Cronaca
10.08.2018 - 11:210

Per un abitante in più. Airolo come Albinen

Il comune prevede aiuti a chi decide di ristrutturare edifici per farne l'abitazione primaria di almeno una persona e per un minimo di 5 anni

ALBINEN – Non è certo quello che aveva offerto Albinen, comune vallesano che per combattere lo spopolamento aveva messo sul piatto un aiuto finanziario di 25’000 franchi per ogni adulto, 50’000 per ogni coppia e 10’000 per i bambini. Tra l’altro, i risultati stanno piano piano arrivando, a breve si trasferirà una famiglia argentina. 

Però anche Airolo cerca di fare il suo per attirare persone a vivere in Valle.

L’azione per incentivare nuove famiglie a trasferirsi è un incentivo per la promozione della riattazione di case a uso di abitazione primaria. Ovvero, come riporta La Regione, opere di costruzione quali rinnovi, trasformazioni e ricostruzioni di edifici esistenti saranno agevolate dall’ente locale, che andrà a sostenere l’investimento con un contributo fissato al 3% della spesa netta (al massimo 9’000 franchi). Proprietari e usufruttuari potranno beneficiarne se prenderanno l’impegno di fare dell’abitazione quella primaria per almeno una persone e per un minimi di 5 anni. 

Si dovranno spendere però almeno 20mila franchi e sono esclusi gli edifici di proprietà di persone giuridiche.

Insomma, requisiti precisi, per cui, come ad Albinen, è possibile che arrivino richieste non conformi: ma Airolo muove i suoi passi, ha bisogno di abitanti.

Tags
albinen
airolo
abitazione primaria
edifici
abitazione
© 2018 , All rights reserved