di Sonogno
American Graffiti, di George Lucas

Sabato 25 giugno 2022 – Lido di Tenero
I basilischi, di Lina Wertmüller

Venerdì 1 luglio 2022 – Piazza di Cevio
Il legionario, di Hleb Papou

Venerdì 8 luglio 2022 – Meriggio di Losone
Das Leben der Anderen, di Florian Henckel von Donnersmarck

Sabato 16 luglio 2022 – Centro Sociale Onsernonese a Russo
I soliti ignoti, di Mario Monicelli

Venerdì 22 luglio 2022 – Sagrato di Vira-Gambarogno
Magnificent Obsession, di Douglas Sirk

A queste otto proiezioni seguiranno due proiezioni all’aperto proposte dal LocarnoKids in collaborazione con Ascona:

Mercoledì 27 luglio 2022 – Piazza Torre Ascona
Nachtwald, di André Hörmann

Giovedì 28 luglio 2022 – Piazza Torre Ascona
Wolf Children - Ame e Yuki i bambini lupo, di Mamoru Hosoda

 


Eventuali spostamenti in caso di maltempo verranno puntualmente segnalati sul sito web e sui canali social (Facebook e Instagram)


Selezione dei film

La selezione dei film è a cura del Direttore Artistico del Locarno Film Festival, Giona A. Nazzaro, il quale propone alla popolazione otto entusiasmanti titoli che hanno fatto la storia del Festival e che continuano a suscitare grandi emozioni a qualsiasi eta?.

I film saranno mostrati in lingua originale (italiano, francese, tedesco o inglese) e sottotitolati in italiano, in maniera da rendere l’esperienza accessibile al pubblico della regione.


Partecipa e vinci !

Durante tutte le serate tra il pubblico verra? estratta una persona che ricevera? un abbonamento generale, gentilmente offerto dal Locarno Film Festival, per partecipare alla 75esima rassegna del Locarno Film Festival che si terra? dal 3 al 13 agosto.

Inoltre sui canali social verranno proposti dei concorsi per poter vincere ulteriori entrate al Locarno Film Festival.

 

Inoltre il progetto è reso possibile grazie alla stretta collaborazione con gli Amici del Cinema del Gambarogno, il Cinematografo Ambulante, il Locarno Film Festival, Radio Ticino e il PalaCinema Locarno e grazie alla preziosa sponsorizzazione da parte di enjoyARENA e della Fondazione Cultura nel Locarnese.

Maggiori informazioni:
- Sito web: www.festeggiamo.ch
- Facebook: @festeggiamo.ch
- Instagram: festeggiamo.ch

Date: dal 03.06.2022 al 28.07.2022
Luogo: diversi luoghi del Locarnese e Valli
Orari: 21:30

Entrata: libera

LuogoLocarnese e Valli
Indirizzo / ViaLocarno
PeriodoDal 03.06.2022 al 22.07.2022
GiorniTutti i giorni
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Back to human contact
Via Luigi Favre, Balerna, Balerna
20.00

"Back to human contact" è il tema del bando rivolto ad artiste e artisti di tutte le nazionalità, per la realizzazione di tre murales presso la sede del Gruppo a Balerna. Le candidature dovranno pervenire entro il 30 luglio attraverso il sito street-art-ecsa.ch. Gli autori dei tre progetti vincitori riceveranno anche un premio in denaro di 2'000 franchi ciascuno. In giuria, tra gli altri, anche il duo di street artist ticinesi Nevercrew. 

Il Gruppo ECSA – attivo nella fornitura di prodotti petroliferi, materie prime chimiche e articoli per tutte le esigenze industriali (lubrificanti, dispositivi di sicurezza sul lavoro, materiali vernicianti, ecc) – in collaborazione con la galleria d’arte Artrust, ha invece promosso un bando di concorso dedicato a writer e street artist emergenti per la realizzazione di tre murales presso la propria sede in Via Luigi Favre a Balerna.

 L’avviso è volto a selezionare tre idee progettuali per la realizzazione di altrettante opere da eseguire sui muri esterni che delimitano la sede del Gruppo.

«Abbiamo deciso di lanciare questo bando per dare spazio e sostegno ad artisti emergenti nell’ambito del writing, del graffitismo o di altre forme di arte urbana – afferma Luca Zingone CMO di ECSA Group – Per farlo abbiamo messo a disposizione questi nostri spazi, situati frontalmente alla ferrovia, e pertanto in grado di garantire anche un’elevata visibilità alle opere, una volta che queste saranno realizzate».

«Il Gruppo ECSA e il mondo dell’arte hanno una relazione di lunga durata che affonda le radici nei suoi oltre 100 anni di storia. Avere l’opportunità di rendere questa passione un’occasione di espressione creativa per giovani artisti ci rende molto orgogliosi» continua Luca Zingone.

Il titolo e tema del bando è “Back to Human Contact”: «Chiederemo ai partecipanti di proporci progetti che possano raccontare, nelle forme che ognuno di loro riterrà più opportune, – aggiunge Zingone - il tema del contatto umano ritrovato dopo il periodo pandemico e della sua importanza nelle relazioni tra persone. Ci piace l’idea di “incidere” sui muri della nostra azienda un pezzo di storia che ha segnato le vite di tutti».

La partecipazione al bando è aperta alle artiste e agli artisti di qualsiasi nazionalità o provenienza. Le candidature dovranno pervenire entro il 30 luglio 2022, esclusivamente attraverso il form di iscrizione pubblicato all’indirizzo street-art-ecsa.ch (dove sono pubblicati anche tutti i dettagli e il regolamento completo del bando).

I progetti ricevuti saranno poi messi al vaglio di una Giuria che selezionerà i tre vincitori, che oltre a poter realizzare la loro opera – nei mesi di settembre e ottobre - riceveranno anche un premio in denaro di 2'000 franchi.

Tra i membri della giuria, l’affermato duo di street artist ticinesi Nevercrew, Christian Rebecchi e Pablo Togni. Accanto a loro Luca Zingone, CMO di ECSA Group, Patrizia Cattaneo Moresi, Direttrice di Artrust SA, Enrico Centonze, Direttore Artistico Grimmuseum di Berlino e Nicholas Felappi, Capo Dicastero Cultura Comune di Balerna.

 

Per maggiori informazioni: street-art-ecsa.ch

LuogoVia Luigi Favre, Balerna
Indirizzo / ViaBalerna
PeriodoDal 02.06.2022 al 30.07.2022
GiorniTutti i giorni
Sito webVai al sito
Dove i fiumi si incontrano - Caffè letterari
Camping Bellinzona, Bellinzona
20.00

«Dove i fiumi si incontrano» . Caffè letterari openair


Torna il ciclo di incontri letterari «Dove i fiumi si incontrano» (lanciato con questa nuova formula nel 2021) con autori e musicisti di casa nostra introdotti e moderati da Laura Ferraro. Fra gli obiettivi del progetto sono in primo piano la promozione della creazione artistica locale ed il sostegno alla produzione culturale.

Le tre serate in programma sono nate dalla collaborazione di Ondemedia con Lazy Day e si svolgeranno sulla terrazza del Camping Bellinzona (Via San Gottardo 131, Bellinzona-Arbedo) facilmente raggiungibile da ogni direzione poiché strategicamente situato nei pressi dell’uscita nord dell’autostrada A2. L’intento è di creare dei momenti distensivi e di condivisione per turisti, campeggiatori e indigeni, tra viaggiatori e locals, offrendo una pregiata occasione di socialità in un ambiente gradevole e rilassato.

Sono molto gradite le prenotazioni al numero 091 829 11 18 a cui sarà opportuno rivolgersi in caso di condizioni meteo incerte. Inizio alle ore 20.00. Grazie al sostegno della Fondazione Gianfe e della Città di Bellinzona si mantiene la gratuità dell’entrata.

Il programma, le date e gli artisti:

- mercoledì 4 maggio 2022 (data di riserva in caso di condizioni meteo avverse, 8 giugno 2022)
Margherita Coldesina (poetessa e attrice) con Raissa Aviles (cantante).


 - mercoledì 29 giugno (data di riserva in caso di condizioni meteo avverse, 6 luglio 2022)

Tommaso Soldini (poeta, scrittore) con Ariele Morinini (scrittore).

- mercoledì 24 agosto (data di riserva in caso di condizioni meteo avverse, 31 agosto 2022)

Fabio Pusterla (poeta, scrittore) con Leo Pusterla (musicista).

LuogoCamping Bellinzona
Indirizzo / ViaVia San Gottardo 131, Bellinzona
PeriodoDal 04.05.2022 al 31.08.2022
GiorniTutti i giorni
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Youtube Vai al link di YouTube
Doposcuola inclusivo: potenziamento scolastico
Mendrisio, Mendrisio
12.00

SONO APERTE LE ISCRIZIONI 2022/23!

Il doposcuola è aperto a tutti, dai 6 ai 14 anni, anche per chi presenta caratteristiche di DSA,ADHD, APC, Plusdotazione, disturbi del linguaggio e autismo.

Gli obiettivi primari sono sviluppare maggiormente autonomia, autostima, competenze disciplinari e motivazione all'apprendimento.

Il doposcuola può essere svolto a gruppi, a coppie e singolo, anche in modalità online.

Il doposcuola si terrà nel Mendrisiotto, nel Luganese e nel Bellinzonese.

Per maggiori informazioni: g.bagutti@gmail.com

LuogoMendrisio
Indirizzo / ViaMendrisio
PeriodoDal 21.04.2022 al 21.08.2023
GiorniLu Ma Me Gi Ve Sa
Etàdai 6 anni
Facebook Vai al link di facebook
"Sono nato in una nuvola" Jean Arp
Fondazione Marguerite Arp, Locarno
14.00

Esposizione "Sono nato in una nuvola" Jean Arp. Con opere di Jean Arp, Sophie Taeuber-Arp, Alexander Calder, Marcel Jean, Frederick Kiesler, Hans Richter.

LuogoFondazione Marguerite Arp
Indirizzo / Viavia alle Vigne 46, Locarno
PeriodoDal 17.04.2022 al 30.10.2022
GiorniTutti i giorni
Prezzo CHF
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Le molte facce del contagio
Castelgrande, Bellinzona
10.00

Un semplice virus ha messo in luce il difficile equilibrio tra isolamento forzato per evitare il contagio e l'umano desiderio di contaminarsi di idee, cultura e relazioni. Lungo il percorso dell'esposizione "Le molte facce del contagio" scopriremo come tutti noi siamo uno splendido miscuglio di esseri razionali che si affidano alla medicina moderna e allo stesso tempo siamo impregnati di quegli istinti ancestrali alimentati dalle paure delle pandemia. Esploreremo le visioni di un tempo e di oggi, le rappresentazioni sociali delle malattie e le loro conseguenze sulla società con un fil rouge indelebile: lo sviluppo della scienza che ha permesso di compiere passi decisivi nella lotta alle grandi epidemie. Tra giochi, postazioni interattive e testimonianze video, scopriremo le molte facce del contagio.

LuogoCastelgrande
Indirizzo / ViaBellinzona
PeriodoDal 09.04.2022 al 06.11.2022
GiorniTutti i giorni
Prezzo CHF
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Caccia al tesoro #cercalaregione
laRegione, Bellinzona
00.00

Una delle missioni de laRegione è di parlare di luoghi, storie e personaggi del nostro territorio. Un cantone che offre molto, riempie quotidianamente le nostre pagine, ma che spesso non conosciamo per davvero.
E allora eccoci per (ri)trovare insieme 12 luoghi, nei 12 mesi, da scoprire con 12 indizi. Ogni primo del mese su tutti i nostri canali, il quotidiano cartaceo, l’app nera, la nostra newsletter quotidiana e le nostre pagine social di Facebook e Instagram, pubblicheremo un poetico indizio che ti porterà alla ricerca di un luogo ticinese, da immortalare!

Tutte le informazioni su www.laregione.ch/cercalaregione 

30 anni de laRegione
Correva l’anno 1992 quando “l’Eco di Locarno” e “il Dovere” decisero di unire le forze in un unico progetto giornalistico e continuare a narrare con impegno e professionalità la cronaca del nostro cantone. Fu così che a partire dal 14 settembre di quell’anno, laRegione (Ticino) è entrata a far parte della nostra quotidianità.

Per festeggiare insieme quest’importante traguardo, durante tutto l’anno vi proporremo iniziative, progetti e proposte per ridare a voi, le nostre lettrici e i nostri lettori, quello che in questi anni di presenza sul territorio avete dato a noi. Con le vostre storie, le battaglie politiche, le speranze, i dibattiti, i momenti bui e le rinascite. 30 anni insieme che in cui ci avete permesso di raccontarvi.

State con noi in questo viaggio, lungo tutto il 2022, per (ri)scoprire il nostro territorio, dare un nuovo volto all’arte, per nuovi approfondimenti e piacevoli momenti di condivisione. Tanti concorsi, giochi e offerte per divertirci e pensare con fiducia al futuro che ci attende!

LuogolaRegione
Indirizzo / Viavia ghiringelli 9, Bellinzona
PeriodoDal 17.02.2022 al 31.12.2022
GiorniTutti i giorni
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Lezioni di canto, pianoforte/tastiera e beat box
Lugano, Lugano
14.00

Incantando propone lezioni di canto, tastiera/pianoforte e beat box. Le lezioni online o in presenza a Lugano sono pensate per essere dinamiche, divertenti, flessibili ed empatiche volte a sviluppare maggiormente le capacità di ogni studente. La didattica è fortemente personalizzata ai diversi stili, alle diverse personalità e caratteristiche individuali.                                                                                                                                                          I corsi attivati sono: Canto Pop, Rock, Jazz e Lirico, Pianoforte e Tastiera, Beat box e Body percussion. 
Per gli alunni più meritevoli è prevista la produzione di un inedito e i saggi/concerti a seconda dell’evoluzione pandemica saranno svolti online o in presenza a Lugano.
L’ammissione ai corsi è prevista a partire dai 6-7 anni (fascia di età a cui solamente è dedicata la durata di 30’), mentre a partire dagli 8 anni è possibile svolgere lezioni di 45’ o 60’.
Il primo incontro conoscitivo di circa 30’ è gratuito. Le tariffe variano a seconda della modalità d'insegnamento: 35 CHF online, 40 CHF in presenza (per 60'). Vi aspettiamo!

Per maggiori informazioni: Massimiliano Pascucci

Email: incantand@gmail.com

https://incantando.online/INCANTANDO/CONTATTI.html

LuogoLugano
Indirizzo / ViaLugano
PeriodoDal 09.08.2021 al 09.08.2022
GiorniTutti i giorni
Info0789294070
Etàdai 6 anni
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
L'universo di Riccardo Cordero 2021 / 2022
Alpe Foppa, Monte Tamaro, Rivera
08.30

Biennale «Una montagna d’arte», iniziativa della Monte Tamaro SA e della Fondazione Egidio e Mariangela Cattaneo presenta, in collaborazione con Lugano Region:

L’universo di Riccardo Cordero 2021 / 2022

Inoltrarsi nei meandri e nello spirito comunicativo delle creazioni artistiche, sebbene il loro messaggio si presenti allettante, non risulta facile. Paradossalmente, molte volte è il linguaggio silenzioso e misterioso delle opere e della loro indovinata presentazione ciò che realmente seduce tanto i non iniziati come gli specialisti, i curiosi come gli appassionati al fascino dell’arte. E proprio questo accade con Riccardo Cordero grazie alla dozzina di sculture monumentali disseminate con perizia nello splendido anfiteatro del Monte Tamaro.

L’universo di Riccardo Cordero è una mostra che manifesta il desiderio e l’impegno connessi alla ricerca di un’originalità per la scultura, anche monumentale, in una dimensione ambientale.

 

Accessibile secondo gli orari della Telecabina Monte Tamaro:
Aprile - giugno
08:30 - 17:00

Luglio - agosto
08:30 - 18:00

Settembre - novembre
08:30 - 17:00

LuogoAlpe Foppa, Monte Tamaro
Indirizzo / ViaVia Campagnole 6, Rivera
PeriodoDal 01.04.2021 al 06.11.2022
GiorniTutti i giorni
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
MODIFICHE EVENTI
Per qualsiasi modifica, eliminazione o annullamento per gli eventi presenti in agenda, scrivere a agenda@tio.ch
© 2022 , All rights reserved