ISNER J. (USA)
1
Wawrinka S. (SUI)
0
2 set
(7-6 : 5-5)
ISNER J. (USA)
1 - 0
2 set
7-6
5-5
Wawrinka S. (SUI)
7-6
5-5
ATP-S
DIRIYAH SAUDI ARABIA
Consolation bracket.
Winner plays Struff or Pouille.
Ultimo aggiornamento: 13.12.2019 12:33
ISNER J. (USA)
1
Wawrinka S. (SUI)
0
2 set
(7-6 : 5-5)
ISNER J. (USA)
1 - 0
2 set
7-6
5-5
Wawrinka S. (SUI)
7-6
5-5
ATP-S
DIRIYAH SAUDI ARABIA
Consolation bracket.
Winner plays Struff or Pouille.
Ultimo aggiornamento: 13.12.2019 12:33
Risultati
08.12.2019
Super League
Basilea
 4 - 0 
fine
2-0
Sion
Thun
 1 - 4 
fine
0-2
S.Gallo
Zurigo
 0 - 5 
fine
0-2
Servette
Challenge League
Losanna
 0 - 2 
fine
0-0
Vaduz
Winterthur
 1 - 2 
fine
1-0
FC Stade Ls Ouchy
Serie A
Lecce
 2 - 2 
fine
0-2
Genoa
SPAL
 0 - 1 
fine
0-0
Brescia
Torino
 2 - 1 
fine
1-0
Fiorentina
Sassuolo
 2 - 2 
fine
2-0
Cagliari
Sampdoria
 0 - 1 
fine
0-1
Parma
Bologna
 2 - 3 
fine
1-2
Milan
 
11.12.2019
Champions UEFA
Shakhtar Donetsk
 0 - 3 
fine
0-0
Atalanta
Dinamo Zagreb
 1 - 4 
fine
1-1
Manchester City
Paris Saint Germain
 5 - 0 
fine
2-0
Galatasaray
Club Brugge
 1 - 3 
fine
0-0
Real Madrid
Bayern Monaco
 3 - 1 
fine
2-1
Tottenham
Olympiakos Piraeus
 1 - 0 
fine
0-0
Crvena Zvezda
Atletico Madrid
 2 - 0 
fine
1-0
Lokomotiv Moscow
Bayer Leverkusen
 0 - 2 
fine
0-0
Juventus
 
13.12.2019
Challenge League
Grasshopper
  
20:00
Losanna
 
14.12.2019
Super League
Servette
  
19:00
Thun
S.Gallo
  
19:00
Zurigo
Serie A
Brescia
  
15:00
Lecce
Napoli
  
18:00
Parma
Genoa
  
20:45
Sampdoria
 
ULTIME NOTIZIE Sport
Sport
25.06.2016 - 17:580
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:43

Il sogno si infrange ai rigori. Inutile la splendida rovesciata di Shaqiri

La Polonia si fa preferire nel primo tempo e lo chiude in vantaggio, nella ripresa è un'altra Svizzera che agguanta il pari con un eurogol di Shaqiri. Ai supplementari meglio i rossocrociati, poi ai rigori è decisivo l'unico errore di Xhaka

EURO2016 - Il sogno della Svizzera finisce nel modo che fa più male, alla lotteria dei calci di rigore. Quello sbagliato da Xhaka costa carissimo alla compagine di Petkovic, che saluta così la manifestazione, dopo essere andata sotto ed aver agguantato il pari a una decina di minuti dal termine con un eurogol di Shaqiri. Il risultato è di 6-5 per i polacchi, e questo finale ricorda maledettamente quello del 2006 con l'Ucraina: l'amarezza forse è ancora maggiore, perché la Svizzera poteva essere davvero a un passo dalla storia. Superare la fase a gironi, a dire il vero, è una prima che entra negli annali del calcio svizzero, ma al momento non consola nessuno. Il ct sceglieva di dare di nuovo fiducia dal primo minuto a Seferovic, e Embolo tornava così in panchina. Pronti via, e la Polonia si è resa subito pericolosissima, con Djourou che ha dato all'indietro con troppa leggerezza a Sommer, lanciando Milik da solo davanti al portiere. Il 22enne ha concluso sopra la traversa, ma è la prova che una panne difensiva può costare cara. La paura è rimasta appiccicata alla Svizzera, forse bloccata dell'importanza della sfida, e per la prima metà del primo tempo sono stati i polacchi a comandare il gioco. I rossocrociati poi piano piano hanno ripreso un po' di fiducia e hanno mostrato di esserci creando un paio di occasioni, però il cinismo della Polonia li ha puniti quando il primo tempo si avviava verso lo 0-0. Con un perfetto contropiede, infatti, Grosicky ha servito una palla d'oro a Blaszczykowsi, che ha battuto Sommer, entrando nella storia della sua nazionale per aver segnato in due partite consecutive in un torneo importante, come il leggendario Boniek. Una doccia fredda, però nella ripresa si è vista una Svizzera diversa, con un piglio più deciso. Shaqiri e Seferovic hanno fatto tremare i polacchi, che per contro non sono stati a guardare, affacciandosi dalle parti di Sommer ancora con l'autore del gol e con Lewandonski. Petkovic ha gettato nella mischia Embolo e Derdiyok, e al 73' Rodríguez su punizione ha chiamato Fabianski alla paratona. La formazione rossocrociata era chiaramente sbilanciata in avanti, come era inevitabile che fosse, e finalmente a una decina di minuti dal termine ha trovato il pari, meritato per quanto visto nella ripresa, dopo aver colpito una traversa con Seferovic. Shaqiri ha siglato una rete splendida con una rovesciata dal limite degna delle immagini delle figurine Panini. Si è andati così ai supplementari, dove gli svizzeri si sono fatti preferire, con Shaqiri e due volte Derdiyok pericolosi, mentre la Polonia proprio nel finale ha avuto una buona chance. Tutto sommato, giunti a questo punto, la paura di sbagliare c'è, e spesso conduce, appunto, ai rigori. Così è stato, e per primi hanno calciato i rossocrociati, con Lichtsteiner al gol. La Polonia ha subito pareggiato con Lewanndonski, poi l'errore di Granit Xhaka ha dato un'impronta diversa all'Europeo della Svizzera. Le reti poi di Shaqiri, Schaer e Rodríguez si sono rivelate inutili dato che gli avversari non hanno mai sbagliato. Il percorso svizzero finisce qui, e enorme è l'amarezza, per quanto visto in campo. Emblematica rimarrà la foto della meravigliosa rovesciata di Shaqiri: da copertina ma purtroppo inutile.
Potrebbe interessarti anche
Tags
svizzera
shaqiri
polonia
rovesciata
rigori
pari
polacchi
sommer
seferovic
xhaka
© 2019 , All rights reserved