ULTIME NOTIZIE Attualità
Cronaca
17.07.2021 - 10:470

In Germania e Belgio aumentano le vittime. In Svizzera si tengono d'occhio laghi e fiumi

Le vittime tedesche sono 130, con però 1'300 dispersi, mentre quelle belghe sono 20 e altrettanti i dispersi

SVIZZERA/GERMANIA/BELGIO - Le vittime del maltempo in Germania sono 133, drammatica situazione anche in Belgio e Olanda. E pure in Svizzera si continua a guardare con preoccupazione ai fiumi. Decisamente siamo in un periodo in cui piogge e alluvioni stanno mettendo in ginocchio diversi paesi.

In Germania le vittime accertate hanno superato le 130 (90 nella Renania-Palatinato e 43 nella Renania Settentrionale-Westfalia), ma non bisogna scordare che ci sono circa 1'300 dispersi nella sola Renania-Palatinato.

In Belgio invece si contano 20 decessi, praticamente tutti a Liegi, e altrettanti dispersi. Fortunatamente la meteo sta migliorando.

Per quel che concerne invece la Svizzera, se a Sud delle Alpi è tutto sotto controllo, anzi c'è il sole, si temono ancora esondazioni e frane. Resta in vigore l'allerta di grado 5, ovvero la massima, per i laghi di Bienne, Thun, dei Quattro Cantoni, sebbene il primo sia sceso di 2 centrimetri e gli altri due siano costanti. Si è abbassato invece il lago di Brienz, di ben 12 centimetri, facendo diventare l'allerta di grado 3. A Lucerna, dove ieri il lago è esondato, la situazione non è mutata.

Preoccupano anche alcuni fiumi, in particolare l'Aare in diverse zone.  

Potrebbe interessarti anche
© 2021 , All rights reserved