Filtra per

Regione Luganese Locarnese Bellinzonese
Categoria Musica Conferenze Altro Cinema Arte Feste
Cantautori Viaggio in Italia
Palazzo dei Congressi, Lugano
20.30

 

Interpreti:
VOCE   Solista  Claudia Cieli    
CHITARRA  / VOCE Marcello Libertini                                              
PIANOFORTE / Tastiere Ivano Borgazzi                            
CHITARRA  / VOCE Luciano Genovesi
CHITARRA /Solista  Pietro Posani
PERCUSSIONI / Batteria  Marco Giolli
CONTRABBASSO  Marco Dirani
VIOLINO  Antonio Laganà

 

BALLERINA SOLISTA   Anita Solmi
BALLERINA SOLISTA PIERROT  Sara Brini
CONDUCE IN VOCE  Daniele Sirotti

Direzione Artistica / Regia   Stefano Montaguti

“Cantautori. Viaggio In Italia” , una biografia in musica dei più famosi interpreti, un tributo in diverse forme artistiche, un omaggio a tutti i grandi cantautori della scena musicale italiana degli ultimi 50 anni, un live coinvolgente e passionale di oltre due ore. Lo spettacolo vuole essere una piccola pièce teatrale o, più semplicemente, un racconto in musica, un viaggio attraverso la melodia nei "migliori anni della nostra vita" che si realizzerà grazie alle canzoni che sono entrate nella storia del costume nazionale ed internazionale. Uno show pieno di emozioni e sorprese con un casting d’eccezione , voci soliste straordinarie.

Completano il gruppo vari professionisti della musica che accompagneranno i solisti, con la partecipazione di una ballerina  classica che si esibirà su alcuni brani , Pierrot e la luna ( il mimo / ballerina)  farà parte della scena con una particolare ed avvincente  interpretazione , inoltre “ la Voce “ si esibirà fuori scena con narrazioni e prosa di testi di canzoni.
Inoltre  tante sorprese in una serata piena di emozioni, dove la musica si accompagna alla magia del teatro,  trascinando lo spettatore alle proprie emozioni .

Questa Produzione sarà rappresentata nel tour 2019 / 2020 . 

 

Associazione culturale musicale no profit

THE WEST ROAD
G    r    o    u    p
Via San Vitale 88
40125 Bologna
un pool di professionisti per la comunicazione                         
e la divulgazione artistica musicale
www.cantautori-teatro.it

LuogoPalazzo dei Congressi
Indirizzo / ViaLugano
PrevenditaAcquista biglietti su Biglietteria
Acquista biglietti
L'esperienza fenomenologica: fenomeno, coscienza, corpo
Associazione Orizzonti filosofici, Riazzino
20.00

Conferenza del ciclo invernale: Ontologia e metafisica da Aristotele ad oggi

con Prof.ssa Roberta Lanfredini

LuogoAssociazione Orizzonti filosofici
Indirizzo / ViaCentro Leoni, Riazzino
Info0918505340
Prezzo10 CHF
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
CORSO PRIMI SOCCORSI PEDIATRICI
Minicentro , Losone
20.27

In collaborazione con il SALVA organizzeremo un corso di primi soccorsi pediatrici aperto a tutti!
Il corso sarà strutturato su due serate, martedì 10.03.2020 e giovedì 12.03.2020, dalle 20.00 alle 22.00 presso la nostra sede del Minicentro.
Il costo è di 80 franchi a persona
È necessario iscriversi tramite email (info@minicentrolosone.ch) o all'albo del Minicentro entro mercoledì 04.03.2020 (numero chiuso). Vi aspettiamo!

LuogoMinicentro
Indirizzo / ViaVia Municipo 13b , Losone
PeriodoDal 10.03.2020 al 12.03.2020
GiorniMa Gi
Info0796070976
Prezzo80 CHF
EtàPer tutti
Cantautori viaggio in Italia
Palazzo dei Congressi , Lugano
20.30

Lo spettacolo rappresenta un Tributo, in diverse forme artistiche, un omaggio a tutti i grandi cantautori della scena musicale italiana degli ultimi 50 anni, in scena un live di oltre due ore, coinvolgente, passionale, che vuole essere una piccola piece teatrale o, più semplicemente un racconto in musica, un viaggio attraversola melodia nei  "migliori anni della nostra vita". canzoni e brani che sono entrate nella storia del costume nazionale.         Uno show pieno di emozioni e sorprese.

 

LuogoPalazzo dei Congressi
Indirizzo / ViaLugano
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Youtube Vai al link di YouTube
Kore-Eda Hirokazu un tocco leggero dal Giappone
Cinema Iride, Lugano
20.30

THE THIRD MURDER | Giappone 2017 (SANDOME NO SATSUJIN)

v.o. giapponese; st. francese; colore; 124’

L’avvocato Shigemori accetta di difendere dall’accusa di rapina e omicidio un uomo, Misumi, già in precedenza condannato a trent’anni di prigione per un altro assassinio. Misumi ha ammesso spontaneamente la propria colpa, e dunque le possibilità di evitare una condanna a morte sono molto scarse […] Sempre più convinto della non colpevolezza del cliente, Shigemori viene però messo in difficoltà dallo stesso Misumi, che cambiando versione dei fatti a ogni interrogatorio sembra voler confondere il suo avvocato. La sentenza del tribunale porrà fine alla vicenda giudiziaria, ma sarà in grado di stabilire la verità sull’accaduto? Dove sta la verità, sembra chiedersi Kore-eda (sceneggiatore e per l’occasione curatore del montaggio) con questo legal thriller che, a partire dall’omicidio mostrato nella prima scena, mette progressivamente in dubbio sia le convinzioni dei personaggi sia le certezze dello spettatore. L’obbligo professionale dell’avvocato difensore, chiamato non a stabilire la verità ma ad adattare i fatti alle necessità del suo cliente, funziona da perfetta metafora della relatività di ogni narrazione (compresa ovviamente quella del cinema) e soprattutto di ogni tentativo di imporre una giustizia alle azioni degli uomini […] È il primo film in cui il regista rinuncia alla pellicola in favore del digitale.

LuogoCinema Iride
Indirizzo / ViaLugano
Guardando insieme - Beautiful Boy
Cinema Forum, Bellinzona
8.45

Di Felix Van Groeningen, Belgio 2018, 121’
Con S. Carell, T. Chalamet, M. Tierney, A. Ryan
v. o. inglese, sottotitoli italiani per non udenti

Beautiful Boy è il commovente racconto dell’amore incrollabile di una famiglia e della sua totale dedizione nei confronti di un figlio tossicodipendente che cerca di uscire dal tunnel. Il film è tratto da due autobiografie, una scritta dal noto giornalista David Sheff e l’altra da suo figlio Nic Sheff. A fronte delle ripetute ricadute di Nic, gli Sheff dovranno accettare la dura realtà che la droga è una malattia che non discrimina nessuno e che può colpire chiunque, in qualsiasi momento.

Ospite: Manuela Di Giusto, operatrice sociale presso Antenna Icaro Bellinzona 

LuogoCinema Forum
Indirizzo / ViaBellinzona
Guardando insieme - Mio fratello rincorre i dinosauri
Cinema Forum, Bellinzona
14.00

di Stefano Cipani, Italia 2019, 102’
Con A. Gassmann, I. Ragonese, R. De Palma, F. Gheghi, L. Sisto

 v. o. italiana, sottotitoli italiani per non udenti

Mio fratello rincorre i dinosauri Tratto dal bestseller omonimo di Giacomo Mazzariol. Jack ha sempre desiderato un fratellino con cui giocare. Quando nasce Giò i suoi genitori gli raccontano che avrebbe avuto un fratello “speciale”. Con il passare del tempo Jack scopre che in realtà il fratello ha la sindrome di Down e questo per lui inizia a diventare un problema, tanto da spingerlo a nascondere la sua esistenza ai nuovi amici del Liceo e alla ragazza di cui si è innamorato.

Ospite: Monica Lupi, sibling, membro del Comitato Cantonale atgabbes.

LuogoCinema Forum
Indirizzo / ViaBellinzona
Guardando insieme - The Farewell - Una bugia buona
Cinema Forum, Bellinzona
20.15

di Lulu Wang, Usa/Cina 2019, 98’
Con A. Tzi Ma, D. Lin, G. Perez-Abraham, I. Laimins, J. Liu, Z.Shuzhen
(v. o. inglese/ mandarino, sottotitoli francesi)

The Farewell / Una bugia buona Billi Wang è nata a Pechino ma vive a New York da quando aveva sei anni. Il suo contatto sentimentale con la Cina è Nai Nai, la sua vecchia nonna, ancorata alle tradizioni e alla famiglia. Salda e praticamente indistruttibile, a Nai Nai viene diagnosticato un cancro. La famiglia decide di nasconderle la verità e di trascorrere con lei gli ultimi mesi che le restano da vivere. Figli e nipoti, traslocati negli anni in America e in Giappone, rientrano in Cina per riabbracciarla e per “improvvisare” un matrimonio che allontani qualsiasi sospetto. Ma Billi non ci sta…

LuogoCinema Forum
Indirizzo / ViaBellinzona
Guardando insieme - Nos batailles -Le nostre battaglie
Cinema Otello, Ascona
18.15

di Guillaume Senez, Francia/Belgio 2019, 99’
Prima visione ticinese
Con R. Duris, L. Calamy, L. Dosch, L. Debay
v.o. Francese, sottotitoli tedeschi

A cura dell’Alliance française Locarno e Sopraceneri e del Circolo del cinema Locarno Entrata: CHF 15.- / 10.- (soci cineclub et Amigos de la lengua española) Gratuito per soci Alliance française, soci cineclub con tessera-abbonamento e studenti).

Nos batailles / Le nostre battaglie - Olivier lavora in fabbrica. È un sindacalista convinto e lotta con tutto se stesso per combattere le ingiustizie all’interno della sua azienda. È talmente assorbito dal suo lavoro da non vedere che dentro casa, Laura, sua moglie, sta lottando contro l’inizio di una depressione. La soluzione per la donna è una sola: scappare. Costretto a fare i conti con un quotidiano complicato dall’assenza di Laura, Olivier deve ristabilire priorità e necessità, alla ricerca di un nuovo equilibrio tra i bisogni dei figli, le sfide della vita quotidiana e il suo lavoro.

LuogoCinema Otello
Indirizzo / ViaAscona
Gautier Capuçon, violoncello / Jerome Ducros, pianoforte
Lac, Lugano
20.30

Fryderyk Chopin
Sonata per violoncello e pianoforte in sol minore, op. 65
Introduzione e polacca brillante per violoncello e pianoforte in do maggiore, op. 3

Cesar Franck
Sonata per violoncello e pianoforte in la maggiore, FWV 8

 

Per il suo primo récital di musica da camera Gautier Capuçon, Artista in residenza a LuganoMusica, sceglie due compositori che, nel loro modo di concepire il lirismo, hanno segnato la seconda metà dell’Ottocento. Da un lato Chopin, che al violoncello ha dedicato la maggior parte dei suoi lavori non scritti per pianoforte, con la giovanile Introduzione e polacca brillante, e la Sonata op. 65, eseguita dal compositore nel suo ultimo concerto pubblico; dall’altro Franck, la cui Sonata per violino divenne tanto popolare da convincere il violoncellista Jules Delsart ad arrangiarla, d’accordo con il compositore, per il suo strumento.

LuogoLac
Indirizzo / ViaPiazza Bernardino Luini 6, Lugano
PeriodoDal 04.03.2020 al 04.03.2021
GiorniTutti i giorni
PrevenditaAcquista biglietti su Biglietteria
Acquista biglietti
The Kids Aren't Alright
la rada, Locarno
18.00

Nove artisti, quattro paesi diversi, un solo medium: la pittura. The Kids Aren't Alright è una mostra di millennial, anche se per "millennial" non si intende solo la data anagrafica, ma un sentimento condiviso di instabilità, lutto per un futuro ormai morto, e rabbia repressa che trova conforto in stati d'animo alterati.

Era il 1998 quando la band punk rock californiana The Offspring pubblicò la canzone "The Kids Aren't Alright", da cui la curatrice Elisa Rusca ha tratto il titolo di questa interessante esposizione collettiva.

Durante il vernissage alle ore 19 performance di live painting di Naoki Fuku accompagnato da Davide Merlino.

Fino a sabato 28 marzo, ingresso libero.

Luogola rada
Indirizzo / Viavia della Morettina 2, Locarno
PeriodoDal 21.02.2020 al 28.03.2020
GiorniTutti i giorni
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
DRIVE-IN MARCO CASENTINI
Kromya Art Gallery, Lugano
18.30

Camera 7

 

DRIVE-IN

Marco Casentini

 

19 febbraio 2020 - 28 marzo 2020

opening

mercoledì 19 febbraio 2020, ore 18.30

Mercoledì 19 febbraio, alle ore 18.30, Kromya Art Gallery, inaugura la mostra DRIVE-IN, personale dell’artista Marco Casentini, tra gli artisti astratti italiani più rappresentativi della sua generazione.

 

La mostra arriva a Lugano come tappa del percorso espositivo che Casentini porta avanti dal 2017 e che ha coinvolto musei ed istituzioni italiane ed estere come il MOAH, Museum of Art and History di Lancaster, la Reggia di Caserta e il Science and Technology Museum di Kuwait City.

 

Lo spazio quotidiano della galleria con le sue camere dialogherà con i paesaggi geometrici delle tele dando vita ad un’opera totale in cui lo spettatore si ritroverà coinvolto.

È una ricerca artistica che esplora la geometria degli spazi attraverso i colori e le forme che creano ambienti ideali in cui potersi riconoscere.

 

In “Drive In’ c’è il ricordo del viaggio” - spiega Marco Casentini - “È un entrare dentro la mia arte e seguirne i contorni e le sensazioni. Lo spazio espositivo diventa il luogo dove lo spettatore può percepire le emozioni che ho condiviso. Allo stesso tempo, poiché tutte le mie opere fanno riferimento a luoghi o a esperienze di viaggio, Drive In è anche una riflessione metaforica sul tema dell’essere in un altro luogo”.

LuogoKromya Art Gallery
Indirizzo / ViaViale Stefano Franscini 11, Lugano
PeriodoDal 19.02.2020 al 28.03.2020
GiorniTutti i giorni
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Maxi saldi Maxishop
Centro storico , Lugano
20.00

Gran finale sconti tris! -30%-50%-70%

Vivi bene spendi meno ti togli il pensiero 

Approfitta delle spedizioni veloci express 

Profotti certificati  a prezzi scontati 

LuogoCentro storico
Indirizzo / ViaCentro storico , Lugano
PeriodoDal 20.01.2020 al 20.01.2022
GiorniTutti i giorni
Info3479223703
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Remo Rossi e il circo. L'arte della meraviglia. Omaggio a Rolf Knie.
Fondazione Remo Rossi, Locarno
20.00

La scelta della Fondazione Remo Rossi di organizzare una mostra dedicata al mondo circense, in concomitanza con l’arrivo del circo Knie in Ticino in occasione del giubileo del Circo Nazionale Svizzero, che compie quest’anno la sua 100° tournée in tutta la Svizzera, nasce dalla volontà di valorizzare un soggetto particolarmente caro allo scultore locarnese, il quale non mancava di recarsi al serraglio e agli spettacoli del circo Knie, per trarne spunto e dare vita a tutta una serie di disegni e appunti iconografici, dai quali scaturirono le sue opere scultoree. Sono infatti assai numerosi gli acrobati, i clown e gli animali da circo scolpiti da Remo Rossi nel corso della sua carriera artistica, già a partire dalla metà degli anni Quaranta, con la realizzazione in particolare della “Foca” (1945) che decora la fontana di Piazza Governo a Bellinzona. Lo stile delle opere legate al circo volge successivamente verso forme più rigide, allo scopo di evidenziare le tensioni dei mirabili equilibri degli acrobati e le movenze istintive degli animali, come giraffe, dromedari o cavalli.

La concomitanza dell’anniversario del circo Knie  con la mostra della Fondazione Remo Rossi è l’occasione per sondare l’arte circense anche attraverso l’interpretazione dell’artista che più di ogni altro ha saputo incarnarne la magia, ovvero Rolf Knie, al quale la Fondazione Rossi intende rendere omaggio per i suoi 70 anni. Knie è presente in mostra con due opere su carta, tre dipinti, uno dei quali dalle dimensioni assai imponenti, e la scultura del suo assai noto “Happy Elephant”. Le opere di Rolf Knie sono in vendita.

L’esposizione prosegue poi al di fuori degli spazi espositivi della sede della Fondazione Rossi, grazie alla proficua collaborazione con il Comune di Orselina, proprietario di una tra le sculture maggiormente significative di Remo Rossi in ambito circense, ovvero gli “Acrobati” (1961) in alluminio dorato, presentati all’Esposizione nazionale di Losanna del 1964 ed esposti oggi all’interno del Parco comunale di Orselina. Nella sala di Casa Ossola, messa a disposizione da parte del Municipio, trovano poi posto le litografie e i disegni di Remo Rossi che rimandano in particolare a quest’opera. 

Non poteva mancare inoltre il riferimento a Dimitri, che negli anni Settanta andò in tournée proprio con il circo Knie: egli aveva una particolare sensibilità nei confronti dell’arte, e della scultura in particolare, tanto da allestire presso la Casa del clown a Verscio un giardino artistico, animato dalle opere dei più svariati scultori, tra cui spicca anche l’”Acrobata” (1958) di Remo Rossi, che Dimitri ebbe modo di ammirare nella corte interna di Casa Rusca durante la mostra antologica dedicata allo scultore locarnese nel 2012.

La mostra su Remo Rossi e il circo prosegue dunque presso il Teatro Dimitri di Verscio, dove accanto all’opera nel giardino, all’interno del ristorante possono essere ammirati alcuni disegni e litografie in cui ritornano l’acrobata e il clown, ovvero le figure circensi maggiormente significative per Dimitri.

La mostra è accompagnata dalla pubblicazione di un prezioso catalogo, con un testo critico di Claudio Guarda su Remo Rossi e il circo, un testo di Andrea Fazioli sul tema circense, il ricordo di Dimitri tracciato da suo figlio David e un testo di Diana Rizzi in omaggio all’arte di Rolf Knie. 

La mostra resterà aperta al pubblico fino al 28 marzo 2020, con i seguenti orari:

Locarno, Fondazione Remo Rossi, Via Rusca 8
mercoledì, giovedì e sabato: 9.00-11.30
venerdì: 14.00-17.30.  

Orselina, Casa Ossola, Via Caselle 4
martedì:14.00-17.30

Verscio, Ristorante Teatro Dimitri
Apertura secondo gli spettacoli della stagione autunno-primavera 2019-2020 

Chiusura natalizia: 22 dicembre 2019-6 gennaio 2020

Si effettuano visite guidate su prenotazione e attività didattiche per le scuole.

Entrata gratuita.

 

LuogoFondazione Remo Rossi
Indirizzo / ViaVia F. Rusca 8, Locarno
PeriodoDal 06.12.2019 al 28.03.2020
GiorniMa Me Gi Ve Sa
Info0041917512166
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
© 2020 , All rights reserved