ULTIME NOTIZIE Attualità
Cronaca
17.02.2020 - 12:230

Cane e gatti maltrattati, la Polizia locarnese conferma l'intervento. "Ma nessuna segnalazione cade nel vuoto"

In una nota, Dimitri Bossalini fa riferimento a quanto raccontato da una volontaria. "Nel 2019 abbiamo registrato 30 segnalazioni e in 14 casi si è proceduto al seuqestro di animali. Per quanto concerne il caso di cui si parla, è successo che..."

LOCARNO – La Polizia di Locarno prende posizione in merito all’articolo apparso sul nostro portale (vedi correlati) relativo all’intervento in un’abitazione di Locarno, dove un cane e diversi gatti vivevano in condizioni terribili, in gabbia e denutriti.

“ Pur con un plauso verso le numerose volontarie e i numerosi volontari che regalano il proprio tempo e i propri sforzi per contribuire alla società, constatata una serie di inesattezze si ritiene importante fornire un oggettivo quadro legato al caso specifico, cogliendo al contempo l’occasione per informare debitamente la popolazione in merito alla regolare attività svolta dalla Polizia in questo delicato ambito, ovvero nella protezione degli animali”, inizia il comunicato, a firma di Dimitri Bossalini.

Che conferma quanto da noi riportato: “Tra gli interventi (eseguiti per degli animali, ndr) figura pure quello oggetto dell’articolo apparso sul portale, operato da una pattuglia pochi giorni orsono, ovvero il 9 febbraio 2020: nel pomeriggio, su segnalazione di un’inquilina, si è proceduto in maniera tempestiva ai relativi accertamenti alla presenza della proprietaria del cane e di diversi gatti. Rilevata la precarietà della situazione, su indicazione del Veterinario cantonale, si è richiesto l’intervento della Società protezione animali che ha provveduto ad assicurare le bestiole presso un rifugio, allontanandole dall’abitazione e dalla proprietaria. Pur contestando diversi elementi citati nell’articolo, ringraziamo le volontarie implicate in questo spiacevole episodio, come anche chi ci ha interpellato per il fatto in questione o per altri fatti: queste persone rimangono attori preziosissimi per il concetto di Polizia di prossimità”.

La Polizia della Città di Locarno si impegna a favore degli animali, viene precisato. “Un nucleo di agenti si occupa anche delle problematiche legate al maltrattamento degli animali, in stretta collaborazione con l’Ufficio del Veterinario cantonale, che rimane l’Autorità più competente. Negli ultimi anni, gli interventi per segnalare situazioni particolari o maltrattamenti al Veterinario cantonale si sono moltiplicate, a seguito di informazioni rilevate direttamente dagli agenti in pattuglia o da parte della popolazione, prima di venir sistematicamente vagliate dagli specialisti competenti in materia”.

Passando a qualche numero, “nel 2019 abbiamo registrato 30 segnalazioni puntuali e in 14 casi si è proceduto al sequestro degli animali. In maniera diversa rispetto ad altre categorie fragili come gli anziani e i minorenni, anche gli animali sono infatti componenti vulnerabili della società, e come tali meritano attenzione e protezione. Per questo, il Comando della Polizia comunale della Città di Locarno tiene quindi a precisare che nessuna segnalazione viene ignorata, sottovalutata o minimizzata”: una risposta alla volontaria che ci aveva raccontato di racconti di quel che accadeva in quella casa a cui non erano seguiti interventi. 

L’invito alla popolazione è comunque quello di “indicare anche in futuro situazioni di disagio o che possono nuocere all’integrità degli animali, presentandosi direttamente allo sportello situato in Via alla Morettina 9 a Locarno, oppure chiamando i numeri +41 91 756 33 11 o 117/112 (per le urgenze), oppure ancora scrivendo all’indirizzo polizia.comunale@locarno.ch”.

Potrebbe interessarti anche
© 2021 , All rights reserved