Mixer
04.10.2019 - 10:320

"Io, prostituta per pagare i debiti". La storia di Caterina da Treviso

"Ho iniziato lo scorso aprile. Mio marito non lo sa, ma spero di smettere presto. Gli uomini che vengono con me non mi fanno schifo, ma pena"

ITALIA –"Faccio la prostituta, ho 31 anni. E ho iniziato a vendere il mio corpo dallo scorso aprile". Inizia così la telefonata di Caterina da Treviso ai Lunatici, la trasmissione in onda ogni notte su Rai Radio2. 

"Vi ascolto – racconta – tutte le notti, ma solo ora trovo il coraggio di chiamare. Faccio la prostituta in automobile perché deve risolvere dei problemi di natura economica: ho delle pendenze con l'agenzia delle entrate. Ero sposata con una persona che mi ha messo nei guai. Lavoravo in una biblioteca prima. Adesso sono sposata, ma mio marito non sa che faccio questo lavoro. A me piace? Ogni tanto sì, ma spero di smettere presto".

"Ma gli uomini sono strani: quando c'è la Champions League non c'è nessuno. E quando gioca la Juventus è ancora peggio. Io aspetto i mariti insoddisfatti delle altre donne. Ma mi pongo dei limiti: non vado con ubriachi, drogati e alcuni stranieri. Chiedo cinquanta euro a prestazione per una cosa veloce. Tra i miei clienti ci sono anche molti sessantenni. Gli uomini che vengono con me non mi fanno schifo, ma pena. Hanno tutti tanti problemi. Polizia e carabinieri? Non mi dicono niente. Ho sentito parlare dei papponi che pretendono un pizzo per farti battere senza romperti le scatole, ma per ora da me non è venuto nessuno".

Tags
caterina
treviso
prostituta
uomini
scorso aprile
smettere presto
schifo
aprile
marito
pena
© 2019 , All rights reserved