Cronaca
29.07.2018 - 10:120

Massimiliano Robbiani: "Romano? Un bimbo viziato". E lui: "Non mi interessa, non ha combinato nulla in politica"

Botta e risposta tra il consigliere comunale leghista e il consigliere nazionale PPD in merito a un'interrogazione sulle trattative tra AIL e AIM

MENDRISIO – C’è aria di maretta al Municipio di Mendrisio e più precisamente tra il consigliere comunale leghista Massimiliano Robbiani e il municipale Marco Romano.

Come riferisce Ticinonews, tutto nasce da un’interrogazione di Robbiani sull’acquisizione delle reti AIL da parte di AIM. Il consigliere comunale leghista chiese nell’interrogazione che se “il Capo Dicastero è ancora motivato a trattare con le AIL affinché si possa in breve tempo concludere le trattative?”.

Domanda che ha fatto imbestialire Marco Romano, il quale – scrive sempre il portale – ha mandato un sms a Robbiani con scritto: “Tua interrogazione, ultima domanda. Sei una carogna”.

Una reazione “esagerata”, secondo Massimiliano Robbiani. “Come politico si sa vendere bene, ma come uomo deve ancora crescere. Sarà perché come bimbo viziato non ha ancora digerito la recente sconfitta, da imputare al suo atteggiamento e carattere”.

Ticinonews ha provato a sentire anche il consigliere nazionale PPD, che si è limitato a dire che “dell’opinione di Robbiani, che non ha realizzato niente in politica, non mi interessa nulla”.

L’ultima parola, per ora, l’ha presa ancora Massimiliano Robbiani che su Facebook ha scritto: “Alla politica non ho chiesto di più di quanto non abbia già avuto, contrariamente a chi dalla politica vuole di più di quanto meriti”.

Tags
robbiani
massimiliano
massimiliano robbiani
politica
consigliere
romano
interrogazione
consigliere comunale leghista
comunale leghista
bimbo viziato
© 2019 , All rights reserved