Cronaca
04.08.2019 - 09:250
Aggiornamento : 05.08.2019 - 00:32

Torre Velasca nel mirino di Artisa: pronti 170 milioni per battere la concorrenza americana

Il gruppo immobiliare guidato da Alain Artioli in pole position per assicurarsi lo storico edificio di Milano

MILANO – La storica Torre Velasca di Milano sta per essere ceduta. Secondo quanto riportato da "Il Sole 24 Ore", lo storico edificio di Milano, alto 106 metri sarebbe finito nel mirino dell'azienda Artisa di Alain Artioli. Il gruppo immobiliare elvetico avrebbe messo sul tavolo 170 milioni di euro. Cifra che – sempre stando al quotidiano italiano – supererebbe l'offerta del gruppo americano Hines, che precedentemente aveva presentato un'offerta di 150 milioni.

La decisione del gruppo assicurativo che ha ereditato la Torre è attesa nelle prossime settimane. La Torre Velasca è stata a metà del secolo scorso al vertice della classifica degli edifici più alti della città, oggi superata dai grattacieli simbolo del potere della finanza come l’Unicredit Tower, le torri di Allianz e di Generali.

La costruzione realizzata a partire dal 1950 dallo storico studio d'architettura BBPR – si legge sul quotidiano – e finita tra le “riserve” da proteggere della Soprintendenza per i Beni culturali, è stata un simbolo della rinascita architettonica della Milano del secondo Novecento.

A provare a comprare la Torre in passato ci ha provato anche il fondo Orion e Mr. Suning, Zhang Jindong, attuale proprietario dell'Inter.

 

Tags
velasca
torre velasca
milano
gruppo
torre
mirino
artisa
gruppo immobiliare
alain artioli
storico edificio
© 2019 , All rights reserved